2 Risposte

SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM SPAM

http://www.youtube.com/watch?v=ELGApKx5RO8

Chissà se i Monty Python immaginavano che Spam sarebbe stata una delle parole più cruciali e usate dell’era di Internet.
Sicuramente, non immaginavano che sarebbe diventato il nome del magazine più geek d’Italia.

Il payoff dice tutto: IL MEGLIO DEL WEB SALVATO SU CARTA.

SPAM è un free magazine dedicato a chi ama ancora fare le “orecchie” alle pagine, a chi ama sfogliare una rivista, a chi ama addormentarsi con un libro aperto in mano. Ma allo stesso modo a chi ama il web: informazioni, contatti, idee, raggiungibili in ogni momento da ogni parte del pianeta.

SPAM nasce per portare su carta i pensieri e le idee più interessanti della rete: recensioni, articoli, graphic design, fotografie, illustrazioni, ricette, video. Perché internet è un flusso continuo, infinito, dove spesso lavori degni di nota finiscono per perdersi, in un click.

Ed ecco l’idea geek: la carta viene aumentata, diventa “digitale” grazie ai QR Code che accompagnano ogni articolo rimandando alle fonti dei contenuti, approfondimenti multimediali, anche grazie all’utilizzo dell’AR: insomma, un magazine aumentato.

Il mensile, con una tiratura di 10.000 copie, verrà distribuito gratuitamente a Milano, verrà lanciato il 10 ottobre in occasione dello IAB Forum.
E sarà disponibile in locali selezionati, concept store, ristoranti e trattorie, stylist, cinema e teatri, librerie, shop, biblioteche comunali, musei e atenei universitari.

L’idea è di due creativi (ancora) giovani, Federico Mirarchi e Roberto Piazza, copy e art, che hanno deciso di lasciarsi alle spalle l’advertising per seguire questo audace e interessante progetto di editoria digitale geek. Bravi, sia per l’idea sia per il coraggio.


Lascia una risposta

TED’s 2012 ‘Ads Worth Spreading’ Winners

http://youtu.be/diy7rkWkDtU

Ecco i vincitori del premio Ads worth spreading del TED.

Personalmente, inserirei questo premio nel rooster dei più significativi premi pubblicitari assieme ai vari Cannes, Clio, Eurobest, Epica etc.

Sia perchè il TED è la più importante conferenza d’idee del pianeta. Sia perchè il concetto di “worth spreading” ben s’attaglia allo spirito di questi tempi, oltre che a quello del manifesto deontologico ADCI.

Tra i vincitori, tutti caratterizzati da un grande storytelling, segnalo The Kinect Effect, per il suo contenuto di verità: basta googlare kinect mashup per rendersi conto di cosa ha scatenato l’arrivo di Kinect. Ha ragione Kirby Ferguson, quando dichiara che la creatività è remix: nel caso di Kinect è proprio andata così.