Postato il Mar 11 Mag 2021 da in ADCEADCICreative ExpressGiovani

Galli e Venturini rappresentano l’Italia ad ADC*E Creative Express

da ADCI – Art Directors Club Italiano



Beatrice Galli e Claudia Venturini sono i giovani talenti creativi selezionati da ADCI per rappresentare l’Italia a Creative Express ADC*E, la decima edizione del summit workshop che ha invitato i migliori giovani creativi di tutti i Paesi membri del Club a contribuire con la propria creatività al manifesto lanciato dalla Commissione Europea, “The New European Bauhaus”, che invita tutti i cittadini europei a immaginare e costruire insieme l’Europa post-covid, sostenibile e inclusiva, in cui vivere insieme dopo la pandemia.

ADCI – attivato da ADC*E, partner ufficiale del progetto – ha partecipato all’iniziativa raccogliendo le candidature dei migliori giovani talenti italiani e selezionando Galli e Venturini per rappresentare l’Italia tra i 32 giovani talenti da 13 Paesi europei.

Le creative hanno avuto l’opportunità di proporre le proprie idee durante 3 giorni di lavoro guidati da professionisti senior, in team misti che hanno dato loro l’opportunità di conoscere e lavorare con altri colleghi europei.

“Siamo stati divisi in gruppi e a ognuno è stato assegnato un tema diverso, uniti da un unico brief e obiettivo: trovare un modo per ridurre l’impronta di carbonio dell’Unione Europea. Il mio team, composto da personalità brillanti, comprendeva Eva Redmond, Art Director dall’Irlanda; Laurenz Breier, Junior Copywriter dalla Germania; Ieva Vitola, Copywriter dalla Lettonia e il nostro mentore Hans-Peter Albrecht Creative Express Director” commenta Claudia Venturini, Art Director “É stato incredibile riuscire a produrre tante idee e materiali in soli tre giorni, ma soprattutto, riuscire a superare la barriera dello schermo e creare una relazione con il team e una forte intesa. Questo ci ha permesso di realizzare un progetto che ci rappresenta completamente e ci rende fieri del nostro lavoro”.

“Sapevo che sarei entrata in contatto con modi diversi di lavorare, ma non mi aspettavo – considerando che quest’anno il Creative Express ADC*E si è svolto interamente online – di legare così tanto non solo con il team di cui facevo parte, ma anche con altri ragazzi. La distanza dovuta alla situazione non ci ha ovviamente agevolato, ma tutti i mentori e tutti i ragazzi avevano voglia di parlare, di raccontarsi, di scambiarsi idee che anche nel piccolo avrebbero potuto aiutare l’Europa” aggiunge Beatrice Galli, Copywriter Auguro a chi verrà scelto l’anno prossimo di partecipare con lo spirito giusto, di far contare le proprie idee senza paura anche quando dovranno presentare alla Commissione Europea e di portarsi a casa un bel bagaglio in esperienza e conoscenze”.