Leave a reply

ADCI Roma presenta “YouTube Academy” il 28 marzo a Roma.

Grazie al lavoro dei local ambassador, continuano gli eventi ADCI in giro per l’Italia.

A Roma, dopo il successo di #Fuorieurobest, arriva “YOUTUBE ACADEMY” un evento speciale dedicato ai creativi, ai planner, ai social media manager e agli account. L’incontro si terrà il 28 marzo 2017 a Roma, presso lo Studio Legale E-Lex, in Via dei Barbieri, 6 (zona Largo di Torre Argentina), partner di ADCI.

L’evento è a posti limitati e su prenotazione, basta iscriversi qui: formI soci ADCI avranno la priorità.

Sarà il primo di una serie di eventi dedicati alla comunità dei creativi romani” affermano Carla Leveratto e Marco Diotallevi, local ambassador ADCI ROMA, “il nostro obiettivo è riportare la magia dei grandi festival di pubblicità nella capitale.”

Gli speaker saranno:
Marianna Ghirlanda, Head of Creative Agencies
Stefano Caridi, Brand Activation Specialist

Programma:

10:00 – 11:30 | Tell it in 6 seconds
Come sfruttare al meglio il Bumper Ads, il nuovo formato YouTube.
Una sessione dedicata a creativi, account e planner.

11:30 – 13:00 | Content Strategy
Un training per imparare come strutturare una content strategy efficace su YouTube.
Una sessione dedicata a creativi, account e planner.

13:00 – 14:00 | Lunch break

14:00 – 15:30 |  Platform & Analytics
Ottimizza i contenuti del tuo canale YouTube per sfruttarli al meglio. Una sessione dedicata a social media manger, social media strategist e chi lavora direttamente sulla piattaforma.

 


Leave a reply

E se aprissimo le porte #FUORIEUROBEST ?

ADCI CHIAMA A RACCOLTA LE AGENZIE PUBBLICITARIE DI ROMA PER ORGANIZZARE IL FUORIEUROBEST.

Organizzare la prima notte bianca della pubblicità con l’aiuto delle agenzie romane. Questo l’obiettivo di “ADCI Fuorieurobest”, l’evento che si terrà a Roma il primo dicembre 2016 a partire dalle 19 per tutta la notteUn’unica sola notte in cui ogni agenzia organizzerà per un’ora un evento speciale: una battle, ovvero una battaglia tra due direttori creativi o due youtuber o due artisti che si sfideranno a colpi di video/case history con l’obiettivo di conquistare più applausi dal pubblico.Un’occasione collettiva per celebrare la creatività e far festa insieme durante un evento di portata internazionale come l’eurobest.Il programma del Fuorieurobest verrà pubblicato a partire dal 25 novembre sulle principali testate di settore e dai media partner di ADCI. Le agenzie che vorranno essere coinvolte dovranno occuparsi dei contenuti, della location e dell’accoglienza. Le candidature delle agenzie dovranno essere inviate a adciroma@gmail.com e info@adci.itentro e non oltre il 23 novembre. ADCI si riserva il diritto di scegliere le proposte migliori.“Roma durante eurobest sarà la capitale europea della creatività” affermano i local ambassador ADCI Carla Leveratto e Marco Diotallevi, “con il Fuorieurobest vogliamo celebrare quest’opportunità unica.”

Per info: adciroma@gmail.com e info@adci.it


Leave a reply

Local Ambassador – Roma

Siamo Lieti di presentarvi i primi Local Ambassador selezionati:


Carla Leveratto
, Direttore Creativo nel Gruppo Roncaglia, è originaria di Buenos Aires, Argentina. Dopo aver studiato Graphic Design all’Università di Buenos Aires e aver passato un periodo a Londra si è trasferita a Roma dove ha iniziato a lavorare in Wunderman come Art Director per Unilever, Ford, Alitalia e Playstation. Poi in Young&Rubicam si è divertita lavorando per United International Pictures, creando ogni tipo di materiale per i lanci dei film. 

Ha raggiunto il Gruppo Roncaglia nel 2007 come Senior Art Director e dopo aver lavorato per brand come Lexus, Bulgari, MAXXI e Save the Children è diventata Direttore Creativo nel 2012.

Da allora lavora con team multidisciplinari inspirando i talenti nella creazione di campagne innovative che permettano ai brand di creare relazioni durature con i propri clienti, incrementando il loro business. Alcuni di questi clienti sono: Mercedes-Benz, smart, Mastercard, Playstation, Unieuro e Enel.


Marco Diotallevi
è Direttore Creativo e CEO dell’agenzia Plural, specializzata in social media e content marketing. Nel 2006 inizia come copy ATL in Roncaglia&Wijkander e poi The Name. Nel 2010 viene premiato ai Giovani Leoni Sipra e menzionato nel Young Blood, annual dei creativi italiani. Successivamente in Lowe Pirella si occupa di campagne Integrated, ottenendo riconoscimenti ai principali festival nazionali e internazionali, tra cui Cannes Lions. Nel 2012 lancia Plural, con cui nel 2014 firma il primo successo con la campagna per l’alfabetizzazione digitale Rai “Ti Connetto I Nonni”. Da allora l’agenzia si dedica anche alla creazione di content, non solo per il web. Come ad esempio “Complimenti per la connessione”, spin-off di Don Matteo in prima serata su Rai1, per la quale firma sceneggiatura, campagna ATL e la strategia social.

Ha lavorato per clienti nazionali e internazionali tra cui Rai, Mediaset, Bnl, Nestlè, Fox, Subdued, Toyota, Lexus, Saab, H3G, Newton Compton editori, Settesoli, Better, Enpa, Save the Children. Insegna allo Ied Roma, è contributor per Medium Italia con #CortesiePerMillennials.”

Quote di Carla e Marco:
In un momento di pluralità di media, di agenzie e di freelance, l’annual dell’ADCI rappresenta ad oggi l’unico strumento in grado di aiutare a capire lo standard creativo della pubblicità in Italia. Va reso di nuovo un testo diffuso, di cui discutere, in modo tale da ricreare una conversazione, non solo a Milano.
Anche a Roma abbiamo bisogno di spazi in cui condividere la passione per il nostro mestiere, la voglia di superarsi e di emozionare. Di stupirsi per un insight. Per questo vorremmo che i nostri incontri si trasformassero in una festa, e questo è il nostro obiettivo.


2 Replies

4 giugno @18:00 – LIVE STREAMING /ADCI seminar “Prevenire è meglio che litigare” – la tutela delle idee creative” #adcilive

Il metodo Cappuccetto Rosso è il migliore per passeggiare nel bosco dove cresce la creatività?

Se ne parla oggi, 4 giugno, presso lo studio legale e-Lex – Belisario, Scorza, Riccio & Partners (Roma), dove si terrà il seminario “Prevenire è meglio che litigare” organizzato dall’ADCI, su diritto d’autore e creatività.

Il seminario, destinato a creativi e pubblicitari e tenuto dal prof. Giovanni Maria Riccio e dall’avv. Silvia Surano, può essere seguito anche in live streaming.
Le slide che verranno presentate si potranno ottenere previa registrazione via eMail a posta@e-lex.it.
Nel corso del seminario si parlerà, tra l’altro, di diritti morali e patrimoniali; rapporti tra agenzie, committenti e pubblicitari; licenze creative commons; deposito delle opere e marcature temporali; tutela di bozzetti, script e slogan; opere in pubblico dominio; utilizzabilità di immagini e suoni disponibili su siti internet e social network (Facebook, Instagram, Wikipedia, ecc.); mash-up e embedding.

Vi aspettiamo a Roma, fuori Roma o nel bosco di Cappuccetto.

Il contesto potete rileggerlo nel post dello scorso 29 maggio.

Potete seguire il seminar #adcilive ovunque voi siate da qui – inizio h17:45:

Data: giovedì 4 giugno 2015
Dove: Studio Legale E-Lex Belisario Scorza Riccio & Partners, Via dei Barbieri 6, Roma
Orario: 18:00 – 20:00
Hashtag: #adcilive


Leave a reply

YOUTUBE MOBILE ACADEMY ARRIVA A ROMA.

Dopo il successo de “Youtube Content Strategy Workshop” (qui l’articolo), torna a Roma un seminario gratuito di YouTube riservato a creativi, planner e account. L’appuntamento è il 3 marzo alle ore 14.00 presso il Boscolo Hotel in Piazza della Repubblica 47. L’incontro tratterà dello scenario mobile, delle potenzialità sia creative che strategiche del mezzo. Verranno presentati inoltre i wearable device e verranno introdotte le potenzialità che offrono.

“Smartphones, tablet, wearable devices, lo scenario mobile è in continua evoluzione: quali sono le potenzialità creative e strategiche di questi dispositivi? quali le opportunità?”

I posti sono limitati, per iscriversi basta compilare questo form, con l’indicazione di nome cognome e indirizzo email dei partecipanti.

L’agenda:
13.30-14.00 welcome coffee
14.00-16.00 speech
16.00-16.30 coffee break
16.30-17.30 speech

Vi aspettiamo!


Leave a reply

3 cose (+ 1) sul YouTube content strategy workshop di Roma.

Mercoledì 12 novembre c’è stato un bellissimo workshop a Roma dedicato alla strategia dei contenuti per YouTube. Più di 50 invitati provenienti da agenzie creative romane hanno potuto assistere ad alcune delle più importanti case history illustrate dai ragazzi di YouTube.

Ecco di seguito tre cose che ho capito.

1) Da viewers a fan.

È meraviglioso avere un contenuto video che fa milioni di visualizzazioni, ma potrebbe essere un’occasione persa se oltre quel video non c’è una strategia dietro. È il caso di FIRST KISS, virale per un brand di moda di cui nessuno (almeno in sala) si è ricordato il brand (Wrenstudio).

La vera conquista per un brand non sono le views, ma gli iscritti al canale e il tempo di permanenza sui video. Se, incuriositi dal video virale, gli utenti troveranno un canale ben gestito, da viewers diventeranno fan.

2) Il palinsesto perfetto.

Cosa significa un canale ben gestito? Significa differenziazione di contenuti. YouTube ha delineato tre macro tipologie di video.

I contenuti HERO sono i grandi virali, quelli da milioni di visualizzazioni: molto emozionali, portano interesse in breve tempo ma sono fenomeni episodici. Poi ci sono i contenuti HYGIENE, tutorial, backstage o video risposte a discussioni sollevate in rete: un po’ più frequenti, meno emozionali, approfondiscono i temi trattati dal brand. Infine ci sono i video HUB, i contenuti seriali: nati per intrattenere, mantengono viva l’attenzione sul canale in maniera costante ma portano meno views. Insieme questi tre elementi servono per trasformare viewers in fan del canale.

3) Red Bull e GoPro hanno capito tutto della vita.

Ci sono solo due aziende al mondo che accettano pubblicità sui loro contenuti video. Red Bull e GoPro. I loro canali sono dei benchmark a livello mondiale e i loro video mietono milioni di views provenienti da tutto il mondo.

4) Roma è viva.

Questa capitale sonnacchiosa è un coacervo di nuove identità oltre le grandi agenzie. Ed è pronta per accettare nuovi seminari, workshop e altri eventi ADCI.

Di seguito le foto dell’evento. Un saluto a tutti, ci vediamo su YouTube.


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri_10_02_014

Il lavoro di Dan Periovschi, llustratore/artista rumeno – noto anche per le istallazioni in situ – al Moma come al Macro di Roma.

Video intervista con Irving Harper, “paper Sculptor” americano, in bilico tra arte, design e crafts.

Dal Canada all’Europa, Sid Lee, “agency of the year” 4 volte in 5 anni, che recentemente ha firmato il restyling del brand ADC Global.

Martina Flor, giovane typographer/calligrapher argentina con base a Berlino.

twitter: @claudianeri


Leave a reply

Il Grande Venerdì di Enzo 2 – aperte le iscrizioni.

La data è fissata per venerdì 10 maggio, ma le iscrizioni sono aperte da oggi fino al 9 maggio.

Il Grande Venerdì di Enzo, quest’anno, si svolgerà in 3 città italiane: Milano, in Via Carnevali 24 (presso Made), Roma, in via degli Ausoni 3 (presso Spazio Cerere), Bologna, in via Guerrazzi 1 (presso Spazio&).

Non abbiamo ancora la lista definitiva di tutti i direttori creativi che parteciperanno (lo pubblicheremo appena possibile), ma posso assicurarvi che il profilo sarà molto alto, come quello dell’anno passato.

Per iscrivervi dovete andare sulla fanpage del Grande Venerdi di Enzo su Facebook, e cliccare dentro la tab “GVE2 Iscriviti”.

Non perdete tempo perché l’anno scorso abbiamo fatto sold out e, purtroppo, abbiamo dovuto dire di no a molti ragazzi.

Per l’occasione avremo anche un hashtag dedicato: #EnzoB.

 


28 Replies

Il bando della matassa: “Roma in un’immagine”

Logotipo di Roma, 2012

Pennellate per Roma

Considerazioni di Paola Manfroni, vicepresidente ADCI, e Claudia Neri, Socio ADCI, art director e desiger, sul nuovo logo per la città di Roma.

Qui il bando di concorso del comune di Roma
Prima ancora di andare a studiare il brief che ha portato alla discutibile realizzazione di un logo per Roma, ci imbattiamo nelle parole di Monica Scanu, membro della commissione di valutazione e curatrice della mostra che espone 70 dei 1103 loghi partecipanti. Scanu parla di “una sintesi del variopinto e articolato scenario di singolari e colorate interpretazioni della città”.
Singolari e colorate. Cosa possiamo aggiungere. Quello a cui assistiamo è solo un grande equivoco.

Noi professionisti definiamo un logo come una sintesi estrema, portatrice di precisi valori, scelti come i più efficaci a raggiungere un obiettivo di comunicazione dato, capace di competere nell’affollato scenario dei segni proprio della contemporaneità. Non scaturisce da un’allegra e vasta partecipazione nazionale di professionisti misti a studenti, ma da un serio e competente lavoro svolto tra designer e committente. Una “colorata interpretazione della città” non è un logo, ma un’immagine per merchandising da bancarella. Utilizzo al quale pare effettivamente destinato a giudicare dalle applicazioni proposte. La bassa qualità del logo vincitore dunque è figlia della incredibilmente bassa ambizione che lo origina. Ambizione ben definita da una frase dell’assessore Croppi: “(un logo che ) era facile realizzare, visto che Roma ha un suo brand da qualche migliaia di anni”.
Così facile che la soluzione c’è già, proprio nel bando:

Il marchio proposto dovrà necessariamente rappresentare l’immagine della Lupa Capitolina, simbolo
della fondazione di Roma ed essere accompagnato dall’espressione testuale/logotipo “Roma”.

Che una soluzione così conservatrice e ovvia possa raggiungere gli obiettivi sfidanti esposti in un altro punto del bando

Oggetto del concorso è la realizzazione di un marchio logotipo destinato alla promozione della città di Roma
a livello nazionale e internazionale, alla comunicazione culturale e turistica, al merchandising e alla
commercializzazione.

è poco probabile.

Che il nostro mondo di graphic designer e professionisti della comunicazione – che oggi si solleva in massa contro le scelte capitoline – impari a comunicare di più e meglio sé stesso, per diffondere criteri di qualità che da anni sono largamente condivisi dalla comunità creativa nazionale e internazionale, ma ignoti a una bella fetta di committenza pubblica, è invece doveroso.

Paola Manfroni

Aggiunge Claudia Neri:

Ciò che colpisce, al di là della mediocrità imbarazzante del risultato, è la distanza siderale che separa classe dirigente politica e il design. Nel paese che il Design l’avrebbe inventato, stando alle cronache. E che del Design fa un porta bandiera per l’Export. (il tanto decantato made in italy). Purtroppo si possono citare molti altri esempi, primi fra tutti il logo “prima maniera” dell’EXPO di Milano, oppure l’imbarazzante frutto partorito per l’inutile portale di Italia.it. (con annessa cmpagna, ve la ricordate?)
Sono aberrazioni che nascono dallo scollamento tra l’incultura dei dirigenti politici e amministrativi e le classi professionali. Che non hanno voce. Mai
Fa quasi ridere poi l’idea che nel caso di Roma, ci sia pure la pretesa di vendere il merchandising ai poveri turisti stranieri. Secondo alcuni giornali addirittura, citando la brand id di NY , il famoso logo di Milton Glaser con il cuore.
E non è il primo d’aprile.

Claudia Neri