Postato il Gio 1 Lug 2021 da in Equal

Pride Month 2021: 7 iniziative arcobaleno dei Brand per celebrare la comunità LGBTQIAP+

In occasione del mese dedicato al Pride, tanti brand hanno deciso di supportare la lotta per i diritti civili della comunità LGBTQIAP+. 


Il Gay Pride 2021 è tornato nelle principali città italiane e del mondo dopo un anno di lockdown.  Per il Pride Month 2021, diverse aziende si sono impegnate per mostrare il proprio sostegno alla comunità LGBTQIAP+. Alcuni brand hanno deciso di celebrare l’inclusività e la libertà di poter essere se stessi, mentre altri hanno voluto spostare l’attenzione su quanta strada vi sia ancora da fare verso l’uguaglianza e la totale emancipazione.

Ecco una selezione di 7 case di Brand dedicate al Pride Month 2021, italiane e estere.


  • Milano si illumina di arcobaleno con le Big Tech

Milano illumina con i sei colori della bandiera arcobaleno la facciata di Palazzo Marino per quattro notti, da mercoledì 23 a sabato 26 giugno, in occasione del Gay Pride. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al supporto di cinque aziende Big tech: Ebay, Facebook, Google, Spotify, Tik Tok.


  • “Together We Rainbow” di Dentsu Italia: 10 brand “condividono” uno stesso spazio media in un messaggio di inclusione e apertura all’Altro

Secondo il rapporto Rainbow Europe 2021 di ILGA, la metà dei Paesi europei nell’ultimo anno non ha compiuto alcun progresso quanto a diritti civili e anzi ce ne sono stati alcuni che hanno continuato a retrocedere, come Ungheria e Polonia. Qui in Italia, invece, i riflettori sono puntati da diversi mesi sul Ddl Zan, contenente «misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità».

E proprio su questo tema spicca la campagna #TogetherWeRainbow di Dentsu Italia, che il giorno seguente alla nota che sanciva l’opposizione del Vaticano al DDL Zan esce su Corriere della Sera e Messaggero a corollario delle pagine in cui se ne parla, a ribadire e dare voce al punto di vista di 10 Brand che decidono di condividere uno stesso spazio media per lanciare un messaggio di inclusione e apertura all’Altro

Sulla stampa, il placement della campagna sfida i contenuti che lo circondano offrendo il punto di vista esattamente opposto a quello del Vaticano.

“Ci sono pubblicità che ci rendono più orgogliosi di altre. Dentsu&Friends Proud Pride Supporters”

In OOH, la campagna ha accolto i manifestanti del Gay Pride Milano nelle principali fermate legate alla manifestazione, con formati affissione e ambient.


  • “Everyone is Awesome”: il nuovo set LEGO per il Gay Pride 2021

Per celebrare il Gay Pride 2021, LEGO ha lanciato “Everyone is Awesome”, un set che inneggia alla diversità e all’accettazione. La collezione si ispira alla rainbow flag, simbolo della comunità LGBTQIAP+, e ha come protagonisti undici piccole figure, tutte con acconciature differenti: ciascuna rappresenta un colore della bandiera arcobaleno ed è genderless. Secondo LEGO, infatti, spetta esclusivamente a chi giocherà con queste figure scegliere quale genere meglio rappresenti ciascun personaggio.


  • Disney Rainbow Collection

Anche Walt Disney Company ha celebrato il Gay Pride 2021 con il lancio della “Disney Rainbow Collection“. I colori dell’arcobaleno compaiono su t-shirt, peluche, spille e accessori ispirati ai personaggi dei film d’animazione Disney e, per la primissima volta, anche ai brand e alle icone PixarMarvel e Star Wars. L’azienda aggiungerà inoltre a catalogo della piattaforma streaming Disney+ nuovi prodotti, come Pride, un documentario diviso in sei parti che descrive la lotta combattuta dalla comunità LGBTQIAP+ per i diritti civili decennio dopo decennio.


  • Adidas “Love Unites”

Infiniti i Marchi di moda che hanno contribuito a vestire l’inclusività del Pride 2021: Adidas ha deciso di celebrare l’amore in ogni sua forma con la nuova collezione “Love Unites“. Il brand di abiti sportivi ha ideato una collezione di abiti che consentano ai membri della comunità LGBTQIAP+ di esprimere liberamente la propria identità e creatività. Geometrie fluide e tanti elementi graficireinventano i colori del Pride e offrono la massima libertà interpretativa. 

“Love Unites” di Adidas, la collezione per il Pride 2021

  • Converse “Converse By You”

In occasione del Pride Month 2021Converse annuncia il lancio di una capsule collection realizzata in collaborazione con un gruppo di creativi della comunità LGBT+. La collezione ha come focus il famoso modello Chuck, declinato in 5 modelli e varianti caratterizzati da motivi rainbow. Inoltre, su Converse By You, la piattaforma di personalizzazione dei prodotti del marchio, le opzioni sono infinite con le patch “All Star”, le targhe e i lacci ispirati alle bandiere della comunità LGBT+.


  • H&M “Beyond the Rainbow”

H&M presenta “Beyond the Rainbow” la campagna interattiva a sostegno del Pride Month 2021 e della comunità LGBT+, incoraggiando le persone a condividere le loro storie personali attraverso la nuova app beyondtherainbow.hm.com. Scansionando una bandiera arcobaleno attraverso l’applicazione è possibile accedere alle storie raccontate nella campagna, utilizzare filtri Instagram e condividere le proprie storie sui social media.


  • L’inclusività aiuta le Marche?

Negli ultimi anni è aumentato il numero di brand socialmente impegnati che utilizzano le proprie piattaforme per supportare e promuovere la lotta di specifici movimenti di giustizia sociale, fenomeno ampiamente accelerato dalla pandemia.

Perché si sta assistendo a un incremento massiccio delle aziende che si dedicano ad attività di brand activism? Una ricerca condotta da Sprout Social ha dimostrato come il 67% dei consumatori sia attratto in misura maggiore dai brand che decidono di supportare determinate cause, come i diritti umani o la lotta contro il cambiamento climatico. Circa il 53% dei partecipanti alla stessa ricerca ha ammesso, inoltre, di preferire i brand che condividono i loro stessi valori ed è fondamentale, per circa il 56% dei consumatori, che l’azienda sottolinei l’importanza di giorni o mesi istituiti per aumentare la consapevolezza intorno a specifici topic, come il Pride Month.

Il mese dedicato al Pride, in ogni caso, è divenuto negli ultimi anni un vero e proprio palcoscenico per i brand, un mezzo attraverso cui lanciare messaggi di accettazione e inclusività e avvicinarsi sempre più ai consumatori. 


  • Brand activism: non solo comunicazione

Ancora più importante è che tutte le aziende citate non si sono limitate a una campagna di comunicazione: ciascuna di esse sta parallelamente promuovendo iniziative e progetti per tradurre l’inclusività in un impegno sociale e continuativo, a partire dai propri dipendenti. Questo è molto importante, perché per i consumatori coinvolti è molto chiara la differenza tra azione una tantum di pura vanity e impegno continuativo.

Per esempio:

Dentsu Italia

Promuove al suo interno una cultura di Inclusion attraverso processi, formazione e appuntamenti di sharing, e supporta attivamente associazioni che difendono i diritti della comunità LGBTQIAP+ in Italia.

Lego

LEGO ha deciso infine di lavorare con Diversity Role Models, un ente benefico britannico che educa i bambini all’inclusività e all’empatia. LEGO ha anche promesso di voler migliorare l’ambiente lavorativo, renderlo quanto più inclusivo possibile e, in collaborazione con Workplace PrideStonewall e Open for Business, ha pensato a strategie di supporto che possano aiutare i dipendenti LGBTQIAP+.

Disney

Così come LEGO, Disney si impegna a creare un ambiente lavorativo quanto più armonioso possibile e a supportare economicamente le associazioni in giro per il mondo che contribuiscono alla tutela della comunità LGBTQIAP+. In Italia, Disney ha scelto di lavorare con Famiglie Arcobaleno.

Adidas

Adidas ha deciso quest’anno di elevare il proprio lavoro di sensibilizzazione e lotta contro l’omotransfobia attraverso una campagna che intende dare voce a personalità pubbliche appartenenti alla comunità LGBTQIAP+. Tra i protagonisti dell’iniziativa, figurano Layshia Clarendon, primo giocatore di basketball transgender, il tuffatore campione del mondo Tom Daley o, ancora, il calciatore Colin Martin.

Converse

Dalla prima collezione Pride nel 2015, Converse ha donato più di 1,3 milioni di dollari a sostegno di organizzazioni LGBT+ locali e globali. Quest’anno grazie alla partnership con l’It Gets Better Project [IGBP] sosterrà iniziative di storytelling ed educazione su TikTok e Twitch per consentire ai giovani LGBT+ di esprimere il loro potenziale e amplificare la loro voce. Ulteriori sovvenzioni saranno devolute a favore di enti e programmi a supporto delle persone LGBT+ tra cui Ali Forney CenterBAGLY e OUT MetroWest.