Postato il Mer 4 Dic 2013 da

La giuria c’è. Chi ha accettato di farne parte dovrà dare prova di grande abnegazione, oltre che di competenza. Sono ben 5000 gli elaborati in concorso.
Se la giuria dedicherà almeno un minuto di attenzione a ogni lavoro, ci vorranno 83 ore. Pause fisiologiche escluse.
ADCI e AIAP chiedono di conoscere tempi e modalità con cui la giuria svolgerà il suo lavoro, e i criteri con cui saranno assegnati i punteggi.

Continua a leggere
Postato il Mar 24 Set 2013 da

Più per curiosità che per dovere, ho risalito le ragioni che hanno portato al discusso bando per un logo di Firenze. (Se vi siete persi le puntate precedenti le trovate qui, qui e qui)

Ho scritto, ho chiesto un incontro, l’ho ottenuto, ho trovato persone capaci e, per l’idea che mi sono potuta fare, benintenzionate. Ho letto la regolamentazione dei diritti d’autore applicata dal sito

Continua a leggere
Postato il Ven 13 Set 2013 da

Martedì 17 settembre avrò un nuovo incontro con il Comune di Firenze per un avanzamento sul tema del bando per il nuovo logo della città. Qui e qui le puntate precedenti. Vi terrò aggiornati.

Nel frattempo ho seguito la delegazione fiorentina a Shanghai nell’ambito dell’accordo sino-italiano per l’industria creativa e il design, iniziativa ambiziosa e interessante per tutti noi, e in particolare per i nostri

Continua a leggere
Postato il Ven 9 Ago 2013 da

Giovedì 8 agosto, alle 8.30 del mattino, ho incontrato in Palazzo Vecchio l’assessore allo sviluppo economico Sara Biagiotti e il direttore delle strategie di sviluppo e della promozione economica e turistica di Firenze, Simone Tani.

E stato un confronto costruttivo.
Riporto le ragioni che hanno condotto l’amministrazione alla attuale forma del bando:

– Assenza di risorse economiche da destinare alla comunicazione istituzionale: alla generale diminuzione di risorse a disposizione dei

Continua a leggere
Postato il Ven 12 Ott 2012 da

Due mestieri diversi.

C’è una cosa che inevitabilmente sorprende il cittadino italiano, o forse anche quello europeo, leggendo le mail elettorali di Obama. Parlano sempre di soldi. Di quanti soldi siano riusciti a raccogliere per colmare il gap con il miliardario Romney. Questo atteggiamento in Italia non sarebbe accettato, men che meno adesso, abituati come siamo a pensare che il politico di soldi ne abbia già a sufficienza, usati sappiamo come. Guardate come

Continua a leggere
string(0) ""