Leave a reply

Solo a gennaio la quota di rinnovo Early Bird!

Sei socio da più di un anno e la tua quota standard è di 260 euro? Approfitta dell’Early Bird e rinnova entro il 31 gennaio 2017, paghi la metà!

ADCI ricorda a tutti i soci che durante l’assemblea soci di dicembre è stata confermata la formula Early Bird del – 50% per chi paga normalmente 260 euro di quota associativa.

Soci che si sono iscritti nel 2015 o prima pagano la seguente quota associativa:

  • 130 euro entro il 31 gennaio 2017
  • 260 euro entro il 31 marzo 2017
  • 520 euro dal 1 aprile 2017 in poi

Per chi si è iscritto nel 2016 ed è al primo rinnovo, la quota di rinnovo standard è di 130 euro, è possibile rinnovare pagando la quota standard entro il 31 marzo 2017.

I soci Under 30 pagano 50 euro fino al giorno del loro compleanno tutto l’anno! Quindi per chi è nato nel 1987, ricordati di rinnovare entro il tuo compleanno altrimenti rischieresti di pagare 130, 260 o persino 520 euro (dipende da quanto sei socio e quando rinnovi)!

Chi si iscrive per la prima volta nel 2017 e ha compiuto i 30 anni, paga 130 euro; invece chi ha meno di 30 anni, paga 50 euro.

Il rinnovo/l’iscrizione è valida fino al 31 dicembre 2017, quindi conviene iscriversi o rinnovare nei primi mesi dell’anno.

FAQ

1. Come pagare la propria quota? 

Con bonifico a:
Art Directors Club Italiano
Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579

BIC/SWIFT: BCITITMX (Solo per l’estero)

causale: quota associativa 2017 NOME+COGNOME.

2. Come iscriversi?
Basta mandare una mail a caroline.schaper@adci.it inviando il modulo di iscrizione compilato.

 


Leave a reply

Buone Feste

L’ADCI è una finestra su quella parte di noi che spesso la quotidianità relega a un angolo. È spazio per il confronto costruttivo, è tempo per la sperimentazione, è un viaggio libero nel territorio della creatività e di tutte le sue forme.
Grazie per la fiducia che mi avete accordato, grazie ai consiglieri con cui abbiamo condiviso questi dieci mesi straordinari, grazie a tutti i soci per aver vissuto con partecipazione ogni passo avanti fatto insieme.

L’ultima assemblea è stata speciale, più che il riassunto delle attività svolte è stata una celebrazione di queste stesse, ma si è tenuta il sabato prima delle feste natalizie e molti di voi non hanno potuto partecipare, pertanto colgo l’occasione per augurarvi buone feste e augurarci un 2017 ancora più memorabile.

A presto,

Di seguito i link ad alcuni dei momenti più importanti di quest’anno. >> se il link non è più attivo, scrivi a info@adci.it per maggiori informazioni.


Leave a reply

Quote associative ADCI 2017

Le quote associative 2016 sono state confermate all’unanimità dall’assemblea Soci sabato scorso per il 2017. Qui in breve i dettagli:

  • Iscriversi per la prima volta all’Art Directors Club Italiano costa 130 euro, così come il primo rinnovo;
  • Quota Early Bird valido fino al 31 gennaio 2017: rinnovare oggi la quota d’iscrizione all’Art Directors Club Italiano, costa 130 euro anziché 260 euro per tutti i soci che si sono iscritti per la prima volta nel 2015 o prima (dal secondo rinnovo in poi);
  • Per chi rinnoverà l’iscrizione tra il primo febbraio e il 31 marzo 2017, la quota sarà di 260 euro. (sempre dal secondo rinnovo in poi, ovvero chi si è iscritto per la prima volta nel 2015 o prima); chi deciderà di rinnovare successivamente pagherà invece 520 euro (vale per tutti i rinnovando ad esclusione degli Under 30).

Gli Under 30 continueranno a pagare 50 euro.

FAQ

1. Ho uno spiccato senso per gli affari e preferisco pagare 130 euro anziché 260 o addirittura 520. Cosa devo fare?

Un bonifico a: Art Directors Club Italiano
Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579

BIC/SWIFT: BCITITMX (Solo per l’estero)

causale: quota associativa 2017 NOME+COGNOME.

Entro il 31 gennaio 2017. 

2. Non sono mai stato socio Adci come mi iscrivo?
Basta mandare una mail a caroline.schaper@adci.it inviando il modulo di iscrizione compilato.

Buon Natale a tutti!

Nota Bene:
Gli uffici ADCI resteranno chiusi dal 23 dicembre al 8 gennaio.

Leave a reply

ASSEMBLEA SOCI STRAORDINARIA 17 dicembre 2016

Cari Soci,

domani 17 dicembre 2016 alle ore 10:00 a.m. in seconda convocazione si terrà l’Assemblea Soci straordinaria ADCI.

L’ordine del giorno:

  • 10:00 – 10:30 Welcome Coffee
  • 10:30 – 11:00 Introduzione e breve aggiornamento attività del Club 2016 (Presidente Vicky Gitto)
  • 11:30 – 12:00 Presentazione risultati della Survey X-RAY4US (Giacomo Fusina – Human Highway)
  • 11:00 – 11:30 “ADCI – Prospettiva di un’evoluzione” (intervento di Marco Lombardi)
  • 12:00 – 12:30 Votazione per confermare le quote del 2016, in particolare la quota l’early bird di gennaio dal 2017 in poi  (130 euro anziché 260 euro per i soci dal terzo anno di associazione in poi)

Vi aspettiamo sabato 17 dicembre alle ore 10:00, in Via Alessandria 3 (Milano) – piano terra.

Sarebbe importante oltre che un vero piacere poter contare su una larga partecipazione. Per confermare la vostra presenza, scrivete a: caroline.schaper@adci.it.


Leave a reply

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 2016

Il Consiglio Direttivo dell’Art Directors Club Italiano convoca, a norma di Statuto, l’Assemblea Ordinaria dei Soci, per il giorno 26 febbraio 2016 alle ore 6,00 in prima convocazione e

alle ore 10,30 del giorno 27 Febbraio 2016 in seconda convocazione

presso Acqua su Marte, Via Alessandria 3  – Milano, per discutere e deliberare sul seguente:

                                           ORDINE DEL GIORNO

  1. Resoconto attività svolte nel 2015
  2. Presentazione, discussione e votazione bilancio 2015
  3. Rinnovo cariche sociali per il triennio 2016-2018 del Consiglio Direttivo (Presidente, Vice Presidente, Segretario, 6 Consiglieri e 3 Probiviri più un supplente)
  4. Varie ed eventuali

Caro Socio, per rinnovare l’iscrizione per il 2016 è necessario versare la quota associativa entro il 26 febbraio 2016. Chi effettua/ha effettuato il pagamento via bonifico a partire dal 23 febbraio dovrà inviare la contabile del bonifico.

Dati per quote iscrizione 2016
Bonifico bancario
Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579
BIC/SWIFT:  BCITITMX (Solo per l’estero)

Per chi non riuscisse a essere presente, è possibile delegare un socio, basta scaricare l’apposito modulo Delega_Assemblea_Soci_2016 e inviarlo al segretario caroline.schaper@adci.it


Leave a reply

Quote Associative Adci: meglio pagare 130 euro oggi che 520 ad aprile. O no?

La Coppia Più Bella Del Mondo. (Fritz Tschirren & Pasquale Barbella)

L’Assemblea dei Soci ha ieri approvato all’unanimità la proposta presentata dal Consiglio Direttivo.

Iscriversi o rinnovare oggi la quota d’iscrizione all’Art Directors Club Italiano, costa 130 euro anziché 260. Purché lo facciate entro il 31 gennaio 2016.

Per chi rinnoverà l’iscrizione tra il primo febbraio e il 31 marzo 2016, la quota sarà di 260 euro.

Chi deciderà di iscriversi successivamente pagherà invece 520 euro.

Gli Under 30 continueranno a pagare 50 euro.

La più rapida Assemblea Soci della storia del Club è stata seguita dai festeggiamenti per i 30 anni.

È stato bello rivedere insieme Fritz e Pasquale.

La coppia più bella del mondo, nonché primo e secondo Presidente del Club, sono stati intervistati da Beatrice Mari, Federica Nanni, Luca Pertanto Pedrani e Sara Rosset. (grazie ancora, miei prodi, per esserci stati)

Domande anche per il Past President Maurizio Sala, e alcuni dei soci fondatori.

Ricordo che per decisione unanime del Consiglio Direttivo Adci, tutti e 45 i soci fondatori non sono più tenuti a versare la quota associativa. Chi desidera rientrare e avere la propria scheda all’interno del sito, dovrà semplicemente farne richiesta via email al Segretario del Club, Caroline Yvonne Schaper (caroline.schaper@adci.it)

FAQ

1. Ho uno spiccato senso per gli affari e preferisco pagare 130 euro che 260 o addirittura 520. Cosa devo fare?

Un bonifico a: Art Directors Club Italiano
Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579

BIC/SWIFT: BCITITMX (Solo per l’estero)

causale: quota associativa 2016 NOME+COGNOME.

Entro il 31 gennaio 2016. Fallo oggi e togliti il pensiero.

2. Non sono mai stato socio Adci come mi iscrivo?
fai richiesta via email: caroline.schaper@adci.it e emanuele.soi@adci.it

3. Compio 40 anni nel 2016 ma sono svizzero come Fritz Tschirren, posso entrare in giuria?
Basta la maggiore età ed essere invitato da uno dei presidenti delle giurie Adci Award (che non sono ancora stati scelti, così come ancora non è stato deciso chi sarà il presidente dell’award nel 2016)

4. Posso candidarmi come giurato italiano a Cannes Lions?
Certamente. Basta che tu sia in regola con la quota associativa Adci. Puoi inviare la tua auto candidatura a caroline.schaper@adci.it o al membro del consiglio Adci che preferisci. Ma le candidature per Cannes Lions 2016 sono già state inviate il 31 ottobre scorso. Quindi ora la tua candidatura verrebbe considerata per l’edizione del 2017. Ti consiglio di mandarla nel mese di settembre 2016.

5. Come stai?
-mah, sono un po’ preoccupato, sospettano abbia un tumore al fegato…
-ah, scusa se ti interrompo, ma stavo pensando che non sono mai stato giurato a Eurobest e ci terrei a rendermi utile per il Club…eh che ne pensi?…si può fare? cos’è che dicevi? hai un rumore?

Buon Natale a tutti :)
m.


Leave a reply

Assemblea Soci Art Directors Club Italiano 2015

Per chi non ha potuto partecipare all’Assemblea Soci, ecco una sintesi di quanto successo. Lo slideshow è il riepilogo delle attività principali svolte dall’Adci negli ultimi 12 mesi.

Il nuovo Vice Presidente dell’Art Directors Club Italiano è Nicola Lampugnani.
Nel Consiglio Direttivo entra Mauro Manieri

Il Presidente dell’Adci Award 2015 è Luca Scotto Di Carlo.

L’Assemblea ha approvato all’unanimità il bilancio 2014 e, sempre all’unanimità, ha approvato le quote associative per il 2015
260 euro per i Soci “awarded”
130 euro per i Soci di nuova nomina
I giovani sotto i 30 anni potranno entrare nel Club con una quota di 50 euro.
(non chi compie i 30 anni nel corso del 2015)

“Thanking Ovation” a J. Edgar Gabriele Biffi. Per 30 anni Tesoriere Adci (dall’anno della sua fondazione).
Gli subentra Emanuele Soi.

I Soci che vogliono rinnovare la propria iscrizione al Club possono farlo anche con un bonifico online (causale rinnovo quota). Ecco le cooordinate:

Banca Prossima, Milano

Iban: IT19V0335901600100000119579 

BIC/SWIFT:  BCITITMX (Solo per l’estero)
Per i giovani under 30 che stessero valutando se e come entrare nel Club, segnalo questo post.


5 Replies

L’Assemblea Adci di domani e sette ragioni per non votarmi.

Domani, sabato 22 febbraio, mi candiderò alla Presidenza dell’Adci anche per il prossimo triennio. I non Soci potranno vedere l’Assemblea Adci, dalle 10.30 circa, QUI.
Questi i nomi dei miei compagni di squadra per la formazione del Consiglio Direttivo:
Karim Bartoletti, Gabriele Cucinella, Davide Boscacci, Francesco Guerrera, Nicola Lampugnani, Massimiliano Maria Longo, Matteo Maggiore.

Per quanto riguarda la figura del Segretario, per la prima volta non sarà un creativo. Caroline Yvonne Schaper è un account.

Rispetto a tre anni fa sono cambiate alcune modalità nel mio modo di presentarmi all’Assemblea elettiva.

Non ho illustrato il programma con un mese di anticipo e quando con gli altri compagni di squadra abbiamo cominciato a discuterne pubblicamente, è avvenuto attraverso la stampa del settore e non la blogosfera.

Questo cambiamento è dovuto a tre semplici ragioni.

1. Ho invitato, due settimane fa, eventuali altri candidati alla presidenza del Club a utilizzare il blog Adci, per lanciare il proprio programma.

Non è successo nulla.

Usare io, Presidente in carica, questa sede virtuale, mi pareva un po’ “berlusconiano”.

2. Il programma verrà illustrato, all’Assemblea dei Soci, direttamente dai candidati al ruolo di Consigliere. Ciascuno di loro assumerà, di fronte ai Soci, un impegno rispetto al proprio specifico punto programmatico.

3. Come avevo spiegato all’Assemblea che mi elesse tre anni fa “non vi sto dicendo che realizzeremo tutti questi punti nel corso dei prossimi tre anni, ma penso che sia da coglioni non iniziare a perseguirli”.

Anche per questo mi è parso più opportuno usare gli ultimi mesi del mio mandato cercando di fare, più che spiegarvi cosa avrei fatto, se rieletto, nel triennio successivo.

Ho cambiato idea sul mio secondo (eventuale) mandato. Avevo dichiarato che avrei lasciato.
Non ho cambiato idea sui punti del mio programma originario.

1) Ritrovare l’identità corale e le ragioni che ci uniscono. Perché solo l’associazionismo può offrirci oggi la possibilità di tornare ad avere il ruolo che ci spetta: protagonisti della comunicazione.
Ritengo che su questo punto si siano fatti notevoli passi avanti. Nelle due ultime giurie e nel gruppo Goodfellas (attraverso il quale abbiamo fatto sistema per contare di più a Cannes) ho visto la parte migliore dei Soci: competenza, talento e voglia di condividerli nell’interesse comune. Questa candidatura è in qualche modo “figlia” dell’esperimento Goodfellas. Al di là di chi poi abbia deciso di candidarsi, dietro c’è una seconda linea pronta a supportarci nel corso dell’eventuale mandato.

2) Restituire dignità e valore al nostro lavoro. Dobbiamo recuperare credibilità e autorevolezza attraverso un dialogo e un confronto continui con il mondo delle aziende.
Da Upa abbiamo avuto qualche segnale incoraggiante. Ma c’è ancora molto da fare. Lavorare con Assocom potrebbe aiutare.

3) Tornare a essere considerati operatori culturali. Come lo eravamo quando intellettuali del calibro di Eco ci chiedevano di scendere in campo e partecipare a temi di rilevanza assoluta per la società civile.
Abbiamo fatto passi avanti. Siamo stati spesso coinvolti in interviste su testate orizzontali, online e offline. Anche riguardo alla tematica “campagne sessiste”, si cominciano a fare distinzioni tra Soci Adci e il resto del mazzo dei pubblicitari.
Presidente della Camera e Vice Presidente del Senato (attuali…) ci hanno conosciuto e apprezzato il nostro impegno. Hanno anche ricevuto una copia del nostro Annual.

Con modalità differenti questo è un lavoro da proseguire.
Il Festival, come momento per condividere cultura della comunicazione, con tutti i player della nostra industry, può essere molto utile. Davide Boscacci e Nicola Lampugnani si impegneranno in prima persona. Alcuni soci hanno già promesso un contributo concreto. Chiunque voglia mettersi a disposizione per sostenerli nella realizzazione del Festival può contattarli.

4) Diventare un reale punto di riferimento nella formazione dei giovani.
Grazie all’infaticabile Consigliere Mizio Ratti e al supporto di altri Soci, tra tutti cito Davide Rossi, siamo riusciti a fare molto. Matteo Maggiore, che si candida per questo compito ha un programma articolato e ambizioso. Ha già iniziato a lavorare per il Club negli ultimi mesi del 2013 (per esempio alla country selection under 29 di Eurobest). Avrà bisogno di supporto, le capacità e l’entusiasmo non gli mancano. Considero questo “ministero strategico”, per ragioni di responsabilità sociale e per la sopravvivenza del Club. Chi volesse sostenere Matteo, non solo con il voto, lo contatti in caso di elezione.

5) Essere un punto di riferimento per tutti i creativi, colleghi soci e non, anche per quanto riguarda gli aspetti economici, gestionali, pratici ed etici.
Manifesto Deontologico Adci, dirette web con consulenti del lavoro, prese di posizione pubbliche nei confronti di certi bandi di gara particolarmente demenziali, sono stati in questo senso utili. Il sistema sta franando?, cambiando?, evolvendo?. Scegliete voi il termine. Ma diventa cruciale evitare l’imbarbarimento, la perdita di cultura. Non intendo il termine “cultura” come aspetto meramente intellettuale. Più pragmaticamente la vedo come “serbatoio di memorie delle buone pratiche tecniche, gestionali ed etiche che ogni generazione dovrebbe trasmettere a quella successiva”.
Se non diffondiamo Cultura della comunicazione non rispettiamo il nostro scopo statutario. Anche da questo punto di vista considero strategico Il Festival, la cui organizzazione per quanto riguarderà Adci fa capo ai già citati Boscacci e Lampugnani. Anche loro avranno bisogno di molto supporto.
Non lasciateci soli.

6) Avere un Annual realmente utile agli scopi comuni.
Se il nostro scopo è diffondere cultura della comunicazione, nemmeno questo mio mandato ha centrato il punto attraverso l’Annual. Malgrado l’impegno e gli sforzi eroici (ancora grazie!) di Barbella prima, e Manfroni poi.
La diffusione del nostro Annual dovrebbe essere nell’ordine di grandezza delle migliaia. Francesco Guerrera ha idée e un progetto a riguardo. Già il coraggio di provarci merita voti prima e supporto concreto dopo.

Valori che vanno accostati al marchio Adci
Continuo a pensare che ogni nostro atto pubblico, ogni nostra iniziativa dovrà avere in sé una potenziale notizia “utile” a caricare la marca ADCI di questi 4 valori: Apertura, Trasparenza, Rilevanza, Consistenza.

Da questo punto di vista, è strategico il “ministero digital”, attribuito a Massimiliano Maria Longo e Gabriele Cucinella.
Se già nel Consiglio Direttivo uscente c’erano buone competenze in campo, l’attuale rosa è stata ulteriormente rafforzata.

A rafforzare le relazioni esterne ci saremo io e Karim Bartoletti.

Alcune precisazioni.

La mia presunta deriva sindacalista.
Non sono un sindacalista. Né ritengo che il Club possa o debba diventare un sindacato.

Ma come piccolo imprenditore continuerò a prendere solo i collaboratori che mi posso permettere di inquadrare e pagare correttamente. E come Presidente del Club continuerei a dire che questo è il modo più concreto di valorizzare la creatività. Perché se non pagassi chi la produce, sarei il primo a non darle valore.

Le mie condizioni – 7 ragioni per cui non votarmi
Ne ho discusso con la mia squadra, Vice Presidente innanzitutto. Lo faccio ora con voi Soci.

1. Apertura e Trasparenza del Club. Non sono disposto a tornare indietro sul fatto che il Club debba restare aperto, come da modifica statutaria votata dall’Assemblea nel dicembre 2012; le giurie restano più allargate rispetto ai 5 anni che precedettero il mio mandato e la votazione dei lavori iscritti all’Award dovrà avvenire “alla luce del sole” e non essere segreta.

2. Rimangono le modifiche statutarie che hanno riequilibrato i poteri tra Consiglio Direttivo e Probiviri, a favore di questi ultimi.

3. Il mio impegno. Non supererà le 500 ore annue. Essere Soci del Club significa condividere una visione, un’idea, e avere un voce che rappresenti pubblicamente gli interessi comuni, prendendo posizioni su aspetti che individualmente sarebbe più complesso, rischioso o faticoso sostenere. Essere Soci significa avere tutti gli stessi diritti, ma questo non comprende il possedermi e fagocitare la mia vita privata. Chiamarmi per chiedere conto di un lavoro non entrato nell’Annual, del non essere stato selezionato per la giuria dell’Adci Award o quella di Cannes, invitarmi a prendere posizione a destra e manca sui temi più disparati, attraverso i tanti canali social, (e questi sono solo alcuni esempi) sono comportamenti che non mi aiutano a essere efficace.

4. Il vostro impegno. Paghiamo tutti una quota associativa. Anch’io. È utile al Club intervenire pubblicamente su temi rilevanti. Ma oltre a supportarmi nel monitoraggio delle conversazioni, intervenite anche voi. All’interno del Club ci sono ottime “penne”, anche tra gli art director. Un bando di gara vi indigna? Oltre a chiamare Guastini perché non scrivete un pezzo? L’impatto è più forte se si interviene quando la conversazione è “calda”. Se mi aiutate a formare una task force di pronto intervento sarà più probabile avere una buona “penna libera” al momento del bisogno. Io ho in mente una lista di nomi tra Soci, ex Soci e blogger. Ma sentitevi liberi di proporvi.

5. Non limitatevi a propormi idée. Proponetevi per realizzarle. Una alla volta. La rinnovata formula dei Giovani Leoni fu un’idea di Davide Rossi. L’ha concretizzata pur lavorando a Shanghai. Perché voleva davvero farlo. Tra le tante proposte ricevute nel triennio, una a cui non avevo pensato e che mi piacerebbe realizzare l’ho ricevuta da Antonella Meoli. Una ricerca online per comprendere cosa si aspettano i marketer dai creatori di contenuti, e viceversa. Qualcosa del genere venne fatto (non online) nel 2003-2004, mi pare. Trovo l’idea utile. Ho bisogno di qualcuno che la concretizzi. Non di commenti acidi sul blog.

6. “Ma cosa fa e a cazzo serve l’Adci?”. È una domanda a cui risponderò solo quando mi verrà posta da un giovane ai primi passi. Tre anni fa sentivo tra i miei doveri quello di colmare un certo gap comunicativo da parte del Club. Questo conto, per quanto non personale, il mio mandato l’ha saldato. Cosa è, a cosa serve e cosa fa l’Adci l’ho indicato molte volte.

7. Siete scazzati? Non sono uno psicoterapeuta, solo un aspirante (forse) insegnante di Yoga. Non posso fare nulla per voi.

Le mie condizioni non sono negoziabili. Se una o più sono inaccettabili basterà non votarmi. Con 500 ore in più all’anno potrò fare un sacco di altre cose.

Chiudo prendendomi un’ultima libertà. Una dedica: Vaffanculo, Infaticabile. Se mi eleggono mi mancherai.


3 Replies

Il 22 febbraio l’Adci vota il nuovo Consiglio Direttivo

Il 22 febbraio, alle 10.30, ci sarà l’Assemblea dei Soci Adci. Presso Accademia di Comunicazione, a Milano.

L’obiettivo principale è eleggere 14° Presidente, Vice Presidente, Segretario, i 6 Consiglieri; 3 Probiviri più Proboviro supplente.

Nella prima parte dell’Assemblea verrà invece presentato e votato il bilancio 2013.

Nel 2011, quando decisi di candidarmi, dovetti usare il mio blog personale per presentare e argomentare la mia candidatura. Perché l’Adci non aveva più un blog.

Nel 2014, chiunque voglia candidarsi può farlo usando questa sede virtuale del Club. Basterà scrivere a Gianni Lombardi (gianni.lombardi@adci.it), per avere l’accesso.

Come spiegai nel primo post “the missing link

credo che associazioni come la nostra siano utili quando offrono luoghi fisici e/o virtuali dove entrare con un’opinione e uscirne con altre.
Non siamo militari, non siamo fatti per avere una sola idea.

Spero ci sia più di una candidatura.

Poiché ho imparato a diffidare di posta ordinaria ed elettronica,
posto anche il testo della convocazione inviata a tutti i Soci:

alle ore 10,30 del giorno 22 Febbraio 2014 in seconda convocazione
presso la Fondazione Accademia di Comunicazione, Via Savona 112/A– Milano, per discutere e deliberare sul seguente:

ORDINE DEL GIORNO

1. Resoconto delle attività del 2013
2. Presentazione, discussione e votazione bilancio 2013
3. Deliberazione quote sociali 2014 ed eventualmente del 2015
4. Rinnovo cariche sociali per il triennio 2014-2016 del Consiglio
Direttivo (Presidente, Vice Presidente, Segretario, 6 Consiglieri
e 3 Probiviri più un supplente)
5. Varie ed eventuali

Cordialmente.

Il Presidente
(Massimo Guastini)

 

Dati per quote iscrizione 2014
Assegno Bancario barrato e non trasferibile intestato Art Directors Club Italiano ed
inviato in Via Carlo Maria Maggi, 14 – 20154 Milano
Oppure bonifico bancario
Banca Intesa Sanpaolo fil. 1886 – Via C. Battisti, 11 – Milano
Iban: IT31C0306909483100000004525
Codice Bic: BCITITMMK9 (solo per bonifici esteri)
Soci ADCI (ordinari) Euro 260,00

ATTENZIONE

· Ha diritto di voto nell’Assemblea e nelle giurie SOLO CHI HA GIA’ VERSATO LA QUOTA ASSOCIATIVA ed è quindi, a tutti gli effetti, socio per l’anno 2014.

· Chi, per particolari ragioni personali, non avesse avuto modo di pagare, potrà farlo prima dell’Assemblea.

· Chi ha pagato per raccomandata dovrà presentare prima dell’inizio dell’Assemblea, la ricevuta della stessa, comprovante l’avvenuto pagamento.

· Chi delega dovrà fornire al delegato la suddetta ricevuta, o eventuale assegno per consentirgli di pagare sul posto.

· Si raccomanda a coloro che non potranno partecipare all’Assemblea di delegare: OGNI SOCIO PUO’ PORTARE TRE DELEGHE.

Scusate per questo noioso elenco di obblighi burocratici, ma non si può fare altrimenti.
Grazie per la collaborazione.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

DELEGA

Poiché sono impossibilitato a partecipare all’Assemblea Ordinaria dei Soci dell’Art Directors Club Italiano, convocate per il giorno 22 Febbraio 2014, delego il Socio:
____________________________________________________ a rappresentarmi.

Nome e Cognome ___________________________________________________

Data __________________________ Firma _____________________

ATTENZIONE: Un Socio non può avere più di tre deleghe.

Milano, 22 Febbraio 2014