Postato il Mer 24 Nov 2021 da in Interviste

TRANSATLANTIC: CROSSING ROGER CAMP’S OCEAN

Autore Simone Nobili


Il sorriso di Mr Camp arriva prima della sua voce. 

Si distende sulla faccia per poi allargare le braccia. 

Ti accoglie dentro, ti fa felice, come una mattina di estate.

Roger Camp, fondatore dell’agenzia Camp+King, squadra solida, determinata ed ingegnosa, come la punta di una matita 2B uscita dalla cartoleria per risolvere i problemi del mondo. 

Quest’uomo nativo del New Jersey si è fatto le ossa alla Cliff Freeman & Partners prima di gettarsi a capofitto nel coast to coast e scaraventare i suoi sogni dalla parte Ovest dell’America.

Quando arrivò a San Francisco nel 2006, entrò dritto nella Publicis/Hal Riney come Chief Creative Officer, a scrivere la storia dentro la storia. Poi nel 2011 fondò la sua agenzia, dopo aver imparato dai migliori lezioni da conservare nel taccuino di Hemingway 

Quando lo incontro, mi getta addosso vibrazioni di stile, e pensieri che scorrono veloci. Il suo oceano è pieno di navi da crociera che trasportano i sogni dei giovani creativi. Mi racconta di come sia riuscito a trasformare il sorriso in un meccanismo di difesa, una scudo di pelle ed anima che gli ha permesso di acquistare sicurezza e rischio. Si, perché Roger ha rischiato tutto quello che c’era da rischiare per arrivare dove è adesso, in questo istante, ora. Press play, please.

Che il vento vi sia di buon auspicio durante questa traversata e che possiate attraversare questo oceano con il sorriso sulle labbra.