Lascia una risposta

Sigs For: l’educazione non si ferma.

100 opere di grafici e illustratori per sostenere le scuole di Milano. Acquistando un’opera i fondi andranno a Mission Bambini Onlus per l’acquisto di strumenti per la didattica digitale.

Promossa da ACCAPIU’ (H+) agenzia Milanese da sempre attiva nel campo della cultura, e dalla Società Umanitaria, curata da Francesco Dondina, l’iniziativa Signs for – L’educazione non si ferma, coinvolge oltre 80 noti grafici e illustratori, tra cui Italo Lupi, Armando Milani, Mario Cresci , Andrea Rauch, Guido Scarabottolo, Leonardo Sonnoli, Studio Mut, Olimpia Zagnoli, Beppe Giacobbe, Emiliano Ponzi, La Tigre, Paolo Tassinari, Mauro Bubbico, Think Work Observe, Leftloft, Sergio Menichelli/StudioFM, Alice Piaggio, Fabio Sironi e Gianluigi Colin nella creazione di opere acquistabili online attraverso la piattaforma www.signsfor.it.

I fondi raccolti saranno destinati alla fondazione Mission Bambini Onlus, da sempre impegnata nel fornire sostegno nel campo dell’educazione, per l’acquisto di strumenti digitali necessari per poter aiutare i ragazzi e le ragazze delle scuole di Milano nella didattica digitale.

L’emergenza Covid-19, ha fatto emergere in maniera più forte il cosiddetto digital divide – la discrepanza tra chi ha pieno accesso alla rete e alle tecnologie digitali e chi non lo ha, che oggi, con le scuole chiuse, rischia di mettere a repentaglio la possibilità di bambini e bambine di imparare. Anche una volta rientrati in classe, studenti, famiglie e i loro insegnanti avranno bisogno di aver garantito un pari accesso a tutte le risorse e agli strumenti tecnologici necessari per avvicinarsi a metodologie non tradizionali d’apprendimento, basate sull’utilizzo di piattaforme e strumenti tecnologici. È dunque fondamentale agire con tempestività e con ogni mezzo per far fronte al disagio di tanti bambini e di tante famiglie che si trovano in stato di necessità.

LA CAMPAGNA E LA DESTINAZIONE DEI FONDI

A partire dal 1 Giugno 2020, fino al 31 luglio 2020 sarà possibile accedere alla piattaforma online www.signsfor.it, scegliere un’opera realizzata da noti illustratori ed eccellenze del Visual Design selezionate dal curatore Francesco Dondina, ed acquistarla. I fondi andranno a Mission Bambini Onlus, che li utilizzerà con la riapertura delle scuole, già da settembre per garantire dispositivi di connessione adeguati, acquistare tablet, laptop, tavolette grafiche e garantire supporto didattico a distanza e percorsi di ascolto e supporto psicologico.

La campagna ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Milano e ha ricevuto il pieno appoggio e adesione da parte di BASE Milano, del Muba – Museo dei bambini Milano, del Castello Sforzesco / Istituto Bertarelli, dell’AIAP – Associazione Italiana Design della Comunicazione, dell’ADI – Associazione per il Design industriale e dell’ADCI – Arts Directors Club Italiano e Graphic Design Lectures.

GLI ATTORI

ACCAPIU’ (H+)  

Promotore della campagna, è un’agenzia di comunicazione e produzione integrata che si occupa di brand strategy, campagne ed eventi diffusi con focus su sostenibilità̀, arte e cultura e comunicazione strategica e territoriale. Da sempre attenta al sociale ed alle relazioni con il territorio e i cittadini, negli anni ha ideato e promosso numerose campagne a scopo benefico.

SOCIETÁ UMANITARIA

A fianco di H+ come garante dell’iniziativa e promotore dell’iniziativa a livello locale, data la fortissima credibilità che ha maturato negli anni su Milano attraverso le numerose battaglie sociali, sempre a fianco dei più deboli in cui ha saputo coniugare assistenza e lavoro, impegno sociale ed istruzione, progresso e formazione.

DONDINA.IT,

Curatore che ha selezionato illustratori e grafici italiani a cui è stato chiesto di rappresentare, secondo la propria libera espressione, il futuro desiderato e l’importanza dell’istruzione nella progettazione della nuova Era.

FONDAZIONE MISSION BAMBINI ONLUS  

Beneficiario della raccolta fondi, da sempre impegnata nel fornire sostegno nel campo dell’educazione e che negli ultimi mesi è particolarmente attiva nell’emergenza COVID-19.

SOSTENGONO E ADERISCONO ALLA CAMPAGNA ANCHE: ADCI, MUBA, ADI e AIAP.


Lascia una risposta

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 29_06_020

twitter: @claudianeri @adcinews

Le cronache visive di Carlos Folgoso, fotografo spagnolo di base in Italia.

Da Brooklyn le illustrazioni di Ben Wiseman

Da Bruxelles i collage analogici e non di Raphael Vincenzi

Tra Roma e Macerata il talento eclettico di @Flaccidia


Lascia una risposta

Buon lunedì le segnalazioni di Claudia Neri 22_06_020

twitter: @claudianeri @adcinews

Da New York, il digital design pirotecnico di Dazzle Studio

Da Bruxelles Fotografia e arte di Serena Vittorini

Dagli USA la pittura classica di Justin Wood

Da Reykjavìk l’eclettismo di Aron Reyr Sverrisson 


Lascia una risposta

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 15_06_020

twitter: @claudianeri @adci_news

Per dimenticare la domesticità obbligatoria del lockdown, la “Denim art” firmata Ian Berry

Dall’UK i pattern grafici sulle architetture di Camille Walala

Il talento di Mark Pillai , fotografo

Dal Venezuela la ricerca artistica di Ana Maria Arevalo


Lascia una risposta

Before – Now – After: “Contents”, il secondo incontro con Vicky Gitto e Vincenzo Gasbarro

Torna oggi Before – Now – After, un ciclo di incontri realizzati da Istituto Marangoni Milano Design e patrocinato da Art Directors Club Italiano, in cui i professionisti delle più importanti e affermate agenzie web, creative e di pubblicità faranno il punto sul momento storico che stiamo vivendo, analizzando la disciplina nei diversi passaggi temporali.

Oggi, 3 giugno alle ore 17.15, sarà la volta di Vincenzo Gasbarro, Creative Director & Partner di M&C Saatchi Italy: durante l’incontro “Contents”, insieme a Vicky Gitto, Founder & Executive Creative Director di Gitto/ Battaglia_22 e Presidente di Art Directors Club Italiano, si parlerà di storytelling e storydoing, per identificare i contenuti che permetteranno ai brand di creare più vicinanza con i propri consumatori e il ruolo delle agenzie nell’ideazione e nella creazione degli stessi.

Partecipa qui:  https://istitutomarangoni.zoom.us/j/98175392199


Lascia una risposta

Save the date: Cannes Lions premia i più grandi successi creativi nella sua storia

In momenti di estrema crisi, la creatività è più importante che mai. In un contesto storico nel quale la consueta mentalità di business è a rischio e i processi di sempre rischiano di finire archiviati per sempre, abbiamo l’incredibile opportunità di adattarci e di dare forma al nuovo mondo che ci aspetta. Mai come oggi il futuro del nostro settore è un foglio bianco.

Un luogo di incontro e scambio per tutte le menti creative

Cannes Lions lancia LIONS Live, per chi fa parte della community creativa e crede nella forza che hanno le idee di spingerci costantemente avanti, per quelli che credono che il futuro sia come ce lo costruiamo. Dai leader di oggi a quelli di domani, LIONS Live è una piattaforma che vuole essere una tavola rotonda sempre aperta, un reboot, un passo avanti rispetto a ciò a cui siamo abituati nella nostra industry.

Da Tokyo a San Paolo, dalla Germania all’Italia, attraverso LIONS Live ogni creativo può sentirsi connesso a una grande community dove imparare, risolvere problemi, collaborare e lasciarsi ispirare.

Save the date: LIONS Live prende vita il 22-26 giugno, con una serie di appuntamenti digitali in streaming aperti a tutti.

Scopri di più qui: https://www.canneslions.com/discover-lions-live

E per la prima volta nella storia di Cannes Lions, verranno premiati i lavori che hanno generato valore creativo nel corso degli ultimi dieci anni: durante LIONS Live verrà presentato The Global Lions Creativity Report of the Decade, dieci anni di global ranking basati sulle tante edizioni e comprensivi di vincitori e shortlisted. Verranno annunciati durante la settimana del 22-26 giugno i vincitori delle seguenti categorie:

  • Network of the Decade
  • Agency of the Decade
  • Independent Agency of the Decade
  • Palme d’Or of the Decade
  • Agency of the Decade – North America
  • Agency of the Decade – Latin America
  • Agency of the Decade – Asia
  • Agency of the Decade – Pacific
  • Agency of the Decade – Europe
  • Agency of the Decade – MEA
  • Brand Marketer of the Decade

The Global Lions Creativity Report of the Decade è stato creato da una consorella di Cannes Lions, WARC, e contiene commenti e insight sui ranking presentati.

ADCI, partner ufficiale per la diffusione del festival Cannes Lions e dei suoi contenuti in Italia, accompagnerà il count down verso LIVE Lions con contenuti tratti dalla piattaforma e farà da collettore e amplificatore di tutte le novità presentate durante la settimana del 22-26 giugno.

Preparatevi a ruggire come non avete mai fatto in dieci anni.


Lascia una risposta

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 01_06_020

twitter: @claudianeri @adci_news

Israeliano ma di base a Londra, Gideon Rubin, che questa settimana inaugura a Milano

Illustrazione design e ironia: Alessia Epifani aka Supercandy studio

L’eclettismo digitale firmato Jon Han

Moda e (parecchio) altro nelle immagini di Fabrizio Martinelli


Lascia una risposta

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 25_05_020

twitter: @claudianeri @adci_news

Da Los Angeles humour, ironia e altri disegni firmati Brian Rea

Moda e altre abitudine nelle foto di Robi Rodriguez

Da Kiev il talento di Anastasi Holubchyk, giovane illustratrice

L’eclettismo di Ryan Haskins, in bilico tra design e digital collage


Lascia una risposta

La Comunicazione Che Fa Bene

È inutile negarlo. Il 2020 rappresenta un anno di svolta per il genere umano e, di conseguenza, anche per il nostro settore.

L’abbiamo visto dall’oggi al domani: la comunicazione è cambiata. Il rapporto tra brand e consumatore è cambiato. Il modo stesso di concepire il nostro lavoro è cambiato.

E allora ecco che cambia anche il modo di concepire il merito della comunicazione.

Nasce infatti La Comunicazione Che Fa Bene, un premio ideato e promosso da Oltre La Media Group e EG Media SB e che intende dare risalto a tutti quei progetti che promuovono creativamente il concetto di sviluppo sostenibile, utilizzando idee e meccanismi creativi per migliorare il nostro mondo e renderlo un posto in cui è più piacevole vivere.

Molto interessante anche il fatto che all’interno delle giurie di settore ci sarà anche un robot. Più precisamente, le giurie si avvarranno di un tool automatizzato che verificherà autonomamente l’attendibilità della comunicazione fatta dal brand in merito ai temi della sostenibilità e della CSR.

Avete un progetto che pensate possa cambiare il mondo in maniera positiva? Avete tempo fino al 30 giugno prossimo per presentarlo.

Per ovvie ragioni la premiazione, che avrà luogo in autunno, sarà organizzata in forma digitale.

Per iscrizioni e informazioni: eventi@oltrelamediagroup.it.


Lascia una risposta

Motel Quarantena: il collettivo di artisti che sfida la quarantena

Di Claudia Neri

Mentre mi accingo a scrivere queste righe la fase 2.A della quarantena sta per concludersi.

Domani si tornerà a vivere nei bar, a fare giri da Uniqlo, e soprattutto sarà possibile farsi tagliare e tingere i capelli in maniera professionale. Chi  se la sente potrà addirittura rivedere gli amici.

Forse, tra qualche anno, le generazioni più giovani dovranno sorbirsi un mucchio di storie di quello che verrà raccontato come l’incredibile incubo collettivo #lockdown2020.

Forse, ma non è detto. Perché per la prima volta dalla fine della seconda guerra mondiale noi inquilini del pianeta siamo davanti ad uno scenario inedito e inquietante, in formato “sliding doors”: se saremo bravi (e fortunati) se riusciremo a “superare la prova” cioè a seguire le regole, evitando così la distruzione del sistema sanitario mondiale, la sfanghiamo. In caso contrario si torna a casa, letteralmente e forse perennemente ( #permanentlockdown). Abbiamo cioè la possibilità concreta di  realizzare l’ambizioso progetto di vivere da protagonisti in un episodio di Black Mirror e Twilight Zone.
Nonostante i lenzuoli appesi sui balconi dicano il contrario, per la prima volta in almeno 70 anni la sicurezza matematica che #andratuttobene di fatto non c’è (stata).

Questa incertezza e altri sentiment sono ciò che Motel Quarantena, un profilo Instagram pensato da Elisa Chiodo, (designer) e Pietro Baroni (fotografo) racconta. 

Le 42 immagini del feed documentano il sentiment, anzi i sentiment, collettivi di questo (speriamo irripetibile) periodo. Come un vero motel, MQ è uno spazio temporaneo, per una permanenza breve in cui è stato ospitato il racconto visivo della sopravvivenza urbana al lockdown. 42 giorni di solitudine condivisa,  illustrata con sguardi, stili e tecniche diverse. Una panoramica ampia eppure personalissima sulla realtà e soprattutto sulle allucinazioni del #restiamoacasa.

I temi familiari, ripetitivi- le mascherine, la spesa, l’amore, la solitudine, la presenza ossessiva della tv – vengono ripresi e in qualche caso capovolti o ritratti dalla loro angolatura più surreale, spesso ridicola.  
L’onnipresenza della mascherina secondo Ilaria Falcon aka @ilarius, e in versione  “gloryhole” (che si riaggancia al tema sessualità interdetta per decreto) descritta da Massimiliano Marzucco aka @hey.imateenager;

Ilaria Falcon – @Ilarius
Massimiliano Marzucco – @hey.imateenager

l’importanza imprescindibile di Pornhub di Giulia Dasiari.

Giulia Dasiari
Giulia Dasiari
Giulia Dasiari
Giulia Dasiari

Il sesso che diventa incontro tra robot firmato Rachele de Franco, la spesa al supermercato trasformata in novella odissea nel formato graphic novel di Daniel Oren e Isidoro.

Rachele de Franco
Daniel Oren e Isidoro
Daniel Oren e Isidoro
Daniel Oren e Isidoro
Daniel Oren e Isidoro
Daniel Oren e Isidoro


Ci sono poi device digitali che ridefiniscono l’ambiente domestico di Hibelto Fern, il dominio del pet domestico illustrato da Elisa Stagnoli, l’esondazione televisiva testimoniata dall’invasione sul divano di Elisa Chiodo stessa.

Hibelto Fern
Elisa Stagnoli
Elisa Chiodo


Non sappiamo bene cosa ci riserva la fase 2.B e poi eventualmente la fase 3, 4 etc.

Di certo restano le tracce dei racconti, il paradosso di trovarsi distanti eppure mai così vicini.  E la consapevolezza nuova che essere dotati di pensiero laterale non equivale ad un “lateral move” bensì rappresenta un “asset strategico”. 

Disclaimer: la scrivente ha contribuito con un un selfie antico (autoritratto) che la ritrae in solitudine con device e varie tazze di caffe. 

Claudia Neri