5 Risposte

Cric: un sobrio (quasi) resoconto.

Da Cannes, Clem e Davide (Cric)

Siamo appena tornati da Cannes, più sconvolti che mai per questo premio che ci ha colti alla sprovvista e, soprattutto, per i fiumi di alcool che hanno seguito la premiazione.

Siamo arrivati con un solo obiettivo: lo Young Director Award, su cui puntavamo tutto.
Lo diciamo con un pizzico di ingrata delusione, un po’ come per i giovani leoni. I due premi che più sentivamo nostri non li abbiamo vinti, ma a quanto pare anche noi che siamo definiti “sognatori” stavolta non abbiamo saputo sognare in grande.

Vogliamo ringraziare tutto l’adci a partire da te, Massimo, che ci hai sostenuti dall’inizio, ma anche Ted, Vicky, Bruno e i nostri ex colleghi della Lowe e della NewPartners. So che piace sempre fare polemica, ma non bisogna dimenticare che le critiche che ci vengono mosse sono vere: siamo dei fottuti buonisti e sappiamo di aver ricevuto tanto da molti, in esperienza, incoraggiamenti e calci in culo. Grazie anche a tutti quelli che ci hanno chiamato ingenui, raccomandati, sempliciotti e fuochi di bengala. Grazie perché ci date grinta e voglia di spalmarvi in faccia altri lavori di qualità che vi facciano rosicare ancora di più (e magari diano qualche stimolo anche a voi).

A tutti quanti mandiamo un abbraccio e vi assicuriamo che non ci monteremo la testa in ogni caso, che si continui a vincere premi o che si sparisca nell’oblio, Possiamo comunque dire che questa esperienza a Cannes ci ha dimostrato che vincere un premio è elettrizzante e mette in corpo una sana competizione, ma anche che basta fare un passo indietro per rendersi conto che è tutta paglia: i premi, le feste, le pacche sulle spalle e le luci sul palco.

A presto.

P.S.: Come promesso A Massimo, vi mandiamo una foto di noi un po’ brilli a Cannes


Lascia una risposta

Cannes 2011: Bronzo per Cric e JWT.

Entrambi i film italiani entrati in shortlist al Festival Internazionale della Creatività di Cannes hanno portato a casa un Leone di Bronzo.

I film sono “Perchè tu mi piaci”, lo spot unbranded di Poste Italiane realizzato dai ragazzi di Cric (Davide Mardegan co-fondatore dell’agenzia, Clemente De Muro, copywriter e Niccolò Dal Corso, produttore esecutivo) e “Tennis”, lo spot di JWT per Fitosonno Sleeping Tablets di Bayer, ideato da Paolo Cesano, Bruno Bertelli (art) e Flavio Mainoli, Cristiana Bocassini (copy).

“Perchè tu mi piaci” ha conquistato anche una shortlist allo Young Director Award.

Complimenti!


1 Risposta

Cannes 2011: nella categoria Film due spot italiani in gara per un Leone.

Due film italiani sono in gara per un Leone al Festival Internazionale della Creatività di Cannes.

Sono “Perchè tu mi piaci”, lo spot unbranded di Poste Italiane realizzato dai ragazzi di Cric (Davide Mardegan co-fondatore dell’agenzia, Clemente De Muro, copywriter e Niccolò Dal Corso, produttore esecutivo) e “Tennis”, lo spot di JWT per Fitosonno Sleeping Tablets di Bayer, ideato da Paolo Cesano, Bruno Bertelli (art) e Flavio Mainoli, Cristiana Bocassini (copy).

Sabato 25 saranno annunciati i vincitori, ma noi potremmo saperlo prima se Bruno Bertelli (socio ADCI e giurato italiano nella categoria Film) ci farà una soffiata!

Stay tuned!