Leave a reply

WHITE SQUARE: FINAL DEADLINE – APRIL 5! YOUR MOMENT IS NOW!

Call for entries to XI International marketing and advertising festival White Square is extended till 00.00 April 5. Entries can be submitted online on official website adfest.by. It means all the professionals working in communications industry still have time to present themselves on the arena of one of the brightest and most ambitious festivals of creativity in Central and Eastern Europe with their creative and innovative projects in the field of advertising, marketing, creative efficiency, digital, media. And those who have already managed to upload their cases – view moderated participating entries on the website, check their uploads and see if they have submitted everything that was planned.

Only realized projects are eligible to participate at one or several contests from the seven provided at the festival. All the entries will be judged by 6 categories of international jury – awarded all around the world experts from 25 countries. 

White Square grows every year maintaining the best festival traditions. Representatives of The Gunn Report, who attended White Square, noted high level of entries, jury and general organization of the festival. White Square is included into global creativity ranking AdForum Business Creative Report.

An additional bonus for participation is wide promotion of winning agencies and entries in industrial media of the CIS and Europe, providing over 30 publications on adforum.com, marketingdirecto.com, delfi.lt, iqads.ro, marketingtribune.nl and other media resources in April-May on the eve of the main event of global creative industry. 

White Square is scheduled to be held in Minsk on April 17-19. Festival organizers – Association of communications and marketing agencies of Belarus – have prepared an extensive program, including more than 70 master-classes, lectures, workshops, discussion panels about creativity, branding, digital, marketing effectiveness held by stars of international advertising, as well as bright parties where participants will be able to communicate with professional community from different countries informally. Registration of delegates to White Square is open on adfest.by.

 


Leave a reply

WHITE SQUARE AD FESTIVAL: TWO WEEKS TO FINAL DEADLINE

White Square – one of the largest festivals of creativity in Central and Eastern Europe – closes the call for entries in two weeks and already on April 19 the first winning agencies of creative season 2019 will be known.

White Square grows every year maintaining the best festival traditions. Representatives of The Gunn Report, who attended White Square, noted high level of entries, jury and general organization of the festival. White Square is included into global creativity ranking AdForum Business Creative Report.

Only realized projects are eligible to participate. The entries will be judged offline by 6 specialized jury categories – recognized experts from 25 countries, many of which hold over two hundred awards of Cannes Lions, D&AD, Effie and other prestigious festivals for creativeness of communications and effectiveness of their projects.

The entries that already went through moderation procedure can be already viewed on official website adfest.by. For 14 more days, till April 7 inclusive, the call for entries will be open online on adfest.by. Communication, marketing, media agencies, digital and design studios and other companies operating in the sphere of communications are invited to participation. The mechanics of submission is simple and does not require much time: step 1 – register on adfest.by; step 2 – select suitable contests and nominations; step 3 – download case studies in personal account.


Leave a reply

E se fosse arrivato il momento di vincere un DMA?

 

Oh, io te lo dico, poi fai tu.

Hai tempo fino al primo maggio per iscrivere i tuoi lavori ai DMA Awards.

Hai presente i DMA Awards? Quelli che premiano le migliori campagne di Direct, Social, Programmatic, CRM. Insomma, se hai usato creativamente un dato loro lo scopriranno, ti troveranno e ti premieranno.

Tra l’altro non so se lo sai, ma i soci ADCI hanno uno sconto sostanziale sui costi d’iscrizione (200€ anziché 300€, mica male).

A patto che tu iscriva i tuoi lavori entro il primo maggio e che la tua campagna – beh – sia migliore di tutte le altre.

Per darti un’idea, qui trovi i lavori che hanno vinto lo scorso anno.

Pensi di averne uno migliore? Provalo. Le iscrizioni chiudono il primo maggio, è la terza volta che te lo dico, non farmelo ripetere ancora.


1 Reply

Abbiamo vinto i Creativepool Awards e abbiamo deciso che ci meritavamo un’autointervista.

 

Il 29 marzo scorso si sono tenuti a Londra i Creativepool Awards. Con due shortlist in saccoccia, ho pensato che fosse il momento buono per andare a trovare il mio art di una vita, Andrea Foresi, e vedere se Shoreditch era ancora figa o se il fulcro del presobenismo si fosse ineluttabilmente spostato a Hackney.

Pur non essendo riuscito a decretare un vincitore nella diatriba di cui sopra, il mio viaggio non è stato poi del tutto infruttuoso, grazie ai due ori che ci siamo portati a casa quella sera nelle categorie Direct Mail e Music Composition.

La fregatura però era dietro l’angolo. Con l’open bar non adeguatamente compensato da stuzzichini (ancora con sta storia che eating is cheating… inglese, fattene una ragione, se bevi devi magnà), i morsi della fame e l’allettante prospettiva di una cena al turco di Shadwell, infatti, ci siamo persi il momento delle interviste al party.

Per questo abbiamo pensato che un’autointervista potesse risolvere l’impasse e quindi eccola.

Ale:
Andrea, complimenti. Hai un taglio di capelli davvero giovane. Ma adesso parlaci un po’ di com’è andata. Che progetti abbiamo presentato?

Andrea:
Intanto complimenti anche a te per la tua igiene personale. I progetti con cui abbiamo vinto sono due declinazioni secondo me molto intelligenti di due idee che ci frullavano nella testa da un po’.

Ale:
A noi che l’abbiamo creata, One More Bravo ha fatto sorridere molto. Raccontala un po’ anche a chi ci legge.

Andrea:
È semplice. Volevamo farci un po’ di sana autopromozione e cercavamo un modo per attirare l’attenzione dei direttori creativi londinesi, che giustamente ci sembravano più interessati ai premi che non a conoscere nuovi creativi. Allora abbiamo fatto l’unica cosa possibile: ci siamo spacciati per Adweek e abbiamo detto loro che avevano vinto un premio, noi. La cosa divertente è stata giocare sull’insight più vecchio del mondo dell’advertising: i pubblicitari sono dei gran vanitosi e, in quanto tali, non riusciranno mai a dire di no a un premio in più. Il tasso di risposte alle nostre email e conversione in colloqui è stato infatti altissimo, con nostra enorme soddisfazione.

Ale:

E invece Musician Mind-Reading? Leggere le onde cerebrali di un quartetto d’archi mentre suonava una polifonia complessissima: figata!

Andrea:
Sì, è uno dei progetti a cui siamo più affezionati. Lo abbiamo realizzato nel tempo libero, assieme a un gruppo di colleghi e amici di Wunderman UK – anche se il progetto è assolutamente indie, senza il supporto di nessuna agenzia – perché ci credevamo tanto. In pratica abbiamo registrato in presa diretta l’attività cerebrale di questi musicisti mentre suonavano e abbiamo convertito i segnali ricevuti in dati CVS, che ci hanno permesso di visualizzare – letteralmente – pensieri ed emozioni dei musicisti all’opera. E il tutto ci è costato solo 75£, il prezzo del caschetto per leggere e onde cerebrali.

Ale:
L’hai detto prima, si tratta di progetti del tutto indipendenti. Una bella soddisfazione vincere contro agenzie e network internazionali, no?

Andrea:
Sì, siamo saliti sul palco assieme a giganti come AKQA, AMVBBDO, Y&R… e noi eravamo lì solo come Andrea Foresi e Ale Miasi. Fa piacere vedere le proprie idee premiate, soprattutto se la concorrenza è di così alto livello.

Ale:
Un due a zero fuori casa che da italiani fa ancora più piacere, no?

Andrea:
Senz’altro. Siamo entrambi molto orgogliosi di questo risultato, soprattutto perché dimostra, ancora una volta, che la creatività made in Italy non ha nulla da invidiare al resto del mondo. Ed è una cosa che il nostro Paese dimostra ogni giorno, basta vedere la valanga di progetti mega che sono usciti negli ultimi mesi e che non mi sorprenderei di vedere trionfare a qualche festival in giro per il mondo, magari legato al mondo dei grandi felini, tanto per non fare nomi.

Ale:
Senti, ma tu hai idea di come si chiuda in maniera corretta un’intervista?

Andrea:
No.

Ale:
Eh, nemmeno io.


Leave a reply

DMA Awards – Call For Entry aperta oggi!

DMA Awards Italia annuncia la presidenza di Fabio Paracchini e l’apertura della Call for Entry!

DMA Italia, Association for Direct and Data Driven Marketing, annuncia Fabio Paracchini, executive creative director di DigitasLBi Italy e Socio ADCI, quale nuovo presidente di giuria ai DMA Awards Italia 2017.

Paracchini lavora ogni giorno all’intersezione tra contenuti ed esperienze, guidando team multidisciplinari in progetti di digital transformation per brand iconici. Fa parte della International Academy of Digital Arts & Sciences (IADAS), del Creative Social, dell’Art Directors Club Italiano (ADCI), ha partecipato alle giurie di numerosi premi internazionali e il suo lavoro è stato selezionato da Google per “Lovie Letters”.

Commentando il suo nuovo incarico, ha affermato: “È un onore per me presiedere la giuria ai DMA Awards Italia 2017. Questo premio ha due specificità che penso siano molto rilevanti. La prima è l’attenzione che pone al tema dei dati, visti sia come leva per una creatività sempre più centrata sulla customer experience sia come strumento per la misurazione dei risultati del nostro lavoro. La seconda è il suo link con i celebri ECHO americani e quindi l’opportunità che offre a tutti noi di confrontarci con i colleghi internazionali. Partecipare ai DMA Awards vuole dire raccogliere la sfida della creatività e della strategia data-driven, e stare ai tavoli della giuria significa sicuramente confrontarsi con molti dei lavori più interessanti che il nostro Paese riesce a esprimere in questa direzione.”

Contestualmente DMA Italia annuncia l’apertura della Call for Entry per i DMA Awards Italia 2017. Agenzie grandi e piccole sono invitate a iscriversi al premio sul sito awards.dmaitalia.it. Unico requisito è avere realizzato campagne costruite sui dati tra il 1 ottobre 2015 e il 30 giugno 2017.

Potranno essere presentate entro il 18 aprile 2017 e la deadline dell’Early Bird sarà l’8 aprile.


1 Reply

ADC*E: grande successo per l’Italia


L’Italia vince un oro e due argenti agli ADCE Awards.

La campagna Papà realizzata da Ogilvy per Wind ha meritato due riconoscimenti nella categoria Film e Radio: l’oro per Cinema Commercial e l’argento nella categoria Corporate Video/Tv. Anche Heineken con la campagna The Hero realizzata da Publicis Italy vince il premio silver nella categoria Film&Radio sezione TV Commercials.

Tre le nomination:  la campagna Lettere dal Fronte di Mccann Worldgroup Milan per Poste Italiane guadagna una nomination nella categoria Print & Outdoor, sezione Newspaper Advertising e una nomination nella categoria Design & Craft, sezione llustration and Photography. Infine nomination nella categoria Integration & Innovation, sezione Content Ideas per la campagna Rocco Siffredi’s Vow of Chastity di Havas Milan per Reckitt Benckiser Italia.

L’Italia, a fronte di 6 candidature totali, ha riscosso quindi ben 3 premi.

Questo riconoscimento è un segnale importante che dimostra come la creatività italiana sia sempre più importante e valorizzata anche all’estero.


Leave a reply

Award adci best creative idea – IFF Capalbio – Man after machine

Colin Trevorrow, regista di Jurassic World e del prossimo Star Wars Episodio IX, è stato con noi. Ha avuto modo di curare e coordinare un workshop per pochi fortunati, un laboratorio creativo dedicato allo storytelling. E come è in uso nella cultura civile, il Maestro si confonde molto volentieri con tutti. Con i giovani colleghi, con noi della giuria, con i ragazzi dello staff, anch’essi giovani artisti prestati all’organizzazione. L’happening al Parco dei Tarocchi è disinvolto, informale, e di approfondimento e di divertimento collettivo. Colin Trevorrow è persona timida, riservata, siede su di uno sgabello, al centro di un emiciclo naturale di rocce e sassi, dove noi tutti troviamo posto. Parla con voce lenta e sempre riflessiva, beve un sorso d’acqua dalla bottiglia e ci racconta dei suoi esordi. E’ paterno nell’approccio, esorta la platea a provarci. Anche per il solo gusto di provarci. A metterci sempre passione e lavoro, senza fronzoli o stupide illusioni che spesso traducono un alibi in pesante macigno, che ferma o alla meno peggio ritarda un lavoro che dovrebbe essere ben fatto. Il suo lavoro d’esordio: un corto che ha richiesto un investimento di circa 7000,00 dollari, una buona prova d’autore visto che ha attirato l’attenzione di Steven Spielberg, e il resto è storia e lo sarà ancora.
Atteggiamenti informali, nessuno si è concesso, tutto molto naturale nell’interazione tra ruoli ed esperienze. Racconti di Colin e dei presenti, sensazioni, riflessioni, confronto ed arricchimento con le altre storie che libere, raccontano di altre esperienze. Si è creato così un ambiente rilassato, dove tutti parlano con tutti, non c’è ruolo, nazione, religione o credo politico che interferisca nel libero scambio di idee, sorrisi e proiezioni. Tutti coinvolti e accomunati dalla cultura. La cultura, in questo caso del cinema, che parla la stessa lingua in ogni luogo della terra. Gli occhi che brillano per l’opera compiuta e in concorso sono gli stessi sia per il giovane regista americano Graham Parkes di Where you are che per il più “maturo” regista tunisino Lotfi Achour di La Laine Sur Les Dos / Law Of The Lamb
 in concorso anche a Cannes.
Anche gli assenti hanno il loro fascino. The Takeaway Scenes presenti al festival con Jumpers, quinto loro corto, a cui è andato – AWARD ADCI BEST CREATIVE IDEA è un gruppo di creativi: Director Anonymous Written By Anonymous Cinematography Anonymous Editing Anonymous Music Anonymous Cast Anonymous, Anonymous. Sono fatti così giranno e fanno girare i loro lavori per i festival di tutto il mondo e di solito non ritirano i premi e visto il talento non escluderei, che i martedì possano perdersi, suonando in qualche locale di Manhattan.
Capalbio, mi verrebbe da dire e lo dico è cornice, paesaggio naturale, dove tutto questo può accadere. In questa cornice di calma apparente, tre giorni nella percezione di quanto fatto, si sono amplificati, sono diventati multipli di se stessi. Appuntamenti con Video Mapping, Storyboomers, Virtual Reality Experience, Interactive Documentary, tutto rigorosamente in lingua. La sera proiezioni di corti fino a tarda notte. Una full immersion di tecnologia e nuove tendenze dove la macchina dai tempi di Fritz Lang dichiara di voler sostituire l’uomo. Ma l’uomo non molla, tiene duro, guarda alle stelle, si ritrova e si raccoglie a notte inoltrata, puntuale ogni sera al Vecchio Frantoio per uno scarico di tensione con il favore di quattro chiacchiere, magari con un’idea in proiezione da condividere, davanti a un bicchiere di buon rosso.

THE AWARDS
in the suggestive Piazza Magenta, in the old town centre of Capalbio, the awards of the XXIII edition of CAPALBIO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL were given. The festival was founded by Stella Leonetti – with Michelangelo Antonioni as its godfather and has now Tommaso Mottola as director. The International Competition Juries, was made up of the actress Pamela Villoresi, the producer Pietro Valsecchi, the actress and director Stefania Casini, the director of L’attesa with J. Binoche Piero Messina, the screenwriter Filippo Bologna and the writer Giuseppe Catozzella.
They gave the following awards:

GRAN PRIX BEST FILM: Where You Are by Graham Parkes
With the following reason: “The best narrative idea, realized and told in an extremely delicate and poetic way.
A film that touches your heart and soul. An intimate and delicate story about the relationship between father
and son and the difficulties in accepting its changes.”

GRAN PRIX BEST FILM DIRECTION: Lotfi Achour for La Laine Sur Les Dos / Law Of The Lamb
With the the following reason: “A story of power abuse and poverty. A world that is now close to us, depicted
with ability and irony. It is a bitter epilogue about the old abuse of power of the rich against the poor, told
withe the strength and simplicity of a tale by Phaedra.”

GRAN PRIX BEST CINEMATOGRAPHY: Yek An / A Moment by Naghi Nemati
With the the following reason: “A bitter story that reflects the situation in the south of the world. Its images
are blurred and brave, on different levels of an historical reality.”

GRAN PRIX SPECIAL MENTION: Partir / Leave by María Saavedra
With the following reason: “A wonderful story with extraordinary images and skillful protagonists. An on the
road film that stretched the boundaries of the world and life.”

The International Jury, made up of the actress and director Stefania Casini, the Israeli director Ayelet Albenda and the Norwegian producer Torstein Nybø, nominee at the Academy Awards, gave the following
awards:
WORLD OF MAPS PRIZE: Home by Daniel Mulloy
Withe the following reason: “Even tough it is a short film, dramatically it seems like a long one. So simple and yet so ingenious. It has a peculiar way of facing the gender issue, exchanging the roles. Is exemplary how the title is summarized in the final hug, symbolizing the home that will never be lost. A short that leaves the desire of watching more movies from the same director.”

AWARD ADCI BEST CREATIVE IDEA award to: Jumpers di Takeaway Scenes,the award was assigned by journalist and creative Giacomo Marsella
With the following reasons: “It is extraordinary how the directors manage to use an event that takes place once a year and use it as a theatrical stage. The roof of a building becomes a natural stage where you can go to either watch the stars or decide to jump off. With some fireworks as background the drama between two different generations takes place.The illusory improvisation hides the capability to analize and understand in a
second the right decision to take. The actors have sharp aspects and the dialogues are fast. The film shows how when there is a good idea, the story develops alone without the need for the producers intervention or technical devices.”

PH – FABIO MAZZELLA

Salva

Salva


Leave a reply

Facebook Awards 2016 Call For Entries

In precedenza noti come Facebook Studio Awards, i Facebook Awards sono stati introdotti nel 2012 per premiare i lavori più creativi su Facebook – dal 2015 anche su Instagram. La Call for Entry si chiude il 31 marzo 2016. Le entry sono gratuite. I giudici sono come l’All-Star Game.

I Facebook Awards sono alle porte ed è già possibile inviare i propri lavori.

Qual è il nostro piano per battere i numeri da record dell’edizione passata dei Facebook Awards, che ha raccolto 2700 richieste di partecipazione da 160 Paesi? Offriremo la possibilità di partecipare a un numero ancora maggiore di Paesi. Aggiungeremo anche nuove categorie e daremo più spazio alle piccole aziende.

Se vuoi maggiori informazioni su tutti gli aggiornamenti e i Paesi che potranno partecipare all’edizione di quest’anno continua a leggere il post, oppure invia subito una richiesta di partecipazione ai Facebook Awards 2016 per la tua campagna creativa su Facebook o Instagram.

Introduzione di un nuovo processo di valutazione a livello globale
Quest’anno, per la prima volta, i Facebook Awards prevedranno quattro competizioni in base all’area geografica, America del Nord, America Latina, EMEA e Asia Pacifica, dando agli inserzionisti di ognuno di questi mercati l’opportunità di ricevere un riconoscimento internazionale e garantendo inoltre che tutti i lavori vengano giudicati all’interno del loro contesto culturale.

“L’innovazione nell’ambito della creatività viene promossa dalle aziende di tutte le dimensioni e di ogni parte del mondo. E ogni anno il team dei Facebook Awards s’impegna per dare il giusto riconoscimento a questi lavori. Quest’anno i nostri team stanno collaborando con le menti creative più autorevoli del settore affinché il processo di valutazione coinvolga ogni area geografica. È nostra intenzione dare ancora più risalto alle campagne che presentano i migliori contenuti creativi al mondo.”
Mark D’arcy, VP, Chief Creative Officer, Facebook Creative Shop

Le giurie di ogni area geografica saranno presiedute dal rispettivo responsabile di Creative Shop dell’area: Rob Newlan (EMEA), Fergus O’hare (APAC), Rapha Vasconcellos (LATAM) ed Eric Schnabel (NA). I migliori lavori di ogni area accederanno alla competizione finale per stabilire i vincitori assoluti.

Maggiore risalto alle piccole aziende
Le piccole aziende che fanno pubblicità su Facebook sono adesso 2,5 milioni, pertanto abbiamo ritenuto giusto creare una nuova categoria per premiare le aziende che stanno facendo crescere la loro attività in modo efficace su Facebook puntando sulla creatività.

Nuove categorie del 2016

Best Use of Facebook Platforms
Il premio verrà assegnato alle campagne più creative, originali, ben realizzate ed efficaci su Facebook, Instagram o altre piattaforme di Facebook

Innovation
Il premio verrà assegnato alle campagne in grado di coinvolgere il pubblico in modo significativo con idee mai usate in precedenza su Facebook o Instagram

Facebook for Good
Il premio verrà assegnato alle cause di beneficenza o no-profit che sensibilizzano le persone tramite l’uso dei contenuti creativi e favoriscono cambiamenti sociali positivi tramite Facebook e Instagram

Beyond Facebook/Integrated
Il premio verrà assegnato alle campagne che usano Facebook o Instagram in modo creativo nell’ambito del loro media mix complessivo, tra cui l’uso di stampa, TV, radio e altri strumenti

Invia il tuo lavoro
La tua azienda ha condotto una campagna creativa ed efficace tra il 1° febbraio 2015 e il 31 marzo 2016? Siamo curiosi di scoprirla. Invia subito il tuo lavoro per partecipare ai Facebook Awards 2016.

Ginevra Capece Galeota è Creative Strategist Facebook & Instagram per Facebook Italy, socia ADCI dal 2014.


Leave a reply

Aperte le iscrizioni ai DMA Awards.

È ufficialmente aperta la Call For Entries per i DMA Awards, il premio che onora le migliori campagne di direct marketing e data-driven.

La terza edizione dei DMA Awards Italia sarà sincronizzata con con gli ECHO Awards americani. Ricalcando il modello inventato dalla casa madre americana, i DMA Awards sono l’unica competizione che guarda alla disciplina del direct & data driven marketing nella sua totalità. La formula è semplice: 30% strategia, 30% creatività, 40% uso dei dati e misurabilità.

Sono ammesse a partecipare tutte le campagne di marketing diretto prodotte, completate, eseguite e misurate tra il 1 Ottobre 2013 e il 31 marzo 2015.

Sarà possibile iscrivere le campagne fino al 3 aprile 2015 utilizzando la piattaforma awards.dmaitalia.it. Quest’anno, attraverso l’EARLY BIRD, c’è la possibilità di risparmiare il 20% del costo delle iscrizioni per le campagne iscritte entro il 20 MARZO 2015.

Sono 15 le categorie di business per le quali si può competere: automotive; business and consumer services, communications and utilities, financial products and services, information technologies, insurance, nonprofit, pharmaceutical and healthcare, product manufacturing and distribution, publishing and entertainment, retail and direct sales, travel and hospitality/transportation , consumer products, education, professional services.

Per ciascuna categoria saranno assegnati un Oro, un Argento e un Bronzo DMA Awards. Tra questi saranno poi selezionati 9 Premi Speciali: DMA Direct Mail Award Freccia d’Oro, DMA E-mailing Award, DMA Big Data Award, DMA Search Marketing Award, DMA Digital Award, DMA Mobile  Award e il Diamond Award, il premio all’eccellenza.

Poiché la Giuria dei DMA Awards Italia è accreditata anche presso gli Echo Americani, i vincitori di un metallo potranno accedere direttamente alle semifinali della competizione americana, chi non vince invece accederà alla prima fase della gara, il costo per tutti sarà di 40 dollari. Inoltre, novità di quest’anno, le campagne che vinceranno uno o più metalli entreranno nella galleria virtuale “The Best of The Best” sulla piattaforma della Global DMA, il network che raggruppa tutte le DMA nel mondo, www.globaldma.com.

Massimiliano Maria Longo presiede la Giuria, ADCI e AssoCom patrocinano la competizione

Insieme al lancio della CFE, DMA Italia è onorata di presentare i componenti della Giuria 2015, selezionati con criteri molto severi tra leader di mercato con un’esposizione costante a un gran numero di stimoli creativi e di challenge innovativi in tema di strategie e tecniche di real time marketing. La Giuria è composta da esperti di marketing e CRM in azienda, da creativi di importanti agenzie e da accademici.

Alessandro Betti - Direttore Raccolta Fondi, Telethon.

Andrea Boaretto - Head of Marketing Projects at School of Management del Politecnico di Milano.

Marzia Curone - Partner Relata (madrina premio Freccia d’Oro).

Flaminio Francisci - Marketing Director at SAP.

Arturo Frixa - Direttore Generale Marketing, Comunicazione e PR in Jaguar Land Rover Italia.

Andrea Antonio Galli - Head of Digital Excellence, Nestlé Italiana.

Marianna Ghirlanda - Head Of Creative Agencies at Google.

Carla Leveratto - Creative Director presso Gruppo Roncaglia.

Jacopo Mele - Presidente Fondazione Homo Ex Machina Onlus.

Ottavio Nava - Managing Director at We Are Social.

Alessandro Orlandi - Creative Director at Saatchi & Saatchi.

Matteo Righi - Creative Director at Hagakure.

Marco Rosso - Presidente DM Group e Past President DMA Italia.

Marita Spera - Head Of Public Affairs And External Communication, American Express Italia.

Amodiovalerio Verde - Group Product Manager, ContactLab.

Cristina Ziliani - Professore Associato di Marketing Università di Parma (Osservatorio Fedeltà).