1 Reply

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S1 E10/12)

Il fatto che febbraio finisca prima, quest’anno, è in qualche modo giustificato dalla sindrome delle 50 sfumature.

Ma ricorda: l’importante non è quanti giorni hai, ma come li usi.

Questa sagra del doppio senso a basso costo è invece un retaggio del Festival di Sanremo, picco d’eccellenza di questo mese.

Ma vediamo cos’è successo nel magico mondo dell’adv.

Eccovi il decimo episodio della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali.

The new Porsche Cayman GT4 – Rebels, race on.

Il motore boxer a 6 cilindri dispone di iniezione diretta (DFI), VarioCam Plus e lubrificazione a carter secco integrato. Inoltre, l’impianto di aspirazione variabile con valvola di risonanza regolabile assicura una buona aerazione del motore che, con una cilindrata di 3,8 litri, raggiunge ben 283 kW (385 CV) a 7.400 giri/min. La coppia massima di 420 Nm è disponibile fra 4.750 e 6.000 giri/min.

O, in altre parole, CIAONE.

GoPro: Pole Vaulting with Allison Stokke

Spoiler: è un’atleta che salta molto in alto.

È altamente probabile che i più siano arrivati a vedere questo video inserendo nei motori di ricerca le key words giuste, ma con intenzioni sensibilmente diverse.

Provate con brunette-pole-cam.

Kinder Cereali – Ti Prometto – #PossoAiutartiMamma

Alcune mamme sono state convocate per un finto casting. In realtà leggeranno le lettere che figli e mariti hanno scritto loro, riempiendole di promesse di aiuto e di ringraziamenti sdolcinati.

Ok. Aspettiamo con trepidazione la seconda puntata. Eserciti di mamme che tirano ciabatte contro i famigliari perché, ovviamente, non hanno minimamente mantenuto la promessa.

Clash of Clans: Revenge (Official Super Bowl TV Commercial)

“I don’t know you, BigBuffetBoy85, but if you think you can humiliate me and take my gold, think again”. Liam Neeson vince sempre. Tutto.

Durex: Reality, it’s better than fiction… #50GamesToPlay

A quanto pare la gente ha smesso di fare l’amore. Il problema è che, secondo recenti sondaggi, la gente ha smesso anche di fare sesso. Durex, salvaci tu: ed è subito #50GamesToPlay. In realtà il risultato più preoccupante è che la gente sta cominciando a leggere di più.

***

Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

#SpecialProposal – What if… CoorDown & YouTube again?

CoorDown sceglie ancora YouTube per lanciare il clip realizzato in occasione della Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down (WDSD), sabato 21 marzo 2015.

Etichetta vuole che vi dia lo spoiler warning su quanto seguirà. Buonsenso dice che tanto il clip l’avete già guardato. E nel caso che no, fatelo, e dopo leggete, ma solo se volete. Ma il clip guardatelo. Ma la Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down (WDSD) ricordatela e soprattutto socializzatela, sui vostri profili e sui vostri canali. E fatelo con questo video. Io per esempio l’ho fatto. Poi son tornato ai gattini, certo, ma con un cuore più leggero.

Salvatore e Caterina si amano. Salvatore vuol chiedere a Caterina di sposarlo. Salvatore organizza una sorpresa a Caterina: la raggiunge al lavoro con una bella scorta di vocioni blues e le consegna la chiave della loro futura casa. Emozione, baci, convivenza, rapida combo di scene di vita felice, titoli di coda.

Quel che rende la proposta speciale è la modalità con cui viene “allestita” e formulata. Quel che la rende specialmente sorprendente è… la sorpresa che questo video genera in chi guarda. Salvatore e Caterina sono affetti da Sindrome di Down. Eppure amano (ah, quindi vivono sentimenti profondi e complessi). Eppure convivranno da soli (ah, quindi sono autonomi). Eppure son capaci di sorprendere. Sai che novità – fanno quel che fa qualsiasi persona innamorata.

Ah, quindi perché -sulle prime- son sorpreso da loro invece che con loro?

Stacco.

CoorDown fa ancora centro, pare. E dopo “Dear Future Mom” (Grand Prix 2014), sceglie ancora YouTube in quanto canale privilegiato delle iniziative che partono “dal basso”, senza per questo rinunciare all’obiettivo di ottenere la massima visibilità possibile, come ci ha fatto notare ieri Marianna (Google Italia), raccontandoci questa storia. Che abbiamo voluto condividere con voi.

#SpecialProposal
Thank you for sharing ;)


Leave a reply

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S1 E9/12)

Gennaio manifesta la sua nota arroganza, arrivando per primo anche quest’anno. Ci siamo presi del tempo per salutarlo. Ma ora ciao, Gennaio.

Napolitano finalmente è riuscito ad uscire dal tunnel della presidenza e per sostituirlo si è cominciato a cercare un giovane con esperienza.

Nell’indecisione, Matteo si rallegra e sceglie la via dell’anagramma. Il nuovo presidente è Sergio Mattarella.

Ma vediamo cosa è stato questo Gennaio secondo gli utenti di YouTube.

Eccovi il nono episodio della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali.

2015 Budweiser Super Bowl Commercial “Lost Dog” | Budweiser #BestBuds

C’è aria di novità in casa Budweiser. Dopo “Puppy Love” arriva “Lost Dog”. A volte la linea più breve tra due punti è un cane.

#KimsDataStash | T-Mobile Commercial

L’attesissimo spot di T-mobile per il Super Bowl. Grande protagonista, brillante e con una personalità tutta sua. Anche il resto della Kardashian non è male.

Microsoft HoloLens – Transform your world with holograms

Finalmente la tecnologia viene incontro al bisogno di portare il fidanzato immaginario al pranzo di Natale.

“Slap her” – children’s reactions

 

Ora l’unica cosa da fare è uno studio per capire come mai, quando questi mini-uomini crescono, non diventano sempre uomini ma a volte si risolvono in subumani.

Fiat 500X car launch feat. Dynamo & #ThePowerOfX in London


Quindi è così che nascono i bambini?

***

Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

YOUTUBE MOBILE ACADEMY ARRIVA A ROMA.

Dopo il successo de “Youtube Content Strategy Workshop” (qui l’articolo), torna a Roma un seminario gratuito di YouTube riservato a creativi, planner e account. L’appuntamento è il 3 marzo alle ore 14.00 presso il Boscolo Hotel in Piazza della Repubblica 47. L’incontro tratterà dello scenario mobile, delle potenzialità sia creative che strategiche del mezzo. Verranno presentati inoltre i wearable device e verranno introdotte le potenzialità che offrono.

“Smartphones, tablet, wearable devices, lo scenario mobile è in continua evoluzione: quali sono le potenzialità creative e strategiche di questi dispositivi? quali le opportunità?”

I posti sono limitati, per iscriversi basta compilare questo form, con l’indicazione di nome cognome e indirizzo email dei partecipanti.

L’agenda:
13.30-14.00 welcome coffee
14.00-16.00 speech
16.00-16.30 coffee break
16.30-17.30 speech

Vi aspettiamo!


1 Reply

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali Speciale 2014)

Stando alle ultime ricerche, il 16 febbraio è il momento migliore per parlare dell’anno appena trascorso.

Lontani dalla euforica depressione natalizia, dimenticati i buoni propositi – sfumati circa verso il 23 gennaio, passata la frustrazione dell’amore a comando, ora siamo liberi. Liberi di riesumare un 2014 che ormai credevamo perduto per sempre. E invece no.

Bentrovati, dunque. Questo è un appuntamento speciale.

Siamo qui per raccontarvi il fu 2014 attraverso ciò che i viewers di YouTube hanno percepito come summa del magico mondo dell’Adv.

È stato un anno faticoso, denso, frastagliato, precario. Un anno pieno di speranze, con un occhio e una zampa fuori dalla crisi. Insomma, un anno a caso tra il 2008 e il 2014.

Ma, soprattutto, se questa è la top ten dei commercial più visti in Italia quest’anno, ci meritiamo pure le cavallette.

Quella che segue è una classifica che, oltre ad essere di una noia mortale, appare pressoché appannaggio dell’universo maschile. Macchine, calcio e tette. O meglio, non c’è una campagna sulle tette (no spoiler no cry), ma è all inclusive nelle prime due categorie.

Prima di cominciare vediamoci un po’ di 2014 fatto bene, giusto nel caso che qualcuno di voi fosse già così nel 2015 fino al collo da non ricordarsi del buon vecchio ’14.

Ed ora, eccovi un episodio speciale della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali 2014.

 

Samsung GALAXY S5 – Official Introduction

Davvero la gente è così pigra che ha bisogno di una colonna sonora per capire come usare il proprio smartphone?

 

The Dream: all in or nothing – FIFA World Cup


Dover scendere in un campo così importante è sì un sogno, ma l’ansia da prestazione può causare gli incubi peggiori. Dopo questo bel trip Messi&Friends devono andare a, mi vien da dire giocare-ma a loro piace “combattere”, in Brasile e devono affrontare una scelta: all in or nothing. Perbacco, è un video interattivo. Dev’essere bello per forza.

Scelgo All In. Dannazione, una landing page. Mi informano che c’è gente che mi odia.

Scelgo Nothing. Dannazione, una landing page. La stessa. Sì, qualcuno mi odia.

 

The Epic Driftmob feat. BMW M235i

Nuoto sincronizzato su strada. “Polizia chiami un poliziotto”. Oh, ma è una donna. Ah, vuole farsi il pilota. Allora va bene.

“There are millions of BMWstories”. Ma il gioco non era raccontarne una, nevvero?

 

Bad Boys at Disneyland Paris

Nonostante sia una delle cose più fake, patetiche e noiose mai viste, se arrivi in fondo senza avere almeno gli occhi lucidi, beh, hai ragione. Prendi uno stereotipo ed esasperalo nella sua stereotipata antitesi. Risultato? Nulla.

 

John Lewis Christmas Advert 2014 – #MontyThePenguin

Del bambino strano e del suo amico pinguino ninfomane avevamo già parlato. Ma forse ci è sfuggito qualcosa.

Forse è un film sulla nostalgia, sul rimpianto della nostra credulità. Forse è un mini-umano che ha capito tutto, che le farfalle nello stomaco non verranno uccise dai succhi gastrici. Quindi: troviamo una pinguinessa!

Oppure, banalmente, rimane un film su un bambino sociopatico ed il suo problema con la zoofilia.

 

Lionel Messi & Roger Federer Trading Places Gillette #InnerSteel

Tre cose.

#1: Messi testimonial di qualcosa, non si era mai visto.

#2: la valigetta ammanettata al polso no, basta. Almeno non per dei rasoi, dai.

#3: stereotipi: ne sentivamo la mancanza.

 

Castrol EDGE – Titanium Strong Blackout

Questo spot fa venire una gran voglia di mollare tutto e diventare manichini da crash test.

Ma, soprattutto, come recita l’adattamento italiano: “quando arriva il momento sii forte come il titanio.” Brividi.

 

Nike Football: The Last Game ft. Ronaldo, Neymar Jr., Rooney and more

Nike dice: “The Last Game’ is a story about risky football versus safe football. The scientist and the clones want to prove that riskless football is more effective.”

Hanno già detto tutto loro. Aggiungo: bello, fatto bene, inutile.

 

Nike Football: Winner Stays. ft. Ronaldo, Neymar Jr., Rooney, Iniesta & more

In questo matto matto gioco del calcio capiamo che vince chi rischia tutto per andare sempre più in alto.

Altro film Nike. Ok, va bene, bravi. Ma mo’ ve lo buco sto pallone!

 

Cornetto Cupidity Love Stories: Logico #1

Cornetto, Cremonini e l’amore ai tempi dei social. Che nessuno avrebbe mai immaginato di rimpiangere il Colera, tant’è.

Sarà che la nostalgia di epoche mai vissute è un male comune e che sono tutti pubblicitari con il badge degli altri, ma qui di logico non c’è nulla.

***

A presto, con la puntata di Febbraio.

Nel dubbio, buon anno.

***
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S1 E8/12)

Santi, Morti e fantasia. Novembre è sempre stato un mese strano ma quest’anno ha confuso anche il magico mondo dell’Adv.

Nella Londra in cui Beckham jr. si muove come Celentano e ambigui pinguini cercano l’amore, un secolo fa i supermercati andavano in guerra e se la godevano come pazzi. Mentre nella Parigi del Diciottesimo secolo c’è gente che si chiama Arno, nell’Italia di oggi Pirlo è finalmente impressed.

Eccovi l’ottavo episodio della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali.

Assassin’s Creed Unity – Trailer di Lancio [IT] [XBL]

Ubisoft rilascia il trailer di Assassin’s Creed Unity, nuovo attesissimo episodio next-gen del celebre franchise.

Parigi, 1789. Un giovane di nome Arno si scorda come sciacquare i panni e gli prende la pazzite. Il suo viaggio lo porterà nel bel mezzo di una spietata lotta per il destino di una nazione, trasformandolo in un Maestro Assassino. Percorso tipico esaltato da attori pazzeschi, talvolta leggermente plastici. Delude solo la mancanza del tormentone “Coca Cola con la cannuccia.” Si consiglia di giocare con le mani sporche di burro ed altri stereotipi.

Palleggi proibitivi a Vinovo con Goodyear.

Questo film per Goodyear rappresenta un unicum, è riuscito in un’impresa incredibile, mai vista. Pirlo ha più di un’espressione facciale. Indossa, nell’ordine: un ghigno di sfida, la solita faccia, un sorriso e delle ciabatte zebrate.

Lui, Morata, Pereyra ed Evra non riescono a metterne una in porta perché non indossano le scarpe adatte. Divertente video per sensibilizzare circa la sicurezza stradale. Andate a cambiare le scarpe. 

Sainsbury’s Official Christmas 2014 Ad.

Agenzia creativa: AMV/BBDO

Ispirato dalla tregua di Natale avvenuta durante la prima guerra mondiale, questo film mostra i nemici sul fronte occidentale. Divisi da un innevato campo di battaglia, le due fazioni intonano Silent Night nelle rispettive lingue, Inglese e Tedesco. Poi, poco poco piano piano, alcuni soldati emergono timidamente dalle trincee e finisce tutto a tarallucci e vino. O, più plausibilmente, a Tea e Würstel. Grandi strette di mano, grande umanità e vicendevoli auguri di eterna felicità.

Ma, come in ogni guerra che si rispetti, il bombardamento riprende e i soldati si ritirano tristi dietro al loro filo spinato. Tornato nella sua trincea, un tedesco scopre una tavoletta di cioccolato nascosta nella tasca del collega britannico, la stessa cioccolata che sarà in vendita nei supermercati Sainsbury e il cui ricavato andrà alla Royal British Legion.

Insomma, in amore e in advertising vale tutto.

“From London with Love”- Starring Romeo Beckham.

Agenzia creativa: Burberry Creative Team

Romeo Beckham, 12 anni, è il protagonista della campagna di Natale di Burberry. La storia è quella di un ragazzo che consegna il dono d’amore di una giovane coppia, saltellando come un pazzo in trench e sciarpa. Tra scenografie e coreografie ispirate al periodo d’oro dei musical cinematografici, il giovane Beckham prima fa il figo, poi è pensieroso, poi sognante, poi scatenato, poi terzo incomodo, poi molleggiato, poi ci siamo annoiati. Quattro minuti sarebbero stati troppi anche se il testimonial fosse stato il padre. Nudo. Figuriamoci per un ragazzino con gravi problemi alle giunture.

John Lewis Christmas Advert 2014 – #MontyThePenguin

Agenzia creativa: Adam&EveDDB

John Lewis ci ha sempre abituati a campagne epiche e sognanti che sono diventate una sorta di tradizione natalizia. Quest’anno poi, ciaone. Ha presentato la sua ultima fatica tramite un account Twitter con l’hashtag #montythepenguin. Monty, pinguino bello e tracagnotto che ha lo sguardo del cane che fa la cacca.

Il bambino Sam è convinto di sapere qual è il regalo che Monty, il suo migliore amico, desidera fortissimamente per Natale. E cosa gli regala? Una pinguinessa. La storia di un bambino sociopatico e del suo problema con la zoofilia. Che tenerezza.

Buon Natale.

***
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Boom. IF! Xmas Party è SOLD OUT.

Il nostro IF! Xmas Party è sold out. Google e Adci tengono a ringraziare tutti coloro che si sono registrati con eccezionale tempestività e, soprattutto, coloro i quali non potranno rientrare nella lista – grazie dell’affetto che ci dimostrate, vi amiamo anche noi : )

Ci diamo appuntamento qui per il post-party. Post. Party. Party. Post. Che ve lo diciamo a fare?


1 Reply

SOLD OUT – GOOGLE&IF! Christmas Party: a case study.

UPDATE 03/12 h16:30 – STOP ALLE TELEFONATE, GENTE: LA FESTA È SOLD OUT E DAVVERO NON RIUSCIAMO A METTERE PIÙ NESSUNO IN LISTA.

Grazie del vostro affetto (Google & Adci)

BACKGROUND: Stiamo entrando in quel magico periodo dell’anno in cui la gente deve essere felice, e dei signori anziani vestiti di rosso vagano nei centri commerciali sedendo bambini ignari sulle loro gambe vellutate. Quei magici giorni in cui chi ha una famiglia si ricorda sentimenti come odio e rancore, e chi non ne ha una si sente ancora più solo. E poi si ingrassa, si ingrassa tantissimo. La fatica di schierarsi tra panettone e pandoro, che poi l’uvetta passa e non saluta. L’ansia da prestazione del “cosa facciamo all’ultimo dell’anno?”, che poi è sempre tutto sbagliato. Interminabili cenoni e pranzoni in cui giovani creativi devono fare outing spiegando alla famiglia che lavoro fanno. E nessuno, mai nessuno che abbia idea di cosa si tratti. Finché ti arrendi in un esausto: “Sì, faccio la réclame”.

PROBLEM: Il Natale è alle porte.

SOLUTION: Non aprite.

CHALLENGE: Non possiamo prevenire l’inevitabile mestizia che ci assalirà in quei giorni. Ma possiamo creare dei bei ricordi, ricordi a cui ci aggrapperemo stretti stretti nel periodo più triste dell’anno: Natale.

IDEA: If! e il Santo Patrono Google organizzeranno una festa epica, che negli anni verrà ricordata come La giornata del Ricordo Postumo. Dove postumo non solo viene a sottolineare il fondamentale ruolo degli alcolici in questo party, ma anche una time capsule piena di bei ricordi per i giorni bui.

RESULTS: I primi risultati saranno già evidenti Giovedì 4 Dicembre, il giorno del Party. Tra un brindisi e l’altro, ascoltando buona musica in ottima compagnia, si comincerà a fabbricare dei bei ricordi da usare in caso di emergenza.

Rendete il Natale un posto migliore, iscrivetevi mandando una mail a google@venticento.eu 

Ci vediamo Giovedì 4 dicembre dalle 21 in poi ai Chiostri di San Barnaba. Mappa


Leave a reply

3 cose (+ 1) sul YouTube content strategy workshop di Roma.

Mercoledì 12 novembre c’è stato un bellissimo workshop a Roma dedicato alla strategia dei contenuti per YouTube. Più di 50 invitati provenienti da agenzie creative romane hanno potuto assistere ad alcune delle più importanti case history illustrate dai ragazzi di YouTube.

Ecco di seguito tre cose che ho capito.

1) Da viewers a fan.

È meraviglioso avere un contenuto video che fa milioni di visualizzazioni, ma potrebbe essere un’occasione persa se oltre quel video non c’è una strategia dietro. È il caso di FIRST KISS, virale per un brand di moda di cui nessuno (almeno in sala) si è ricordato il brand (Wrenstudio).

La vera conquista per un brand non sono le views, ma gli iscritti al canale e il tempo di permanenza sui video. Se, incuriositi dal video virale, gli utenti troveranno un canale ben gestito, da viewers diventeranno fan.

2) Il palinsesto perfetto.

Cosa significa un canale ben gestito? Significa differenziazione di contenuti. YouTube ha delineato tre macro tipologie di video.

I contenuti HERO sono i grandi virali, quelli da milioni di visualizzazioni: molto emozionali, portano interesse in breve tempo ma sono fenomeni episodici. Poi ci sono i contenuti HYGIENE, tutorial, backstage o video risposte a discussioni sollevate in rete: un po’ più frequenti, meno emozionali, approfondiscono i temi trattati dal brand. Infine ci sono i video HUB, i contenuti seriali: nati per intrattenere, mantengono viva l’attenzione sul canale in maniera costante ma portano meno views. Insieme questi tre elementi servono per trasformare viewers in fan del canale.

3) Red Bull e GoPro hanno capito tutto della vita.

Ci sono solo due aziende al mondo che accettano pubblicità sui loro contenuti video. Red Bull e GoPro. I loro canali sono dei benchmark a livello mondiale e i loro video mietono milioni di views provenienti da tutto il mondo.

4) Roma è viva.

Questa capitale sonnacchiosa è un coacervo di nuove identità oltre le grandi agenzie. Ed è pronta per accettare nuovi seminari, workshop e altri eventi ADCI.

Di seguito le foto dell’evento. Un saluto a tutti, ci vediamo su YouTube.