Leave a reply

2019 Dubai Lynx Award Winners Revealed

PRESS RELEASE

13 March 2019 – The Dubai Lynx Awards Ceremony, held this evening, brought the 2019 Festival to a close with the winners of the 18 Lynx Awards categories being announced. The creative community gathered at the Madinat Jumeirah to honour the very best creativity from the MENA region this year.

In addition to the winners across all marketing communications categories, Special Awards were also presented for the Network of the Year, Agency of the Year, Independent Agency of the Year, Media Network of the Year, Golden Palm Award, Advertising Person of the Year and Advertiser of the Year.

Philip Thomas, Chairman Cannes Lions and Dubai Lynx said, “The winning work at Dubai Lynx demonstrates creative excellence with a distinct regional tone. From the 2,406 entries received this year, the winners, as well as setting the creative bar for MENA, also achieved some important milestones, including a record year for winning work from Saudi Arabia and a first-ever shortlisted entry from Iraq.”

Themes emerging from this year’s winners included; using cultural artistic traditions and local artists to bridge content and context; harnessing the power of culture to amplify the impact of the campaign and an increase in brands attempting to become more meaningful for people and demonstrate that they care about their customer’s lives, global injustices and the future of the planet.

The Young Lynx and Student competition winners were also honoured on stage, while MBC Group presented a special award to Global TV personality Steve Harvey in recognition of his achievements and services to broadcasting.

The 2019 Dubai Lynx Grand Prix winners are:

Brand Experience & Activation Grand Prix

TBWA\RAAD, Dubai, UAE, ‘OMO Tag’, Unilever Lebanon

Brand Experience & Activation Jury President, Alan Kelly, Executive Creative Director, Rothco Accenture Interactive commented that his Jury loved this work from the start. “It is so simple and so different. It’s a great activation from the ‘Dirt is good’ stable and goes to show that size doesn’t matter when it comes to great ideas”

Creative Effectiveness Grand Prix 

TBWA\RAAD, Dubai, UAE, ‘Slow Trends’, Connect

Creative Effectiveness Jury President, Amanda Fève, Partner, Chief Strategy Officer, Anomaly Amsterdam, The Netherlands said, “This classic David and Goliath story reminds us that it’s not the size of the budget, but the quality of thinking and craft that goes into it, that determines a campaign’s impact. Sharp use of data and social listening helped uncover a genuine cultural insight, which not only created entertaining content, but drove tangible commercial results. Truly effective campaigns must do more than earn attention and engagement, they must change attitudes and behaviours. ‘Slow Trends’ did both, putting smiles on our faces and bringing in new subscribers for ‘Connect.”

Design Grand Prix 

BBDO Pakistan / Impact BBDO, Dubai, ‘Truck Art Childfinder’, Berger Paints

Digital Grand Prix 

TBWA\Istanbul, Turkey, ‘Hailstorm in Istanbul’, IKEA

Digital Jury President, Alan Kelly, Executive Creative Director, Rothco Accenture Interactive, commented, “This campaign for IKEA is possibly the best ‘real-time response’ idea any of us on the Jury had ever seen.”

Direct Grand Prix 

BBDO Pakistan / Impact BBDO, Dubai, ‘Truck Art Childfinder’, Berger Paints

Entertainment Grand Prix 

Kijamii, Cairo, Egypt, ‘The Sweet Revenge’, Président Cheese Egypt

Entertainment Jury President, Alexandra Ouzilleau, Global Head of Entertainment Partnerships, Havas Group, Global commenting on this Grand Prix winner said, “What we found really interesting with the Grand Prix is that it tapped into the cultural context at the perfect moment in a very smart and fun way which makes the brand’s intersection with Entertainment look very authentic.”

Film Grand Prix 

Leo Burnett Dubai, UAE for campaign ‘Fire’, ‘Fall’ and ‘Crash’, du Telco

Film Craft Grand Prix 

J. Walter Thompson, Riyadh, Saudi Arabia, ‘What are we allowing?’, Saudi Telecom Company

Glass Grand Prix 

J. Walter Thompson, Riyadh, Saudi Arabia, ‘Akhou Nora’, Saudi Telecom Company

Glass Jury President, Candace Kuss, Director of Social Media, Hill+Knowlton Strategies, UK, commented, “’Akhou Nora’ celebrated a woman as the hero, rather than defending women as victims. The work also integrated men into the cause, based on an historical fact. STC didn’t just create a TV ad, they integrated internal comms, social and even physical signage. Most of the Glass entries address much needed change. So they are by nature addressing issues that show women and girls as victims. ‘Akhou Nora’ looked into the history of the country to show us a proud and courageous role model.

Grand Prix for Good Grand Prix 

Impact BBDO, Dubai, UAE, ‘Zero Tolerance Ribbon’, 28 Too Many

Healthcare Grand Prix 

The Classic Partnership Advertising, Dubai, UAE, ‘Rx Prescription Stickers’, Dubai Health Authority

Integrated Grand Prix 

Impact BBDO, Dubai, UAE, ‘The Blank Edition’, An-Nahar

Media Grand Prix 

FP7/DXB, Dubai,UAE, ‘Al Umobuwah: Putting “Mum” into “Parenthood”’, Babyshop

Media Jury President Veriça Djurdjevic, Chief Executive Officer, PHD, UK commented, “This campaign went beyond paid media; they created new owned channels, and harnessed the power of earned media, as well as using each of the paid channels creatively. It was a brave strategy for a retailer, but we felt it was a really important campaign: it shows that harnessing a cultural insight and executing it in a truly integrated way can deliver a strong commercial impact in terms of sales results, not just brand warmth uplift.”

Mobile Grand Prix 

Google Dubai, UAE, ‘Qibla Finder’, Google

“The sheer usefulness of this idea made us love this work. We all have apps that end up on page 5 of the home screen of our mobile but this Grand Prix will stay on page 1 ,” said Mobile Jury President Alan Kelly, Executive Creative Director, Rothco Accenture Interactive.

Outdoor Grand Prix 

BBDO Pakistan / Impact BBDO, Dubai,  ‘Truck Art Childfinder’, Berger Paints

Outdoor Jury President, Alan Kelly, Executive Creative Director, Rothco Accenture Interactive, commented, “When you sit in a jury room looking at hundreds of case studies, you can become desensitised to the results sections. But you can’t argue with the result of reuniting three children with their parents. We will be talking about the beautiful ‘Truck Art Childfinder’ idea for many years to come.”

PR Grand Prix 

Impact BBDO, Dubai, UAE, ‘The Blank Edition’, An-Nahar

Commenting on why this piece of work was awarded the Grand Prix, PR Jury President, Candace Kuss, Director of Social Media, Hill+Knowlton Strategies, UK, said, “The jury room immediately responded to this entry. We understand the power of the press to hold politicians to account and to rally citizens to share their voice. A simple execution for a powerful idea and very relevant for the times we live in. This work was very specific to Lebanon, but also addressed a universal issue. Journalism has ever been more important. We need bravery from our news reporters all over the world to uncover the truth.”

Print & Outdoor Craft Grand Prix 

BBDO Pakistan / Impact BBDO, Dubai,, ‘Truck Art Childfinder’, Berger Paints

Speaking on why the Grand Prix was awarded in both Design and Print & Outdoor Craft, Jury President, Guillermo Tragant, Chief Creative Officer, Furia, said, “The ‘Truck Art Child Finder’ was chosen because it was a brilliant, simple, strong idea. It was executed with excellent craft in a manner that respected the local folklore art. But the campaign also elevated the art-form, integrating the product in the most natural way, with purpose and real life changing results for the children and their families.”

Print & Publishing Grand Prix 

Impact BBDO, Dubai, UAE, ‘The Blank Edition’, An-Nahar

Radio & Audio Grand Prix 

TBWA\RAAD, Dubai, UAE, ‘Predictive Radio Spots’, AWR Arabian Automobile

Network of the Year

1st place: BBDO Worldwide

2nd place: TBWA Worldwide

3rd place: J. Walter Thompson

Agency of the Year 

1st place: Impact BBDO, Dubai

2nd place: TBWA\RAAD, Dubai

3rd place: BBDO Pakistan, Lahore

Independent Agency of the Year

1st place: Kijamii, Cairo

2nd place: Good People, Cairo

3rd place: Beattie + Dane, Kuwait City

Media Network of the Year

1st place: OMD Worldwide

2nd place: UM

3rd place: PHD Worldwide

Golden Palm Award 

1st place: Big Kahuna Films, UAE

2nd place: bigfoot Films, UAE

3rd place: Good People, Egypt

Dubai Lynx Advertising Person of the Year 

Ian Fairservice, Founder, Managing Partner and Group Editor, Motivate Media Group

Advertiser of the Year

Nissan

YOUNG LYNX COMPETITIONS

Young Lynx Integrated Competition Winners 

Kadir Ali, Senior Art Director, Impact BBDO

Priyaa Naidoo, Senior Copywriter, Impact BBDO

Kusal Udhara, Senior Art Director, Impact BBDO

Young Lynx Print Competition Winners 

Mohamed Kotait, Art Director, TBWA\RAAD, Dubai

Osama Siddiq, Art Director, TBWA\RAAD, Dubai

Young Lynx Media Competition Winners

Roxanne Gahol, Manager – Strategic Marketing Investments, OMD, Dubai

Omar Anwar, Senior Executive – Planning, OMD, Dubai

Young Lynx PR Competition Winners

Tala Arakji, Strategy Planning Manager, FP7, Dubai

Moushami Dighe, Strategic Planning Manager, FP7, Dubai

STUDENT AWARDS & SCHOOLS COMPETITION

Masar Student Creative Award for Print Winner

Rym Farran, Middlesex University Dubai

Student Integrated Award Winner

Divya Ariga, Middlesex University in Dubai

University of the Year Winner

The Middlesex University in Dubai

ENDS

Please find images of the 2019 Dubai Lynx Winners here


Leave a reply

Selezione Roger Hatchuel Academy 2019

Cambiano le modalità di selezione degli studenti che potranno avere accesso alla prestigiosa Roger Hatchuel Academy di Cannes Lions. Che, per chi non lo sapesse, è un programma intensivo creato dal Festival per introdurre i giovani alla nostra industry e per aiutarli a cominciare la propria carriera creativa con il piede giusto. Il tutto insieme ad altri studenti da ogni angolo del mondo e durante Cannes Lions, quindi con l’accesso ai contenuti del Festival.

Insomma, una gran bella opportunità per un giovane studente ;)

Fino ad oggi gli studenti sono stati selezionati attraverso i loro lavori scolastici durante le giurie dei Giovani Leoni. Da quest’anno però Cannes Lions ha cambiato il meccanismo di selezione: gli studenti vengono scelti in ogni Paese dal Local Rep del Festival, che in Italia è ADCI, sulla base di una video presentazione in cui i ragazzi e le ragazze raccontano chi sono.

Ecco i tre finalisti selezionati per la Roger Hatchuel Academy 2019 dal Consiglio ADCI:

Andrea Bianchi – IED
https://www.youtube.com/watch?v=o04IJDEhF1Y&feature=youtu.be

Sathya Piatto – NABA
https://www.youtube.com/watch?v=0YR_UdfNaV0&feature=youtu.be

Carlota Vazquez Baneres – Accademia di Comunicazione
https://www.youtube.com/watch?v=N8HzXTRc5Kk&feature=youtu.be

Ora la palla passa alla Giuria di Cannes Lions, che sceglierà il vincitore tra i tre candidati proposti da ADCI. In bocca al leone ragazzi! <3


Leave a reply

La pubblicità fatta bene fa bene.

Se ti stai chiedendo se il tuo lavoro può avere o meno un impatto tangibile sul mondo reale, magari facendo anche qualcosa di buono, ecco una notizia che ti può ispirare.

Ti ricordi il progetto Palau Pledge? Quello che ha vinto il primo Sustainable Development Lions Grand Prix della storia dei Cannes Lions?

Certo che te lo ricordi.

Ecco, leggi qui sotto cosa è successo (così alleni pure un po’ l’inglese):

 

Cannes Lions announces distribution of €323,280 to the NGO behind the Palau Pledge, winner of the inaugural Sustainable Development Lions Grand Prix

07 January 2019 – Cannes Lions today announced that the funds generated from entries into the Sustainable Development Goals Lion will be distributed to the Friends of the Palau National Marine Sanctuary and the Palau Pledge Legacy Team, the client behind the Palau Pledge which won the first SDG Lions Grand Prix at Cannes Lions 2018.

The campaign, which was described by 2018 SDG Lion Jury President Mark Tutssel, Executive Chairman and Global Chief Creative Officer, Leo Burnett Worldwide as “proof positive that the true winner in this category is humankind”, stamped an environmental pledge to the children of Palau into every visitor’s passport. Since its launch in December 2017 over 150,000 people have signed the pledge.

Philip Thomas, Chairman, Cannes Lions said, “We want to help great ideas to scale, and we’re delighted to fund the growth of the Grand Prix-winning Palau Pledge with the proceeds of the entries into the SDG Lions. We believe that creativity can change the world and it’s a privilege to support this initiative and contribute to its efforts to have an even greater impact.”

Introduced with the support of the United Nations, the SDG Lions aim to advance awareness of the Sustainable Development Goals by encouraging the creative industries to focus on harnessing creativity to positively impact the world. In its inaugural year the Lion received 898 entries generating a total of €323,280 in funds, which the Palau Pledge will receive to scale the project and make real change both in Palau and further afield.

The funds donated by Cannes Lions, owned by Ascential plc, will be used to implement Phase Two of the Pledge, focusing on three core areas; a world-first Business Accreditation Programme, a Pledge-focussed STEM Educational Curriculum adjunct for school-aged children and Global leadership to scale the programme beyond the island of Palau. The Palau Legacy Project was founded by Palauan based global communications experts Nanae Singeo, Jennifer Koskelin-Gibbons, Nicolle Fagan and Laura Clarke and is chaired by the First Lady of Palau, Debbie Remengesau.

Palau Legacy Project Co-Founder Laura Clarke said, “These funds are pivotal to the project continuing and we are thrilled to be able to see the Palau Pledge grow and develop. We’ve already seen the local and global impact it can have, with Hawaii and New Zealand introducing similar Pledges and we want to do more to initiate change worldwide. A key element for us as a team is to be able to meet with leaders from countries and organisations all over the world and share the Palau Pledge philosophy.”

Although the 7th smallest nation in the world by GDP and with a population of less than 20,000, Palau is one of world leaders in conservation. The Palau Pledge has brought global exposure to the plight of the children of Palau. Host/Havas, the Sydney agency involved with the programme will continue to monitor and report the impact of the Pledge via a service-design model that will be scalable for other island nations to implement. Seamus Higgins, Executive Creative Director, Host/Havas said, “As an industry, we have the incredible power to shape conversation and behaviour. With this power comes the responsibility to shape a better world for future generations to inherit. We can’t ignore this any longer, and we have to do it at scale and in partnership with business. We are hugely honoured to continue working with the Palau Legacy Project and Palau’s government, who had the bravery to do something no-one else had done, to solve a problem no-one else had solved. Thank you Cannes Lions for putting your money where your mouth is. SDG is a truly meaningful category.”

The SDG Lion is part of the Good Track at Cannes Lions, along with Glass: The Lion for Change, which also donates the funds generated from entries. As part of a commitment to giving back to relevant projects and causes, these funds sit alongside various other Cannes Lions initiatives, including See It Be It, #MoreLikeMe, the Young Lions Competitions and membership of the UN Women’s Unstereotype Alliance.


Leave a reply

Best Of Cannes 2018 – Roma 18 luglio 2018

#BestOFCannes2018
Quando: 18 luglio 2018 ore 18:30
Dove: Klein Russo in Via Parrasio Giano, 15 – 00152 Roma

I leoni di Cannes arrivano a Roma. Dopo il successo della serata milanese #BestOFCannes2018 sbarca nella capitale, per vedere o rivedere il meglio della creatività mondiale.

Un evento a cura dell’ADCI AIR3 presentato da Karim Bartoletti: un’occasione per parlare di creatività e farsi inspirare dai più grandi.

L’incontro si terrà il 18 luglio a Roma presso l’agenzia creativa Klein Russo in Via Parrasio Giano, 15 a partire dalle 18:30.

La partecipazione è gratuita ma è obbligatorio prenotare il proprio posto qui.

Vi aspettiamo con una birra ghiacciata. Ma siate puntuali, altrimenti si raffredda.

Evento sulla pagina Facebook


3 Replies

Giovani Leoni 2018: vincitori e shortlist

Giovani, brillanti e con tanta voglia di lasciare il segno con i loro artigli: questo è il dna dei talenti che hanno trionfato nella XXII edizione dei Giovani Leoni.

La premiazione si è svolta ieri sera all’Auditorium Teresa Sarti Strada, grazie al patrocinio del Municipio 9 del Comune di Milano. Tra un paio di settimane le coppie vincitrici avranno l’onore di rappresentare l’Italia alla Young Lions Competition del Festival Internazionale della Creatività di Cannes (17-22 giugno 2018).

Nella categoria Film, sponsorizzata da Samsung, ha vinto la campagna Period realizzata da Paola Cantella (Junior Creative) & Andrea Grimaudo (Art Director) di We Are Social. I ragazzi sono stati premiati da Karim Bartoletti (Indiana Production e Consigliere ADCI).

Due creativi di Young&Rubicam hanno guadagnato il primo posto nella categoria Digital (ex-Cyber), sponsorizzata da Google, con il progetto Let Google Be Quiet realizzato da Chiara Marino (Art Director) & Simone Maltagliati (Copywriter), premiati dal Presidente di Giuria Digital Tommaso Mezzavilla (Havas).

Il progetto L’unione fa la foglia, realizzato da Nicolò Carrassi (Copywriter) & Luca Riva (Art Director) di Dude è invece stato premiato nella categoria Design, sponsorizzata da Accenture Interactive, da Francesco Guerrera (Le Balene).

Per chiudere, nella categoria PR Specialist, sponsorizzata da PR HUB e Assocom, la campagna I Cantieri del MITO è stata premiata da Giorgio Cattaneo, Presidente di MY PR. Il progetto è stato realizzato da Alessandra Coral (Account Executive Noesis) & Valeria Piazza (Account Executive in PHD Media)

Come ogni anno, è stato selezionato uno studente delle scuole di specializzazione in pubblicità e comunicazione, che sarà iscritto alla Roger Hatchuel Academy in programma durante il Festival. Si tratta del progetto The Shameless Mirror, realizzato da Luca Diotti – Accademia di Comunicazione di Milano premiata da Luca Pedrani (Imille e Consigliere ADCI). La categoria è stata sponsorizzata da ADCI.

A fine premiazione è stato conferito il Premio Speciale “Maurizio Braccialarghe” offerto da Rai Pubblicità ai vincitori della categoria PR Specialist, Alessandra Coral e Valeria Piazza. Antonio Marano, Presidente e Amministratore Delegato Rai Pubblicità, ha consegnato il premio ricordando la straordinaria passione per la musica di Braccialarghe, che fu Direttore della Radiofonia in RAI e ideatore del Torino Jazz Festival: una dedizione perfettamente rispecchiata non solo dal brief ma anche dal lavoro delle ragazze che hanno trionfato nella categoria PR Specialist.

La serata di premiazione è stata realizzata in collaborazione con l’agenzia SYNAPSY.

Per vedere le campagne vincitrici e tutte le shortlist visitate il sito giovanileoni.adci.it.

Foto by www.giuseppeballone.it


Leave a reply

Giovani Leoni 2018: ringraziamenti, numeri e Giurie.

Si è appena concluso il weekend di competition della XX edizione dei Giovani Leoni.

È un’edizione che sancisce un cambiamento epocale per tutta la comunità creativa del nostro Paese, infatti è la prima edizione in cui organizza ADCI, appena nominato rappresentante italiano del Cannes Lions Festival. 

Un ringraziamento speciale va a Rai Pubblicità, per il grande lavoro svolto in sessant’anni di collaborazione con il Festival di Cannes e per il supporto fornito ad ADCI anche in questa edizione dei Giovani Leoni.

Un ringraziamento particolare agli sponsor che hanno creduto nel valore di questa iniziativa e dei giovani talenti Italiani, permettendo ai vincitori di partecipare al Festival di Cannes, la manifestazione per la creatività e la comunicazione più importante al mondo: Samsung per la categoria Film, Google per la categoria Digital, Accenture Interactive per la categoria Design e PR Hub e Assocom per la categoria PR Specialist. La Roger Hatchuel Academy verrà sponsorizzata direttamente da ADCI.

Infine, un sentito grazie a Google e Getty Images che supportano l’iniziativa in qualità di partner tecnici dell’evento.

Veniamo ora ai numeri di questa edizione. Abbiamo ricevuto complessivamente 205 progetti così suddivisi: 28 per la categoria Design, 99 per Digital, 52 per Film, 14 per PR Specialist e 12 per la Roger Hatchuel Academy.

Di seguito abbiamo il piacere di presentarvi la composizione delle Giurie che il 22 maggio si riuniranno per giudicare i lavori ricevuti ed eleggere i nostri Giovani Leoni:

FILM

Presidente: Luca Cortesini (DDB)

Karim Bartoletti (Indiana Production)
Carlo Sigon (AIR3)
Nicola Lampugnani (Discovery)
Serena Di Bruno (Grey)
Nicola Favaro (Rai Pubblicità)
Sebastian Lee (Sponsor: Samsung)

DESIGN

Presidente: Francesco Guerrera (Le Balene)

Franz Degano (Quinto Lancio)
Luca Iannucci (Serviceplan)
Lorenzo Picchiotti (Dude)
Francesco Fallisi (Lateral Creative Hub)
Claudia Neri (Teikna Design)
Marcio Holanda (Sponsor: Accenture)

DIGITAL

Presidente: Tommaso Mezzavilla (Havas)

Daniele Piazza (We Are Social)
Flavio Fabbri (Armando Testa)
Raffaella Bertini (Uprising)
Sergio Muller (A-Tono)
Cristina Baccelli (Facebook)
Giacomo Zanni (Sponsor: Google)

ROGER HATCHUEL ACADEMY

Presidente: Stefania Siani (BBDO)

Lavinia Francia (Ogilvy & Mather)
Roberto Ottolino (The & Partnership)
Elisa Caracciolo (Roncaglia)
Luca Pedrani (Imille)
Francesco Grandazzi (Doing)
Giulio Frittaion (La Fabbrica Creativa)

PR SPECIALIST

Presidente: Giorgio Cattaneo (My Pr)

Andrea Cornelli (Cornelli Brand, Packaging and Digital Design)
Massimo Romano (Spencer & Lewis)
Gianna Paciello (Aida Partners)
Fiorella Passoni (Edelman)
Alessandro Sabini (McCann)
Francesco Bozza (FCB)

Quest’anno arricchirà la kermesse un premio aggiuntivo ideato da Rai Pubblicità, in memoria di Maurizio Braccialarghe, manager di rilievo di Rai e Sipra (oggi Rai Pubblicità) e assessore alla cultura della città di Torino, da poco scomparso, il cui operato è stato sempre guidato da una spiccata propensione all’innovazione e alla sperimentazione. La Giuria, nominata da Rai Pubblicità, selezionerà tra i vincitori delle diverse categorie il lavoro che meglio rispecchierà la filosofia e l’operato di Braccialarghe. Gli autori del lavoro prescelto riceveranno in premio un buono Feltrinelli.

Ma non è tutto, perché c’è un altro premio speciale. Samsung, per la categoria Film, affiderà ai due vincitori un Galaxy S9 e un brief per la creazione di un contenuto speciale dedicato ai progetti iscritti al concorso, da girare interamente sfruttando la fotocamera del top di gamma Samsung.

A presto, per scoprire insieme i nomi dei Giovani Leoni 2018!


Leave a reply

Giovani Leoni 2018: finalmente apriamo le gabbie!

Quest’anno ci siamo fatti attendere, però abbiamo un ottimo motivo: da quest’anno l‘Art Directors Club Italiano è diventato il rappresentante italiano del Cannes Lions International Festival of Creativity. Un passo epocale per il Club e per l’industry creativa del nostro Paese. Da questa edizione i Giovani Leoni li organizziamo noi come ADCI, cogliamo pertanto l’occasione per ringraziare Rai Pubblicità per il grande lavoro svolto fino ad oggi e per il supporto che ci sta continuando a dare.

Ma veniamo a ciò che più vi interessa: i Giovani Leoni si terranno il 12 e 13 maggio, con le stesse modalità di sempre. Possono partecipare gli Under 30, devono farlo necessariamente in coppia (ma non necessariamente copy e art) e chi vince andrà a Cannes per affrontare la Young Lions Competition, rappresentando il nostro Paese contro i migliori giovani creativi di tutto il mondo.

I brief verranno caricati sul nuovo portale di ADCI alle 10 di sabato mattina: i giovani creativi che parteciperanno a DESIGN e DIGITAL (eh sì, ha cambiato nome) avranno a disposizione 24 ore per caricare la propria proposta, chi invece parteciperà a FILM e PR avrà a disposizione 48 ore.

Attenzione! A questa edizione non ci saranno le categorie MEDIA e PRINT poiché per motivi logistici e organizzativi non si sono create le condizioni per inserirle.

Vi ricordiamo alcune semplici regole a scanso di equivoci:

- può partecipare chi è nato dal 22 giugno 1987 (compreso) in poi: però potrà cercare la gloria con gli ADCI Awards;
- ogni coppia può partecipare anche a più di una categoria ma non si può concorrere in più di una coppia: niente tradimenti, fate i bravi;
- può partecipare anche chi è originario di un altro Paese, purché ora lavori in Italia e partecipi in coppia con un italiano: chi lavora qui contribuisce alla nostra industry e per noi ha il diritto di rappresentare la creatività italiana.

Ovviamente attendiamo anche quest’anno le iscrizioni da parte delle scuole per la Roger Hatchuel Academy, che a Cannes accoglierà lo studente o la studentessa che avrà realizzato il migliore lavoro nell’ambito del proprio corso di studi.

ADCI ringrazia Cannes Lions per la fiducia e per la grande opportunità, oltre a tutti i partner e gli sponsor che stanno supportando la realizzazione dell’edizione di quest’anno. Li trovate tutti sul sito, dove potrete anche accedere ai regolamenti e registrarvi per la competition: giovanileoni.adci.it

Un ringraziamento speciale anche a Luna Maestosi, che ha creato le icone di tutte le categorie, a Roberto Ottolino per i testi del sito e a Marta Policastri e Angelo Marino, i vincitori dei Giovani Leoni 2013 che ci hanno permesso di utilizzare il logo con cui nel 2013 hanno trionfato nella categoria Design.

Domande? Leggete il regolamento. Non trovate la risposta? Come sempre vi rispondiamo da info@adci.it


Leave a reply

Comunicare, oggi conviene.

Lo scorso 21 marzo ho partecipato all’evento organizzato da ADCI Roma e Unindustria “Comunicare, oggi conviene”. È stato particolarmente ispirante, oltre a essere occasione di una splendida sinergia tra clienti, creativi, editori e media. Il meeting è stato interessante, non solo perché sono stati sottolineati vantaggi e opportunità per le imprese, per l’entrata in vigore del Tax Credit Pubblicità: un incentivo potente che farà risparmiare ben i ¾ degli investimenti in spazi pubblicitari. Ma anche perché diversi brand (come Posta Italiane) hanno raccontato le loro storie di successo sull’efficacia della pubblicità creativa nei loro business.

Tra i massimi rappresentanti, rilevante è stato l’intervento di Jose Papa, Managing Director Cannes Lions Festival. Le sue parole sono state illuminanti: “Una cosa che non cambia è lo spirito umano, che porta alla creatività e al valore”. Ha inoltre evidenziato l’importanza di “fun, truth and emotion” e ribadito che la “creatività non ha limiti”.
Praticamente in un sistema così complesso, che ambisce a diventare un ecosistema integrato, se correliamo la creazione di valore con la creatività, scopriamo che l’audacia porta valore: un messaggio potente crea business. Ben il 54% in termini di ROI, secondo quanto specificato da Matt Beispiel direttamente dal Festival di Cannes, in uno dei filmati mostrati da Jose Papa.
Jose ha inoltre sottolineato come i Cannes Lions siano in prima linea nella promozione della creatività: quale forza che muove non solo il business, ma anche lo sviluppo e il cambiamento sociale.

Quindi non solo un bonus che certamente smuoverà non poche acque in un mondo dall’economia assopita: il 75% del costo lo mette lo Stato, una volta tanto, e in modo strutturale, e questo fa ben sperare per il futuro di tutti.
Ma anche una creatività che mai come oggi ha un ruolo così fondamentale per sopperire ai budget limitati, anche di clienti più piccoli rispetto ai grandi brand: basti pensare che in Italia il 90% delle aziende sono PMI.

Un evento da rifare presto anche in Campania: per stimolare la cultura della buona comunicazione e diffondere consapevolezza, informando le nostre aziende locali dell’importanza di bonus come il TCP e della creatività, per favorire sinergie efficaci.


Leave a reply

Intervista quadrupla agli Young Lions

Emozioni forti per i giovani italiani a Cannes 2017.

Giulia Marchi e Giovanni Santoni (Sudler) hanno conquistato lo Young Lions Health Award.

Federica Scalona e Lorenzo Guagni (M&C Saatchi) hanno trionfato nella Young Lions Competition Print.

Impensabile quindi farsi sfuggire l’occasione per un’intervista quadrupla come si deve.

Vi aspettavate di trionfare a Cannes? Quanto è stato emozionante su una scala da 12 a 378,2 periodico?
Giulia e Giovanni
: È stato un sogno diventato realtà. La buona volontà e determinazione ce l’abbiamo sicuramente messa tutta, siamo stati molto fieri del nostro progetto fin da subito e sentivamo che ci fosse del potenziale, ma da li a dire con certezza che saremmo stati nominati “Young Lions Health” a Cannes… finché non siamo saliti sul palco, non ci credevamo. Nessuno dei due è mai stato forte in matematica, non a caso abbiamo scelto di fare i creativi, ma qualsiasi numero tendente all’infinito è quello che si avvicina di più a quello che abbiamo provato.
Federica e Lorenzo: Certo che non ce l’aspettavamo. L’emozione di sentire “Italy” al momento della proclamazione dell’oro ci ha fatto letteralmente saltare dalla sedia. Avendo visto il video in slow motion della reazione dei vincitori dell’anno scorso, abbiamo paura di rivedere il nostro.

Ci raccontate brevemente la vostra campagna?
Giulia e Giovanni: Si tratta di una campagna multichannel, in partnership con Unicef e la Caixia Banking Foundation, per sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro la polmonite. Purtroppo ci sono ancora molti paesi dove le cure per la polmonite non sono disponibili e molti bambini muoiono a causa di una malattia curabile. Partendo da questo insight, ci è venuta l’idea di sfruttare il famoso messaggio “This content is not availble in your country” che compare quando cerchi di visualizzare un video su youtube geo-localizzato. Il 12 novembre (World Pneumonia Day), in collaborazione con i più famosi canali online, milioni di persone scopriranno che i loro contenuti preferiti non saranno disponibili, sottolineando il fatto che, per molti, non sono solo contenuti di intrattenimento a non essere disponibili nel loro paese, bensì medicine che hanno il potere di salvare vite umane. Per sbloccare i loro contenuti gli utenti dovranno fare una donazione oppure vedere uno spot di sensibilizzazione.
Federica e Lorenzo: Il cliente era Global Citizen, un’associazione che si occupa di diverse tematiche sociali. L’obiettivo non era la solita raccolta fondi, ma una stampa che sensibilizzasse il target a essere attivo digitalmente. Da qui l’insight della nostra campagna: anche un semplice tweet può arrivare a istituzioni che ci sembrano lontane e irraggiungibili. “Be annoying”, line della campagna, è una call to action ad essere “fastidiosi”, insistenti, a non mollare mai quando crediamo che qualcosa nel mondo debba essere cambiato. La scelta di usare Trump non è una facile polemica politica, ma vuole piuttosto sfruttare uno dei leader mondiali più discussi sul web per dare un messaggio forte e positivo.

È più facile o più difficile realizzare una campagna Health rispetto a una “tradizionale”?
Giulia: Penso che la creatività sia sempre una, in ambito health sicuramente la vera sfida sta nel trovare il modo di far vivere l’idea in accordo con tutte le restrizioni legate al mondo del farmaceutico. Non ho ancora avuto il piacere di confrontarmi nell’ambito dell’Adv tradizionale, quindi non saprei fare un confronto al momento.
Giovanni: L’healthcare è un campo estremamente affascinante, bisogna sapersi rapportare con un target molto colto e bisogna avere molto rispetto per pazienti e malattie, non credo sia più facile o difficile, ma penso sia giusto che a Cannes ci sia una sezione separata, perché la creatività viaggia su parametri di valutazione diversi.

Quanto avete dormito (o avreste voluto dormire) dopo aver consegnato?
Giulia e Giovanni: In realtà dopo aver consegnato, abbiamo dormito benissimo, anzi abbiamo recuperato tutte le ore di sonno perse le due settimane prima per poter consegnare in tempo. Eravamo molto entusiasti di partecipare al concorso, ma non per questo abbiamo potuto tralasciare il “day-to-day work” pertanto abbiamo lavorato ad oltranza tutte le notti dal giorno in cui è uscito il brief fino al giorno della consegna. Una sera abbiamo anche fatto scattare gli allarmi perché siamo rimasti in agenzia oltre il tempo limite.
Federica e Lorenzo: 7. Decidi tu l’unità di misura.

Siete riusciti a incontrare qualche celebrità del mondo dell’adv? Cosa gli avete detto (o avreste voluto dirgli)?
Giulia: Lì era impossibile non incontrarli, ogni due passi incrociavi un guru del mondo dell’adv… faceva un certo effetto. Le uniche parole che mi sono venute in quel momenti sono state: “è un onore conoscervi di persona”…
Giovanni: Abbiamo conosciuto moltissime persone, italiane ed internazionali, il personaggio più alto (in grado) che ho incontrato è stato Sir Martin Sorrell di WPP, ci sarebbero state molte cose da dire ma l’incontro non è durato più di una stretta di mano.
Federica e Lorenzo: Abbiamo passato una piacevolissima serata in compagnia di Emmanuel Flores Elias, Head of Innovation di JWT Amsterdam, che ha firmato la pluripremiata campagna “The Next Rembrandt”. Emmanuel ha parlato con noi di temi che andavano anche oltre la pubblicità, come l’importanza dell’umiltà nel nostro lavoro e la curiosità di spingersi sempre oltre ciò che vediamo.

Chi è il tipo più strano che avete incontrato a Cannes? Siete riusciti a fotografarlo?
Giulia: Una ragazza che ho visto il terzo giorno mentre effettuavo il controllo di security per accedere al Palazzo del Festival… aveva un vestito con un pattern fatto di cellulari Nokia 3310… La foto è impressa nella mia mente.
Giovanni: C’era un tipo che cavalcava un costume da leone alla festa di inaugurazione, purtroppo non ho foto del nostro incontro.
Federica e Lorenzo: Ci siamo fatti un bel po’ di foto a vicenda. Ma anche quel gruppetto di ragazzi che imitava i Power Rangers nudi sulla Croisette non era poi tanto normale! Per fortuna foto non ne abbiamo.

Avete appena vinto un premio prestigiosissimo: cosa ne pensate della scelta di Publicis di disertare tutti gli award per un anno?
Giulia: È sicuramente una scelta importante che fa pensare, immagino che questa decisione non sia stata presa con leggerezza e abbia una strategia ben precisa dietro, al momento non sono ancora riuscita a farmi un’idea personale a riguardo.
Giovanni: In molti non sembrano essere felici di questa scelta, è una scelta forte che è stata fatta per creare qualcosa di nuovo, spero ne valga la pena.
Federica e Lorenzo: La notizia è sicuramente forte. Il primo pensiero va ai giovani creativi e al loro sogno di salire sul palco di Cannes. Il successivo, è che se un’agenzia internazionale come Publicis ha preso questa decisione saprà senza dubbio come tenere acceso l’entusiasmo dei suoi creativi.

E voi, il prossimo anno tornerete a Cannes?
Giulia: Ora che abbiamo provato l’ebrezza è molto difficile tornare indietro. Ho ancora 2 anni per rimettermi in gioco nella categoria “Young Lion”, e spero di poterli sfruttare al meglio, al tempo stesso non voglio tirarmi indietro neanche in quella “dei grandi…” Sicuramente darò il massimo, e se non sarà nuovamente un leone a portarmi a Cannes l’anno prossimo, anche solo come “attendee” resterà sempre un’esperienza estremamente istruttiva e stimolante da non perdere.
Giovanni: Da adesso in poi vorrei partecipare tutti gli anni e il più possibile da vincitore, anche se dal prossimo anno dovrò gareggiare con i veri leoni quindi continuerò a fare del mio meglio per esaudire questo sogno che a quanto pare può diventare realtà.
Federica e Lorenzo: La vittoria della Young Lions Competition dovrebbe garantirci l’ingresso al Festival anche per il prossimo anno. Speriamo di tornarci con qualche leone in ballo.


Leave a reply

Giovani Leoni 2017: a voi i vincitori!

Giovani, ambiziosi, con tanta voglia di lasciare il segno: i talenti che si sono imposti nella XXI edizione de “I Giovani Leoni“, il premio dedicato ai creativi pubblicitari italiani Under30 promosso da Rai PubblicitàArt Directors’ Club ItalianoPR Hub e Assocom.

La premiazione si è svolta giovedì sera alla Fondazione Feltrinelli di Milano. Le coppie vincitrici avranno l’onore e l’opportunità di rappresentare l’Italia alla Young Lions Competition del Festival Internazionale della Creatività di Cannes (17-24 giugno 2017).

Nella categoria Film, a vincere è stata la campagna realizzata da Corina Patraucean e Veronica Ciceri di Auge Headquarter.

 

Una coppia tutta al femminile. «Per la categoria Film, c’è stata una battaglia al fotofinish tra il primo e secondo classificato – ha detto il presidente di giuria Francesco Nencini – La motivazione a favore del vincitore è stata la capacità di realizzare l’idea creativa attraverso un girato ad hoc, piuttosto che ricorrere al materiale di repertorio. E questo ha permesso all’idea creativa di essere veicolata con maggiore chiarezza».

Due creativi di Havas WW si sono invece imposti nel concorso Cyber: si tratta di Martino Caliendo e Marta Nava.

I vincitori in questo caso sono stati proclamati da Carla Leveratto, Creative Director di Gruppo Roncaglia. «In generale, c’e stata una forte tendenza nel cavalcare i trend tecnologici come VR, Bot, IOT, il che è comprensibile visto la categoria, ma in molti si sono concentrati più su trovare un l’execution d’impatto che nel trovare una vera idea – ha commentato Carla Leveratto -. Abbiamo premiato quindi la campagna che a nostro giudizio parte da un insight originale per atterrare in un’idea vincente. Trasmette inoltre un messaggio positivo, trasformando gli obesi, da parte principale del problema a parte principale della soluzione, con un pensiero laterale e una execution in linea con la categoria».

Categoria Print: in questo caso a imporsi è stata la campagna realizzata da Lorenzo Guagni e Federica Scalona di M&C Saatchi.

Erik Loi, creative director di Havas Milan, ha annunciato i vincitori. «E’ già da qualche anno che la categoria Print risente di un abbassamento della qualità, specie se la paragoniamo alla consistenza dei progetti presentati nelle “nuove” categorie. A mio avviso, la stampa dovrebbe restare un fondamentale del processo creativo in comunicazione. Quest’anno, il primo classificato si è aggiudicato il riconoscimento per un semplice motivo: era l’unico progetto che, in maniera esplicita e diretta, rispondeva al brief, quindi era di facile e veloce comprensione. In più, la coppia creativa ha usato un’immagine coerente con il messaggio. Un’immagine soprattutto attuale. E’ stato questo a fare in modo che la giuria gli assegnasse il premio all’unanimità»

La campagna realizzata da Camilla Sartor di Frank Studio (Milano) e Sofia Girelli di Frog Design (Milano) è invece stata premiata nella categoria Design, con un lavoro giudicato «corretto ‘grammaticalmente’, completo in tutte le parti richieste dal brief e con uno spunto visivo di buon gusto» da Franz Degano, socio fondatore e designer di Quinto Lancio e presidente della giuria Design.

Nel concorso PR Specialist, la campagna è stata premiata da Giorgio Cattaneo, presidente di MY PR, che ha annunciato i vincitori Noemi Fulli e Giacomo Galli di Ketchum. «Devo dire – ha commentato Cattaneo – che i progetti che hanno meritato il podio vedono una strategia di PR molto ben delineata e lo sviluppo di un mix di attività integrate e modulate che vanno dall’ufficio stampa all’utilizzo delle piattaforme di social media, tour itineranti, engagement di influencer in funzione delle audience da coinvolgere». La base comune di queste proposte, ha aggiunto il presidente di giuria, «è la volontà di raccontare delle storie partendo dai valori del brand e il suo riposizionamento».

Per chiudere, nella categoria Media Planner a imporsi è stata la campagna realizzata da Roberta Occhino e Marco Russo di Mindshare. La coppia è stata premiata da Anna Rossetti, Head of Strategy and Content di Havas Media Group, che ha spiegato come il lavoro della giuria abbia selezionato «l’approccio più maturo e completo, dallo studio dell’opportunità all’analisi dei risultati».

Come ogni anno, è stato selezionato uno studente delle scuole di specializzazione in pubblicità e comunicazione, che sarà iscritto alla Roger Hatchuel Academy, in programma durante il Festival. Si tratta di Angela Celano della Fondazione Accademia di Comunicazione di Milano premiata da Francesco Barbarani, Direttore Radio e Web di Rai Pubblicità.

Le short list e le creatività vincenti sono visibili sul sito www.giovanileoni.it.