Leave a reply

Nuova deadline per i DMA Awards Italia 2015

DMA Italia ha accolto la richiesta di posticipare la ultima deadline per tutte quelle agenzie che stanno ancora preparando il materiale d’iscrizione ai DMA Awards 2015: la data è stata prorogata ulteriormente fino al 3 Maggio.

Dma Awards Italia premia i lavori che hanno funzionato bene, le campagne che hanno saputo interpretare i comportamenti dell’audience e guadagnarsi il coinvolgimento dei mercati a cui si rivolgono. L’eccezionale creatività è una delle tre qualità richieste per vincere l’Award. Ma è solo uno dei requisiti. L’Award è assegnato a chi dimostra una superiore strategia di marketing e il conseguimento di risultati eccellenti.

Grazie ai dati è infatti possibile indagare su clienti e prospect, sono uno strumento per indirizzare campagne di successo, offerte e contenuti che generano consenso. Ma il contributo dei dati non si ferma certo qua: sono un mezzo per conoscere i mercati che cambiano, per gettare un ponte che vada a colmare il gap fra tradizionale e digitale nel media mix, per evolversi verso un approccio customer-centric e per fare un business che faccia seguire alle promesse le azioni.

Il premio è rivolto a quelle aziende e agenzie che hanno saputo utilizzare al meglio la disciplina del Data Driven Marketing e non solo. La formula si basa su tre chiavi fondamentali: 30% strategia, 30% creatività e 40% utilizzo dei dati e misurabilità.

Le campagne verranno giudicate in base a come si è saputo ingaggiare il cliente e il prospect, profilarlo attraverso l’analisi del suo comportamento, in modo da proporre contenuti appropriati nel momento più corretto e in modalità one-to-one piuttosto che one-to-many e in ultimo, fare un’analisi dei risultati sulle azioni intraprese.

Quindi dati ma non solo. È importante ideare una campagna con una strategia che abbia contenuti creativi efficaci, veicolata attraverso il giusto media ed indirizzata ad un preciso target.

Potete iscrivere le vostre campagne su sul sito dei Dma Awards.

Attenzione, questa è l’ultima extension possibile. Non perdete questa occasione.

 


Leave a reply

Google News & YouTube Academy (7 maggio)

Le usiamo tutti i giorni, quindi è bene restare allineati. Dritte da Mountain View, zona Isola, ecco le news sulle piattaforme Google.

Al primo posto i video 360° in arrivo su YouTube.

Info cards
Appena lanciata una nuova funzionalità per rendere i video interattivi che (attenzione) funziona anche su mobile.
Qui i dettagli.

Custom Gadget
Per assicurare che i contenuti YouTube siano disponibili attraverso tutti i device, non verranno più supportati nuovi gadget dei canali YouTube.

Nessun impatto invece sui nuovi gadget, o sulle  modifiche di gadget esistenti, prenotati per il 2015 e approvati o riservati entro Marzo, 2015.

Per quanto riguarda i gadget esistenti saranno sicuramente attivi fino al 31 Dicembre 2015.

Volete saperne di più?
Tutte queste novità e altro ancora alla prossima YouTube Academy, un workshop dedicato agli aggiornamenti di YouTube e alla presentazione di case history sempre molto interessanti.

Si terrà presso la sede di Google Italia, il 7 maggio (occhio che i posti sono limitatissimi).

Questa l’agenda:

15,30 welcome coffee

16,00 presentazione

18,00 aperitivo.

Potete iscrivervi qui.

IMPORTANTE: l’invito è riservato ai soci ADCI, quindi non dimenticatevi di indicare nel campo note del form “ADCI” (è determinante). 


Leave a reply

Fuorisalone @DesignLibrary : East \ West : The Design Society Session

Quattro direttori creativi da Singapore, rappresentanti di The Design Society (praticamente l’ADC indonesiano), raccontano e chiacchierano di alchimia dei processi creativi con quattro omologhi italiani.
È l’evento che inaugura la partnership DesignLibrary & Art Directors Club Italiano. E voi non volete mancare l’occasione di dire “io c’ero”. Vi conosco.

Per l’Art Directors Club c’è Massimiliano Maria Longo (Agency Creative Director Wunderman, consigliere ADCI con delega al digital ecosystem), c’è Matteo Maggiore (Creative Supervisor Leagas Delaney, consigliere ADCI con delega ai giovani e responsabile Young Lions), c’è Lorenzo Piazzi (Vice President DesignLibrary, main partner ADCI) e c’è Ema Soi (Head of Creative Strategy DesignLibrary, General Manager ADCI).

Vi aspettiamo a #TDSS in Zona Tortona, @DesignLibrary, via Savona 11.

Facebook Event

DesignLibrary

The Design Society


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri, 13_04_015

twitter. @claudianeri

Le istallazioni dell’artista originario dei caraibi Jean Francois Boclet

GOTO Design di base a New York e specializzati nell’arte curano spesso il graphic design per importanti gallerie, musei e curatori, compreso M. Gioni

Land art che sta per esordire anche a Milano, le istallazioni di Agnes Denes

Studio FM Milano che ha recentemente firmato il progetto grafico per il MUDEC di Milano


Leave a reply

Sfida o sfiga?

Direttamente dall’Inghilterra (dn&co)
ecco il pratico digital business game, dedicato alle strutture di comunicazione.
Il “PITCHERATOR
(accessibile anche da smartphone e tablet).

Potete partecipare tutti. Dovete partecipare tutti.
Ogni volta che sarete invitati a una gara e vi chiederete (se ancora ve lo chiedete)
“è una sfida da cogliere o una sfiga da togliere dal progress?”

Live long and prosper.
m.


Leave a reply

DMA Awards Italia 2015: sarà possibile iscrivere le campagne fino al 17 aprile

Riceviamo e volentieri rilanciamo.

Milano, 2 Aprile 2015 – La partecipazione al prestigioso premio che riguarda le campagne di marketing diretto e data driven è stata accolta con grande entusiasmo dai professionisti del settore.  Nella sua terza edizione italiana ha riscontrato grande interesse. Per permettere a tutti i candidati di iscriversi e presentare le proprie campagne, la Direct and Data Driven Marketing Association Italia (DMA), lo spin off della DMA americana, ha esteso la deadline precedentemente comunicata: sarà possibile iscriversi fino all’17 aprile 2015.

Ricalcando il modello inventato dalla  DMA americana, i DMA Awards sono l’unica competizione che guarda alla disciplina del direct e data driven marketing nella sua totalità. La formula è semplice: 30% strategia, 30% creatività, 40% utilizzo dei dati e misurabilità.

Possono partecipare tutte le campagne marketing realizzate, completate e misurate nel periodo che va dal 1 ottobre 2013 al 31 marzo 2015Si concorre in 15 diverse categorie di business: Automotive, Business and Consumer Services, Communications/Utilities, Consumer Products, Education, Financial Products and Services, Information Technologies, Insurance, Not‐for‐Profit, Pharmaceutical/Healthcare, Product Manufacturing and Distribution, Professional Services, Publishing/ Entertainment, Retail and Direct Sales, Travel & Hospitality/ Transportation.

Dopo aver selezionato la categoria principale, si indica il media di riferimento della campagna, scegliendo tra: alternative media,  broadcast media, catalog, direct mail, email, mobile, print, search engine marketing, social media, telemarketing, web advertising, web development.

Per ciascuna categoria di business sono assegnati i DMA Awards. Tutte le campagne vincitrici concorrono poi all’assegnazione di nove Premi Speciali, decisi in base al miglior uso di un media particolare: Direct Mail Award – Freccia d’Oro, E-mailing Award, Big Data Award, Search Marketing Award, Digital Award, Mobile  Award, e il prestigioso Diamond Award.

La tua campagna può partecipare anche alla competizione americana, bisognerà aggiungere al costo di partecipazione di ogni campagna presentata solo 40 dollari + IVA. La Giuria dei DMA Awards Italia è accreditata anche presso DMA International: i vincitori di un metallo potranno accedere direttamente alle semifinali della competizione americana, chi non vince invece accederà alla prima fase della gara.

È  possibile candidare la propria campagna di marketing diretto e data driven sul sito awards.dmaitalia.it


Leave a reply

Hic sunt leones

La panthera leo (Linnaeus 1758) è un carnivoro appartenente alla famiglia dei Felidi, uno dei più grandi felini del genere Panthera. Il suo areale è in costante riduzione a causa del continuo impoverimento del suo habitat, circostanza che lo rende a tutti gli effetti una specie vulnerabile e che ha spinto rilevanti organizzazioni internazionali a predisporre azioni strategiche di lungo raggio per la sua salvaguardia.

Tipicamente questo animale si presenta organizzato in branchi suddivisi a loro volta in coppie, caratterizzate queste ultime dalla spiccata eterogeneità dei due esemplari che la compongono. I cuccioli restano nel branco fino al sopraggiungere della loro maturazione; a questo punto vengono in genere invitati a inserirsi in un altro branco, invogliati da prede mediamente più succulente. Non di rado, capita che essi scelgano di fondare un branco indipendente, il quale talvolta può essere successivamente inglobato in un branco internazionale (gli etologi si sono spesso stupiti di quanto sia complesso il percorso di questo animale, che cambia branco in media ogni due o tre anni).

Gli esemplari sono considerati maturi dopo i 28 anni, ma capita talvolta che gli adulti scaccino dal branco i cuccioli più intraprendenti nei primi anni per timore di essere soppiantati. Una pratica a cui l’Art Directors Club Italiano ha voluto porre un freno con un’iniziativa lodevole che torna anche quest’anno: l’11 e il 12 Aprile tutti i cuccioli di panthera leo potranno mettersi alla prova e vincere un posto per Cannes.

Che tra l’altro a Giugno nella savana fa un caldo, no?


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri

twitter: @claudianeri

Da Parigi l’eclettismo elegante di Violiane et Jeremy

Le illustrazioni dal sapore nostalgico dell’americano Eric Comstock

A metà strada tra illustrazione e fotografia, il talento di Quentin Jones

Il giovane talento al femminile di Gold Collective


Leave a reply

Il dizionario della carta

Possono bastare due sale per fare il giro del mondo: dal 19 al 21 Marzo presso la Galvanotecnica Bugatti l’arte cartaria di Arjowiggins è stata protagonista di una mostra affascinante.

Dalla Finlandia a Hong Kong, dalla Francia all’Australia, l’esposizione ha esplorato formati e strumenti di comunicazione diversissimi, ma sempre di fattura estremamente pregiata: una sorta di ideale catalogo universale della magia della carta, da ammirare, accarezzare, far frusciare e, perché no, anche annusare.

Parafrasando Frank Zappa, “scrivere di arte sarebbe come ballare di architettura”, e allora lasciamo volentieri spazio alle immagini della mostra.