Lascia una risposta

In libreria Bill Magazine, con un’intervista alla copywriter di “We try harder”

copertina Bill Magazine numero 6 2013

La copertina di Bill, numero 6

È in distribuzione in libreria e in edicola digitale il nuovo numero di “Bill – un’idea di pubblicità”.

Fra i temi trattati nel sesto numero, uno speciale sui cinquant’anni di “We Try Harder”:

  • Intervista a Paula Green – la grande copywriter che la ideò, di recente inclusa nella Hall of Fame di The One Club
  • un saggio di Pasquale Barbella sulla campagna,
  • un portfolio di celebri annunci
  • un piccolo inedito di Paula Green

In più:

  • adv e libertà d’espressione in Russia con Marco Cremona,
  • intervista di Francesco Simonetti ad Andrey Gubaydullin (dc Voshkod)
  • conversazione con Alexander Alexeev (presidente ADC Russia) a cura di Andrea Fontanot;
  • intervista a Joe la Pompe, che presenta il suo nuovo libro;
  • speciale sul dopo elezioni italiane, con un reportage di Monzino,
  • retrospettiva dei poster dei Tories inglesi commentati da Marco Carnevale;
  • nuovi Materiali Bernbach introdotti da Guido Cornara.

La copertina è dedicata a Paula Green vista da Brandon Loving.
Le matite interne sono di Filip Peraić.

La rivista è acquistabile nelle maggiori librerie e in formato digitale su Edicola Apple.

Assistant Art Director: Nicolò Andrea Ales, Giuliana Castelliti

Art Director Supervisor: Franz Degano

Qui anticipazioni e aggiornamenti.


Lascia una risposta

“Candidato e testimonial”, anticipazione di Bill Magazine

La copertina dello storico numero 1 di Bill Magazine

Da oggi il blog Doppiozero anticipa gli articoli di Bill Magazine. Ecco qui la prima anticipazione, relativa al numero di Aprile.

Candidato e testimonial

di Giuseppe Mazza (editore di Bill Magazine)

Se si vuole capire cosa succede a una nazione, non si può fare a meno di osservarne la pubblicità. L’abbiamo scritto sul primo numero di Bill, citando Norman Douglas, lo riscriviamo all’indomani delle elezioni, dal momento che anche in materia politica la pubblicità italiana si è pronunciata da tempo.

Prendiamo una delle caratteristiche più tipiche della nostra democrazia: la proliferazione dei cosiddetti partiti personali, quelli nati cioè intorno a singoli personaggi. Lo si è detto, soltanto in Italia sono così numerosi. Bastava guardare la quantità di cognomi sulla scheda elettorale 2013: il partito di Monti, di Grillo, di Ingroia, di Berlusconi, di Giannino, e prima ancora quelli di Di Pietro, di Fini, di Lamberto Dini, di Leoluca Orlando… Non organizzazioni che scelgono di volta in volta il proprio leader ma movimenti nuovi, raggruppatisi intorno a un solitario artefice.

Tutto il post qui: Candidato e testimonial | Doppiozero.


9 Risposte

Ci vediamo in pausa pranzo, per Bill, la rivista sulla pubblicità

Presentazione di Bill, trimestrale di Advertising, venerdì 20 gennaio 2012, dalle ore 12.30, presso la Pizzeria 40, via Panfilo Castaldi 40 a Milano, a due passi dalla metro Porta Venezia (linea rossa). A cura di Tita Milano. Ne parla anche Ted Disbanded qui.

Qui altre informazioni sull’iniziativa, dal blog TP.