Leave a reply

dieci cose – Digital Marketing Day

Il punto di partenza di dieci cose – Digital Marketing Day 2017, che si terrà a Milano il prossimo 18 marzo, è quello di chi pone uno sguardo al contempo critico e pragmatico sul continuo mutare ed evolversi del marketing digitale. Un campo “di battaglia” dai confini sempre più intrecciati.

Una giornata, quella del 18, intensa e dinamica con 12 interventi pratici e un pizzico visionari che si concentreranno su aspetti specifici coscienti del fatto che i massimi sistemi spesso poco funzionano nelle attività quotidiane di comunicazione.

Tra i relatori già confermati ci saranno Giorgio Soffiato, Mafe De Baggis, Paolo Ratto, Guido Ghedin, Piero Tagliapietra, Eleonora Cipolletta, Rocco Rossitto e Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi di Gnambox.

Il 18 marzo sarà inoltre l’occasione per festeggiare i tre anni di dieci cose – il web in pratica, il progetto di formazione itinerante dedicato “a come va il web oggi” ideato dall’agenzia di comunicazione +ADD DESIGN.

In questi tre anni e trenta tappe dieci cose ha tracciato uno scenario strategico e pratico, fornendo spunti, idee, stimoli e percorsi per avere punti di vista non convenzionali e porsi in maniera critica e non standardizzata nei confronti delle attività di comunicazione delle aziende.

Per questo gli incontri di dieci cose sono soprattutto un’occasione di confronto con chi lavora nel mondo della comunicazione digitale, con imprenditori e manager, studenti universitari e non solo.

I soci ADCI (per informazioni – clicca qui) )godono di uno sconto del -20% rispetto al prezzo pubblico, per usufruirne basterà inserire un codice promo sconto in fase di acquisto che vi verrà inviato nei prossimi giorni. 

Per iscriversi e per altre informazioni e curiosità CLICCA QUI!


Leave a reply

ADCI al fianco di Parole O_Stili per la prima community italiana contro la violenza in Rete

Le parole sono fondamentali nel processo creativo e fondamentale è sceglierle con cura. Per questo Parole O_Stili, con il patrocinio di ADCI, organizza per il 17-18 febbraio a Trieste un evento in cui riflettere sulla non neutralità delle parole insieme ad esperti di comunicazione e digitale. Qui sotto tutti i dettagli e Qui il programma dell’evento.

Comunicare, una questione di rispetto
Parole O_Stili: la prima community italiana contro la violenza in Rete

Le parole che usi raccontano molto di chi sei. è un assioma semplice, che riguarda tutti: professionisti, personaggi pubblici, aziende e privati cittadini. Le parole esprimono i nostri valori e definiscono la nostra identità, sono il nostro contatto con il mondo. Rendere profondo o superficiale questo contatto è prima di tutto un atteggiamento, una forma di rispetto verso noi stessi e gli altri. In particolare, noi di Parole O_Stili abbiamo a cuore la comunicazione che si esprime attraverso la parola. Offline ma anche online, dove sempre più spesso proliferano atteggiamenti impropri, maleducati, aggressivi, inconsapevoli delle conseguenze che possono generare.

Abbiamo un obiettivo ambizioso, condiviso con Adci e sostenuto da oltre 500 tra pubblicitari, creativi, giornalisti, manager, politici e influencer: riflettere e far riflettere sulla non neutralità delle parole e sull’importanza di sceglierle con cura, perché siamo convinti che sia necessario ripensare il modo con il quale stiamo in Rete e con il quale parliamo di noi stessi agli altri. Lo faremo riunendoci a Trieste, il 17 e 18 febbraio, presentando un “Manifesto della comunicazione non ostile” e ospitando relatori di primo piano – tra cui esperti di comunicazione e di digitale come Enrico Mentana, Annamaria Testa, PierDonato Vercellone, Daniele Chieffi e Anna Masera – e dando vita a 9 tavoli tematici: social media e scritture; giornalismo e mass media; viaggi, sport e divertimento; politica e legge; business e advertising; religione; giovani e digitale; bufale e algoritmi; bambini e social media.

Fanno parte del Comitato Scientifico promotore dell’iniziativa:

Giovanni Arata, social media manager @Emilia Romagna, Rodolfo Baggio, docente Bocconi, Giovanni Boccia Artieri, Scienze della Comunicazione @Università di Urbino, Andrea Camorrino, direttore commerciale @Proforma, Vera Gheno, responsabile twitter @Accademia della Crusca, Giovanni Grandi, docente @UniPadova, Insopportabile, blogger e twitter influencer, Rosy Russo, titolare di UAUacademy e Spazio UAU.

L’evento è gratuito e aperto a tutti fino a esaurimento posti. Qui il programma e le modalità per iscriversi.


Leave a reply

ADCI ha scelto Creative Campus come partner per la formazione on-line.

 

Creative Campus è una scuola di comunicazione appena nata che già sta facendo molto parlare di sè. Fondata da un past president e fondatore ADCI (Lele Panzeri) e da un pluri ex consigliere ADCI (Matteo Righi), questa scuola è un nuovo modello di formazione che si svolge completamente online ma in modalità “live” e offre corsi di specializzazione professionale nel mondo della comunicazione e del design.

ADCI ha scelto di avere Creative Campus come partner per la formazione online. In attesa di concretizzare la partnership con eventi e clinic e workshop che sfruttano la piattaforma tecnologica della scuola, Creative Campus ha pensato di riservare a tutti i soci ADCI uno sconto del 25 per cento su tutti i corsi. Un’offerta dedicata soprattutto ai soci più junior.

I docenti di Creative Campus sono attualmente una ventina e molti di loro sono soci ADCI. Altri ne arriveranno in futuro e il club sarà il bacino preferenziale per la loro scelta: tutti i soci sono professionisti di successo e in attività come previsto dalla scuola per il corpo docente.

In un mercato della formazione che immette nel mondo del lavoro solo una percentuale minima dei possibili talenti, era necessario trovare una formula innovativa che permettesse di accedere allo studio nei campi della creatività anche a chi non può permettersi una scuola costosa o trasferimenti in altre città. Ma anche di accedere a programmi di studio più mirati, ‘à la carte’, magari per mettersi alla prova con un corso specifico per capire se si è davvero tagliati per questo lavoro.

Per fare questo si è cercato di migliorare il rapporto “maestro-allievo” creando delle classi ridotte a sole 10 persone e con lezioni molto pratiche, con esercitazioni settimanali e materiali da studiare durante la settimana. Proprio per questo, le 10 lezioni previste, generalmente di un’ora e mezza, non sono poche. Danno infatti agli studenti la possibilità di esercitarsi durante la settimana e di coronare due mesi e mezzo di corso con un incontro finale con il proprio docente. L’ultima lezione sarà infatti un faccia a faccia tra docente e singolo allievo, con una review finale di tutte le esercitazioni, una valutazione specifica e una buona dose di consigli e dritte per approcciarsi al mondo del lavoro in maniera efficace.

I professionisti che operano attualmente nel settore – e che sarebbero i docenti più appropriati per trasferire competenze aggiornate – non hanno tempo di insegnare in una scuola organizzata in modo tradizionale, dove trovano invece spazio docenti “accademici” mai o poco coinvolti nel mondo lavorativo e spesso distanti dalle esigenze reali del mercato.

Creative Campus nasce anche per ovviare a tutto questo e la sua formula innovativa non riguarda solo gli studenti, riguarda anche i docenti.

Le lezioni si svolgono infatti in un’aula virtuale, in diretta live, in un orario comodo sia per chi insegna che per chi impara. E tutti comodamente seduti a casa propria o in ufficio davanti a un computer connesso a Internet.

I nomi dei docenti, i programmi dei corsi e tutte le altre informazioni sulla scuola sono nel sito di Creative Campus. Per rimanere informati sulle attività della scuola il modo migliore è seguire la pagina Facebook, mentre per ogni ulteriore approfondimento è possibile scrivere alla Segreteria.

Ci vediamo online!


Leave a reply

AWARD ILLUSTRAZIONE 2015 – Partnership Adci e AI

Grazie alla nuova partnership, le candidature per aggiudicarsi l’AWARD ILLUSTRAZIONE 2015 si aprono in anteprima con l’adesione al bando AI.

La call è rivolta agli Art Director e alle agenzie: informate e incoraggiate tutti gli illustratori con cui lavorate abitualmente a partecipare candidando le campagne su cui avete lavorato insieme.

Tutte le info in locandina – Iscrivetevi numerosi!