Leave a reply

Quote associative ADCI 2017

Le quote associative 2016 sono state confermate all’unanimità dall’assemblea Soci sabato scorso per il 2017. Qui in breve i dettagli:

  • Iscriversi per la prima volta all’Art Directors Club Italiano costa 130 euro, così come il primo rinnovo;
  • Quota Early Bird valido fino al 31 gennaio 2017: rinnovare oggi la quota d’iscrizione all’Art Directors Club Italiano, costa 130 euro anziché 260 euro per tutti i soci che si sono iscritti per la prima volta nel 2015 o prima (dal secondo rinnovo in poi);
  • Per chi rinnoverà l’iscrizione tra il primo febbraio e il 31 marzo 2017, la quota sarà di 260 euro. (sempre dal secondo rinnovo in poi, ovvero chi si è iscritto per la prima volta nel 2015 o prima); chi deciderà di rinnovare successivamente pagherà invece 520 euro (vale per tutti i rinnovando ad esclusione degli Under 30).

Gli Under 30 continueranno a pagare 50 euro.

FAQ

1. Ho uno spiccato senso per gli affari e preferisco pagare 130 euro anziché 260 o addirittura 520. Cosa devo fare?

Un bonifico a: Art Directors Club Italiano
Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579

BIC/SWIFT: BCITITMX (Solo per l’estero)

causale: quota associativa 2017 NOME+COGNOME.

Entro il 31 gennaio 2017. 

2. Non sono mai stato socio Adci come mi iscrivo?
Basta mandare una mail a caroline.schaper@adci.it inviando il modulo di iscrizione compilato.

Buon Natale a tutti!

Nota Bene:
Gli uffici ADCI resteranno chiusi dal 23 dicembre al 8 gennaio.

Leave a reply

Local Ambassador – Campania

Angela Pastore, Direttore Creativo e Fondatrice di Antville Multicreatives, hub creativo campano.

Nel 2005 consegue la laurea triennale in Design della Comunicazione presso l’Istituto Superiore di Napoli. Successivamente, dopo varie esperienze in realtà campane, si trasferisce a Milano per frequentare il Master in Art Direction & Copywriting del Politecnico di Milano. Nel 2008 sceglie Roma dove collabora come Art Director freelance in McCann-Erickson, Marimo ed altre multinazionali romane. Poi entra nel team creativo di The Name ( Brand Portal Network ) e nel 2009 come Art Director in TBWA Worldwide, curando la creatività di clienti come Agip, Eni e Findomestic. Nel 2011 torna nella sua amata terra e fonda Antville Multicreatives, nuovo modello di open innovation nato sul territorio con lo scopo di sviluppare innovazione e creare qualità.

Altri brand con cui ha lavorato: Apple Premium Reseller, Pirelli, Festa del Cinema, Tre, Bertolli, Lottomatica, Wind, Kellog’s Special. Inoltre segue nel quotidiano diverse PMI italiane proponendo sempre la stessa qualità destinata ai grandi brand.

Quote di Angela:
Il mercato attuale è in continua trasformazione e in un clima così confusionario nei territori come la Campania si soffre di più, perché con l’andare del tempo si perdono i punti di riferimento e soprattutto gli standard della creatività nella comunicazione. L’ADCI deve diventare un faro per tutti quelli che si battono ogni giorno per tenere alto il livello nonostante mille difficoltà. C’è bisogno di sensibilizzare e confrontarsi con i professionisti della comunicazione, di orientare i giovani studenti, molto spesso disorientati da ambienti accademici poco performanti, e infine di stimolare gli imprenditori, in fuga verso altre città alla ricerca di uno standard creativo più elevato. Si devono creare tavoli di incontro e di discussione tra il mondo delle imprese e quello della comunicazione, tra i manager e i creativi per informare, nonché trasmettere, know-how sui processi di comunicazione, mettere in contatto persone e talenti, migliorarsi l’un l’altro nello scambio per aumentare la qualità del lavoro finale.

Eventi targati ADCI come IF, I Venerdì di Enzo e gli Awards (o altre manifestazioni) potrebbero diventare itineranti verso la Campania e il Sud, sarebbero linfa vitale per tutto il movimento che parte dal basso. L’intenzione è quella di avvicinare il mondo della comunicazione, quella dei “grandi”, ad un territorio che troppo spesso guarda da lontano. Questo perché credo nella contaminazione dei saperi, credo nella creazione di connessioni nuove, credo nella forza della creatività.


Leave a reply

E se aprissimo le porte #FUORIEUROBEST ?

ADCI CHIAMA A RACCOLTA LE AGENZIE PUBBLICITARIE DI ROMA PER ORGANIZZARE IL FUORIEUROBEST.

Organizzare la prima notte bianca della pubblicità con l’aiuto delle agenzie romane. Questo l’obiettivo di “ADCI Fuorieurobest”, l’evento che si terrà a Roma il primo dicembre 2016 a partire dalle 19 per tutta la notteUn’unica sola notte in cui ogni agenzia organizzerà per un’ora un evento speciale: una battle, ovvero una battaglia tra due direttori creativi o due youtuber o due artisti che si sfideranno a colpi di video/case history con l’obiettivo di conquistare più applausi dal pubblico.Un’occasione collettiva per celebrare la creatività e far festa insieme durante un evento di portata internazionale come l’eurobest.Il programma del Fuorieurobest verrà pubblicato a partire dal 25 novembre sulle principali testate di settore e dai media partner di ADCI. Le agenzie che vorranno essere coinvolte dovranno occuparsi dei contenuti, della location e dell’accoglienza. Le candidature delle agenzie dovranno essere inviate a adciroma@gmail.com e info@adci.itentro e non oltre il 23 novembre. ADCI si riserva il diritto di scegliere le proposte migliori.“Roma durante eurobest sarà la capitale europea della creatività” affermano i local ambassador ADCI Carla Leveratto e Marco Diotallevi, “con il Fuorieurobest vogliamo celebrare quest’opportunità unica.”

Per info: adciroma@gmail.com e info@adci.it


1 Reply

Local Ambassador – Bologna

Siamo lieti di presentarvi il Local Ambassador selezionato per Bologna/Emilia Romagna:

Massimo ValeriDirettore Creativo di AdmCom, studia Architettura poi muove i primi passi da Art Director in piccole strutture milanesi. Nel 2011 approda in Verba DDB e firma campagne per brand come Audi, Campari, Henkel, Volkswagen ricevendo numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali.

Nel 2010 si trasferisce a Bologna e diventa Direttore Creativo di AdmCom, agenzia di comunicazione integrata con una forte vocazione all’unconventional. Nel suo portfolio entrano Casinò Campione d’Italia, Alfa Wassermann, Cefla, Eridania, InterSport, MSD, RCS, Solvay, Teuco, Valsoia e Wider.

Quote di Massimo 
In un’epoca che crede nei network, la rete dell’ADCI deve lavorare sull’estensione delle proprie competenze a sostegno di tutta la creatività italiana. Per questo è importante che i valori ADCI siano condivisi e sposati dalla comunità dei creativi italiani, dentro e fuori Milano. 
Bologna e l’Emilia Romagna sono stati e sono tutt’ora un ricco bacino di creatività in settori diversi, l’obiettivo è accrescere le occasioni di incontro e discussione.


Leave a reply

Eurobest Roma – Early Bird prolungata fino al 28 ottobre

TARIFFA EARLY BIRD PROLUNGATA FINO AL 28 OTTOBRE

Eurobest riunirà a Roma dal 30 Novembre al 2 Dicembre tutta la comunità creativa d’Europa per tre giorni densi di stimoli, networking e apprendimento. Una combinazione unica di conferenze, mostre, shows e parties che renderanno il festival un’esperienza indimenticabile.

Eurobest si terrà quest’anno nella splendida cornice barocca di Palazzo Barberini, che ospita una delle collezioni d’arte più importanti d’Italia. 

PASS ACQUISTABILE A QUESTO LINK >> https://www.eurobest.com//Plan-your-trip/Early-bird

 

 


Leave a reply

#Hackforgood2016 – Chiuse le iscrizioni

Il progetto Hack For Good 2016, promosso da ADCI in collaborazione con Facebook e Assocom, negli ultimi giorni ha suscitato sempre più interesse, registrando una grande affluenza di creativi e un considerevole numero di iscrizioni. Grazie a tutti per l’entusiasmo dimostrato.

I posti a disposizione sono esauriti velocemente e oggi la lista d’iscrizione è stata chiusa.

Chi si è iscritto all’iniziativa, ma non potrà presenziare alla condivisione del brief il 13 ottobre nella sede di via Alessandria 3 presso Acqua su Marte, avrà comunque la possibilità di assistere all’evento, grazie a un live streaming sulla pagina Facebook di ADCI.

Il brief verrà reso pubblico e sarà possibile visionarlo online sulla pagina dedicata al progetto.


Leave a reply

#Hackforgood2016 – i creativi ADCI con Facebook per CRI

ADCI, in collaborazione con Facebook e Assocom, ha organizzato il progetto “Hack For Good” 2016.

Copywriter, art director, creativi avranno la possibilità di realizzare una campagna di comunicazione che permetterà a Croce Rossa Italiana di raccogliere le donazioni necessarie per la ricostruzione successiva al terribile terremoto che ha colpito il centro Italia il 24 agosto.
Croce Rossa Italiana avrà infatti accesso a un importante budget di investimento messo a disposizione da Facebook e l’Hack For Good permetterà di individuare la migliore campagna di comunicazione.

Il brief sarà presentato il 13 ottobre – è possibile iscriversi direttamente sul sito – nella nostra sede di via Alessandria 3 a Milano, presso Acqua su Marte.

Come ADCI siamo davvero fieri di partecipare a questa iniziativa, che offre ai nostri talenti la possibilità di mettersi in gioco per una buona causa e di potersi interfacciare con altri team e con gli specialisti di Facebook. Si tratta di una occasione unica per sottolineare l’importanza strategica della creatività e di come possa realmente portare a risultati concreti.


Leave a reply

***EXTENSION*** DEADLINE ADCI AWARDS 2016

Acquisto entry esteso al 27/09 e upload materiali esteso sempre al 27/09!

A grande richiesta è stato deciso che su cfe.adci.it sarà possibile:

1. ACQUISTARE le entry fino alle ore 23:59 di martedì 27 settembre 2016

2. CARICARE i materiali relativi alle entry acquistate fino alle ore 23:59 di martedì 27 settembre 2016

Questa è una LAST CALL:  dal 28 settembre non sarà più possibile acquistare entry; dal 28 settembre verrà chiuso definitivamente anche l’upload dei materiali.


Leave a reply

“It’s more fun to be a pirate than to join the Navy.” Steve Jobs

Aziende come Instagram, Airbnb, Guthub, Youtube e Android sono co-fondate da designer. Il nuovo sistema di pensiero delle tech companies è “design driven” e i designer sono i nuovi “pirati” del panorama delle start up.

  • Un pirata riesce ad essere creativo e focalizzato in un ambiente ostile.
  • Un pirata agisce in modo indipendente e si assume rischi intelligenti tenendo sempre a mente la sua visione.
  • La mente del pirata pensa sempre e solo ad una cosa: al tesoro.

Perché stiamo organizzando un design hackathon a Barcellona?

Stiamo riflettendo sul futuro della nostra professione, che in pochi anni cambierà del tutto.
Avremo più Human Organ Designer che art director. (fastfuture.com)

Noi, come ADCE, vogliamo connettere il mondo delle startup tecnologiche con il design con un progetto che risponda a due obiettivi:

1. Supportare idee di design (experience design, app design, industrial design, product design, service design, social design) che non possono essere messe sul mercato per mancanza di soldi o competenze tecnologiche, che i designer normalmente non hanno. Portiamo investitori e ingegneri a Barcellona per dare un futuro a queste idee.

2. Aiutare direttori creativi, agenzie, designer, che prima o poi si troveranno a lavorare con le start up, a capire come funziona questo mondo dal di dentro. Comunicazione tradizionale e branding non sono prioritarie per loro, lo diventano solo alla fine del processo.

Avremo sicuramente giovani designer di Barcellona, ma ci piacerebbe avere creativi da tutti i paesi. Può essere che ognuno di noi abbia un’idea nel cassetto e non sappia da che parte cominciare, può darsi che alcuni di quelli che fanno parte delle giurie vogliano provare a vedere come funziona là fuori, può darsi che ci siano direttori creativi che vogliano cimentarsi a fare gli imprenditori.

Il team vincente sarà ospitato una settimana a Roma a PiCampus -www.picampus.it - acceleratore di start up con grande esperienza sulla tecnologia che sta aprendo al mondo del design, per poter sviluppare l’idea potenzialmente più fertile.

Sei un pirata?

Partecipa il 14 e 15 ottobre a Barcellona al Pirates Hackathon (Turn design ideas into ventures).

Scarica qui la call e il modulo di iscrizione qui e inviala il modulo entro il 14 settembre all’assistente ADC*E, Aline Charransol, aline@adceurope.org tenendo in copia info@adci.it (oggetto: Pirates Hackathon Submission – Italy).


Leave a reply

Award adci best creative idea – IFF Capalbio – Man after machine

Colin Trevorrow, regista di Jurassic World e del prossimo Star Wars Episodio IX, è stato con noi. Ha avuto modo di curare e coordinare un workshop per pochi fortunati, un laboratorio creativo dedicato allo storytelling. E come è in uso nella cultura civile, il Maestro si confonde molto volentieri con tutti. Con i giovani colleghi, con noi della giuria, con i ragazzi dello staff, anch’essi giovani artisti prestati all’organizzazione. L’happening al Parco dei Tarocchi è disinvolto, informale, e di approfondimento e di divertimento collettivo. Colin Trevorrow è persona timida, riservata, siede su di uno sgabello, al centro di un emiciclo naturale di rocce e sassi, dove noi tutti troviamo posto. Parla con voce lenta e sempre riflessiva, beve un sorso d’acqua dalla bottiglia e ci racconta dei suoi esordi. E’ paterno nell’approccio, esorta la platea a provarci. Anche per il solo gusto di provarci. A metterci sempre passione e lavoro, senza fronzoli o stupide illusioni che spesso traducono un alibi in pesante macigno, che ferma o alla meno peggio ritarda un lavoro che dovrebbe essere ben fatto. Il suo lavoro d’esordio: un corto che ha richiesto un investimento di circa 7000,00 dollari, una buona prova d’autore visto che ha attirato l’attenzione di Steven Spielberg, e il resto è storia e lo sarà ancora.
Atteggiamenti informali, nessuno si è concesso, tutto molto naturale nell’interazione tra ruoli ed esperienze. Racconti di Colin e dei presenti, sensazioni, riflessioni, confronto ed arricchimento con le altre storie che libere, raccontano di altre esperienze. Si è creato così un ambiente rilassato, dove tutti parlano con tutti, non c’è ruolo, nazione, religione o credo politico che interferisca nel libero scambio di idee, sorrisi e proiezioni. Tutti coinvolti e accomunati dalla cultura. La cultura, in questo caso del cinema, che parla la stessa lingua in ogni luogo della terra. Gli occhi che brillano per l’opera compiuta e in concorso sono gli stessi sia per il giovane regista americano Graham Parkes di Where you are che per il più “maturo” regista tunisino Lotfi Achour di La Laine Sur Les Dos / Law Of The Lamb
 in concorso anche a Cannes.
Anche gli assenti hanno il loro fascino. The Takeaway Scenes presenti al festival con Jumpers, quinto loro corto, a cui è andato – AWARD ADCI BEST CREATIVE IDEA è un gruppo di creativi: Director Anonymous Written By Anonymous Cinematography Anonymous Editing Anonymous Music Anonymous Cast Anonymous, Anonymous. Sono fatti così giranno e fanno girare i loro lavori per i festival di tutto il mondo e di solito non ritirano i premi e visto il talento non escluderei, che i martedì possano perdersi, suonando in qualche locale di Manhattan.
Capalbio, mi verrebbe da dire e lo dico è cornice, paesaggio naturale, dove tutto questo può accadere. In questa cornice di calma apparente, tre giorni nella percezione di quanto fatto, si sono amplificati, sono diventati multipli di se stessi. Appuntamenti con Video Mapping, Storyboomers, Virtual Reality Experience, Interactive Documentary, tutto rigorosamente in lingua. La sera proiezioni di corti fino a tarda notte. Una full immersion di tecnologia e nuove tendenze dove la macchina dai tempi di Fritz Lang dichiara di voler sostituire l’uomo. Ma l’uomo non molla, tiene duro, guarda alle stelle, si ritrova e si raccoglie a notte inoltrata, puntuale ogni sera al Vecchio Frantoio per uno scarico di tensione con il favore di quattro chiacchiere, magari con un’idea in proiezione da condividere, davanti a un bicchiere di buon rosso.

THE AWARDS
in the suggestive Piazza Magenta, in the old town centre of Capalbio, the awards of the XXIII edition of CAPALBIO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL were given. The festival was founded by Stella Leonetti – with Michelangelo Antonioni as its godfather and has now Tommaso Mottola as director. The International Competition Juries, was made up of the actress Pamela Villoresi, the producer Pietro Valsecchi, the actress and director Stefania Casini, the director of L’attesa with J. Binoche Piero Messina, the screenwriter Filippo Bologna and the writer Giuseppe Catozzella.
They gave the following awards:

GRAN PRIX BEST FILM: Where You Are by Graham Parkes
With the following reason: “The best narrative idea, realized and told in an extremely delicate and poetic way.
A film that touches your heart and soul. An intimate and delicate story about the relationship between father
and son and the difficulties in accepting its changes.”

GRAN PRIX BEST FILM DIRECTION: Lotfi Achour for La Laine Sur Les Dos / Law Of The Lamb
With the the following reason: “A story of power abuse and poverty. A world that is now close to us, depicted
with ability and irony. It is a bitter epilogue about the old abuse of power of the rich against the poor, told
withe the strength and simplicity of a tale by Phaedra.”

GRAN PRIX BEST CINEMATOGRAPHY: Yek An / A Moment by Naghi Nemati
With the the following reason: “A bitter story that reflects the situation in the south of the world. Its images
are blurred and brave, on different levels of an historical reality.”

GRAN PRIX SPECIAL MENTION: Partir / Leave by María Saavedra
With the following reason: “A wonderful story with extraordinary images and skillful protagonists. An on the
road film that stretched the boundaries of the world and life.”

The International Jury, made up of the actress and director Stefania Casini, the Israeli director Ayelet Albenda and the Norwegian producer Torstein Nybø, nominee at the Academy Awards, gave the following
awards:
WORLD OF MAPS PRIZE: Home by Daniel Mulloy
Withe the following reason: “Even tough it is a short film, dramatically it seems like a long one. So simple and yet so ingenious. It has a peculiar way of facing the gender issue, exchanging the roles. Is exemplary how the title is summarized in the final hug, symbolizing the home that will never be lost. A short that leaves the desire of watching more movies from the same director.”

AWARD ADCI BEST CREATIVE IDEA award to: Jumpers di Takeaway Scenes,the award was assigned by journalist and creative Giacomo Marsella
With the following reasons: “It is extraordinary how the directors manage to use an event that takes place once a year and use it as a theatrical stage. The roof of a building becomes a natural stage where you can go to either watch the stars or decide to jump off. With some fireworks as background the drama between two different generations takes place.The illusory improvisation hides the capability to analize and understand in a
second the right decision to take. The actors have sharp aspects and the dialogues are fast. The film shows how when there is a good idea, the story develops alone without the need for the producers intervention or technical devices.”

PH – FABIO MAZZELLA

Salva

Salva