Leave a reply

Biglietti scontati per Sónar+D-18.19.20 Giugno 2015

Grazie alla collaborazione tra l’Art Directors Club of Europe, i suoi club membri e il Sonar Festival di Barcellona, vi proponiamo 30 biglietti con il 20% di sconto per Sónar+D 2015.

L’offerta consente il pieno accesso a Sonar+D, il Congresso Internazionale di Digital Culture and Creative Technologies. Un evento imperdibile per scoprire le nuove tecnologie e conoscere persone e iniziative che mostrano lo stato dell’arte della creatività nelle sue molteplici forme.

Sonar è un festival pionieristico. Coniuga un’offerta culturale variegata, l’avanguardia tecnologica e la sperimentazione di nuove tendenze della musica dance elettronica.

Richiedi il tuo accredito contattando l’ADCE a maytee@adceurope.org.

Il prezzo promozionale è di 200 euro (prezzo originale 250 €).

Questa offerta è valida fino al 30 marzo 2015.

Vince chi arriva prima, quindi: dajje.

Per maggiori informazioni: Sonar+D 2015


Leave a reply

Due ori e tre argenti all’ADC*E – L’Italia sulla strada giusta.

Le buone notizie ce le portano i nostri giurati italiani all’Art Directors Club Europeo: Luca Lorenzini, Patrizia Boglione e Karim Bartoletti. In un award europeo che è ormai quasi esclusivamente appannaggio dei tedeschi, l’Italia si porta a casa un bel bottino.

I nostri migliori progetti dello scorso anno, riconosciuti anche a Cannes e in patria, incassano un pesante oro ciascuno: Dear Future Mom di Saatchi & Saatchi vince in Public Service & Charity, Samsung Maestros Academy di Leo Burnett in Integrated Campaigns.

Tre gli argenti, andati a Another Place (Storie Zero Like Magic Wand), Publicis (Dacia Sponsor Day) e Saatchi & Saatchi (Dear Future Mom). Sette invece le nominations (i bronzi non esistono): due per Publicis, due per M&C Saatchi, una a testa per Saatchi, Another Place e Y&R. Questa la lista completa (PDF): ADCE WInners 2014_final list.

I risultati sono da considerare più che buoni, visto e considerato che il numero degli award consegnati è decisamente inferiore rispetto a Cannes, e ci confermano che il cervello italiano è vivo e vegeto. Certo, siamo molto lontani dai livelli della Germania ma del resto tutta la nostra economia e il nostro sistema lo sono, quindi non c’è da stupirsi granché.

Una nota a parte per il festival. Nell’anno di IF! anche l’ADC*E propone per la prima volta un suo festival. Ovvero non solo il tradizionale award ma un evento strutturato e completo. La prendiamo come l’ennesima conferma che lo spostamento da premifici a contenitori  e produttori di contenuti sia l’unica direzione per questo genere di associazioni.

Parentesi e sottovoce: a sentire le testimonianze dei nostri giurati, il loro festival è stato un buon esperimento ma decisamente meno riuscito del nostro. Pur augurando ai nostri partner europei tutto il meglio, concedeteci per una volta di gongolare un po’. Se poi ci mettiamo che, dopo aver inserito dei clienti all’interno delle nostre ultime giurie, Cannes annuncia che per la prima volta un presidente di giuria proverrà dal mondo delle aziende (leggi news qui e il nostro post in merito qui), ci viene da dire che forse siamo sulla strada giusta.

Anzi, forse dovremmo smetterla con la nostra tipica sindrome da follower e ricordarci che, da buon popolo di artisti, la creatività la conosciamo bene e, in quanto navigatori, le rotte le sappiamo tracciare anche noi.


Leave a reply

Una brutta notizia: l’IF! è la metafora del paese. #ItaliansFestival

A noi italiani, è noto, piace tantissimo parlare male di noi stessi. È una cosa che ci esalta e ci fa andare avanti come forse nessun’altra: viviamo nella costante, rassicurante consapevolezza che gli altri “stanno avanti” e ci considerano con disprezzo, se non addirittura pena. Un’attitudine tafazziana così appassionatamente radicata che ci spinge talvolta persino a scambiare un ironico omaggio per un’offesa gratuita, chiedendone il ritiro e facendo sì, in quel caso, una sontuosa escursione nel guano (essenzialmente per la cocciuta incapacità di intendere alcuni principi rudimentali di retorica, che dell’advertising è più o meno l’essenza). Insomma, la tentazione di dileggiare la pochezza italica è sempre troppo forte: del resto, neppure io in apparenza sono riuscito a resistervi, no?

Ecco allora la brutta notizia: più spesso di quanto crediamo abbiamo delle idee interessanti che gli altri non solo non disprezzano, ma addirittura fanno loro. Per esempio, vale la pena ricordare che nell’ultimissima edizione degli ADC*E Awards, appena conclusa, le tre campagne italiane protagoniste della battaglia per il Grand Prix dell’IF! (Maestros Academy, Dear Future Mom e Dacia Sponsor Day) hanno raccolto vari metalli, tra cui spiccano, rispettivamente, l’oro e i due argenti nella categoria Integration & Innovation.

Mentre è di pochi giorni fa la notizia che ai prossimi Cannes Lions il Presidente nella categoria Creative Effectiveness sarà, per la prima volta nella storia, un cliente: nello specifico, si tratterà di (prendete fiato…):
Wendy Clark, President of Sparkling Brands & Strategic Marketing, Coca-Cola North America.
Dov’è che l’avevamo già sentita, questa cosa di mettere i clienti in giuria?

Insomma, sembra proprio che l’IF! sia la metafora del paese: ma non di quel paese che il nostro rassicurante autolesionismo vuole farci credere.


Leave a reply

ADC*E Festival is Here!

Riceviamo e pubblichiamo da Art Directors Club of Europe.

Hello!

We’re happy to announce you that the 1st European Creativity Festival is already here!
Days: 6-7-8 November, in Barcelona.

Here the link with all informations.

- All ADCE Board members will be invited to attend the conferences on 7-8 November.
- All Jurors will also be invited.
- All club co-ordinators attending the meeting in Barcelona will be also invited.

Special price for all club members:
All club members from ADCE 18 European countries can get the 2 day pass ticket at 50% price (only 30€).
The ticket includes conferences, 1 workshop and the final party.

Thanks!
ADC*E
***
ADC*E on Twitter
ADC*E on Facebook


1 Reply

‘Integration Day’ Saatchi & Saatchi Milano ha vinto il Grand Prix ADC*E Awards 2013

Integration Day Grand Prix ADCI ADCE Saatchi Milano

La campagna ‘Integration Day’ dell’agenzia Saatchi & Saatchi Milano ha vinto il Grand Prix ADC*E Awards 2013, dopo aver vinto il Grand Prix ADCI.

La campagna integrata per CoorDown Onlus è stata lanciata il 21 marzo 2012 per la Giornata Mondiale della Sindrome di Down. In quella giornata in tv sono andate in onda versioni alternative di spot pubblicitari di grandi marche nazionali, interpretate da attori down. Nella stessa giornata sono apparse campagne stampa realizzate allo stesso modo. Coordown Onlus è un’organizzazione non profit che promuove i diritti delle persone affette dalla Sindrome di Down.

Il premio è stato assegnato dalla giuria internazionale ADC*E Art Directors Club of Europe, costituita da 55 creativi provenienti da tutti i paesi europei, riunita a Barcellona il 7 giugno 2013 per selezionare e giudicare gli ADC*E Awards.

 


2 Replies

Cosa succede alla pubblicità europea? (da Patrizia Boglione)

Art Directors Club of Europe. Board meeting. Ognuno racconta cosa sta succedendo nei loro paesi. Piani A che falliscono, una miriade i piani B che spuntano dappertutto.
In Ucraina tutto è in mano alle start up di giovani creativi, i clienti fanno a gara per lavorare con loro. In Estonia l’advertising tradizionale è pressoché scomparso, ma tutti si industriano a fare cose diverse, ci sono tante idee nuove quante persone, la situazione è veramente interessante, si è tornati alla prosperità del 2008.
A Cipro non hanno neanche i soldi per piangere, ma per davvero. Nessuno investe più in niente. Ci sono solo i soldi del governo, ma non pagano più neanche loro, hanno investito tutto in bitcoins.
A Lisbona su ogni panchina dorme qualcuno, come in un albergo esteso, ma ormai ogni progetto viene pensato per il Portogallo, il Brasile e l’Angola, la chiave sta nello scegliere la lingua ( il portoghese) e poi far seguire il design, tutte le agenzie portoghesi si stanno espandendo in Africa.
I rappresentanti della Georgia sono scomparsi, così come il loro paese stritolati da un’economia che non aiuta. In Spagna non c’ è lavoro, eppure creativamente non è mai stata fertile come adesso, per tutto giugno Barcellona sarà la città del design.
In Islanda si fanno progetti che hanno radici nella cultura e si trasformano in brillanti lavori creativi, soprattutto dei più giovani. In Germania alcune grandi agenzie hanno deciso di prendersi un anno sabbatico e investire i soldi delle iscrizioni ai premi in formazione.
In Svizzera tutto va bene, forse anche meglio. Ma la Svizzera non era la cassaforte dell’Europa?

In Austria le scuola producono talenti creativi di spessore, e i clienti si inventano progetti per promuoverli. A Praga c’è crisi ma c’è ancora molto lavoro.
In Finlandia si persegue l’innovazione altrimenti non si è nessuno.
In Francia ci si aspetta che esploda la crisi, per il momento i ristoranti son tutti pieni. Pare che l’unico modo di negoziare sia superare le due bottiglie di rosso.
Si è molto parlato delle persone e di come in ogni paese l’attenzione alla qualità della persona, alla sua capacità di lavorare con gli altri, alla voglia di essere solidale, vada di pari passo con le capacità professionali. È il momento dello sharing di pensiero e di competenze, in una logica che assume la creatività a bene comune.

Le associazioni di creativi hanno un futuro difficile, bisogna guadagnarsi il pane, facendo qualcosa che sia veramente rilevante per le persone e per la loro professione. Annual non annual? Festa non festa?
Forse meglio formazione, mentoring, produzione di senso e contenuti.

Domani giurie, sabato Stefan Sagmeister che parla di Design&Happiness e Amir Kassaei che analizzerà ori e argenti, spiegando cosa manca ad un argento per diventare un oro. Nei prossimi post.


Leave a reply

ADC*E Awards, oltre 600 lavori europei in concorso a Barcellona

I presidenti delle sei giurie ADC*E Awards, Barcellona 2013

I presidenti delle sei giurie ADC*E Awards, Barcellona 2013

Più di seicento lavori pubblicitari e creativi provenienti da tutta Europa concorrono per “the Best of European Design & Advertising ADC*E Awards” a Barcellona, il 7 e 8 giugno 2013.

Ogni anno l’Art Directors Club of Europe (ADC*E) seleziona i migliori lavori creativi europei, individuandoli fra i lavori premiati in venti paesi. I lavori selezionati verranno esposti in mostra a Barcellona e successivamente nelle maggiori città europee.

The Best of European Design and Advertising ADC*E Awards è l’unico evento internazionale che seleziona lavori già premiati in ambito nazionale: solo i lavori selezionati e premiati dai singoli Art Directors Club nazionali possono partecipare al premio internazionale. ADC*E Awards è quindi “il meglio del meglio” perché i lavori che concorrono hanno già vinto un oro, argento, bronzo o sono entrati nella shortlist nazionale del paese di origine.

Trentatre categorie in sei giurie
La giuria di quest’anno valuterà i lavori in trentatre categorie e sei discipline: Film&Radio; Advertising Print; Digital; Design; Promotions, New Media & Events; Integration & Innovation. L’ultima categoria comprende anche sei ulteriori sottocategorie per individuare e riconoscere il crescente numero di lavori in settori innovativi.

È stato inoltre aggiunto un nuovo premio: “Il marchio europeo più innovativo”.

I vincitori saranno annunciati l’8 giugno durante la ADC*E Conference.


1 Reply

ADCE Conference 2013, 8 giugno a Barcellona

Perplesso sul futuro della comunicazione? A Barcellona puoi trovare delle risposte.

ADCE Conference 2013

8th June, Barcelona Conference 2013

L’innovazione nella comunicazione europea. Quarta edizione della ADCE Conference, con  Amir Kassaei, Michael Conrad, Kris Hoet, Stéphane Xiberras, Jean-Rémy von Matt, Martin Spillmann, Pablo Martin, Rosie Bardales.

Tutte le informazioni qui: ADCE Conference 2013.


Leave a reply

ADC*E Awards, Call For Entries online qui

È online il bando di partecipazione con tutte le informazioni e il regolamento per partecipare alal ventiduesima edizione degli ADC*E Awards, il premio per i migliori lavori pubblicitari e di comunicazione riservato agli operatori professionali di tutta Europa.

Call For Entries 2013 qui.

Sito istituzionale ADC*E Art Directors Club of Europe qui.


Leave a reply

Nuovo Annual ADC*E e app gratuita per iPad

ADCE Annual 2012 – Best of European Design and Advertising from Art Directors Club of Europe on Vimeo.

L’Art Directors Club of Europe annuncia la disponibilità della versione per iPad dell’Annual ADC*E. Può essere scaricato gratuitamente dall’App Store Apple cliccando qui.

L’Art Directors Club of Europe (ADC*E) è l’associazione che unisce tutti i principali Art Directors Club dei paesi europei, raccogliendo oltre 4600 creativi pubblicitari di venti nazioni.

• “The Annual of Annuals 2012”, ovvero l’Annual dell’ADC*E seleziona 600 lavori prodotti in 18 paesi europei nel corso di un anno.

• Tutti i lavori segnalati sono vincitori delle categorie ‘Oro’, ’Argento’, ‘Bronzo’ oppure sono entrati in ‘Shortlist’ nei rispettivi Art Directors Club nazionali.

• La selezione finale è stata fatta da una giuria di 56 creativi internazionali che hanno selezionato le campagne più innovative in tv, radio, stampa, Internet, eventi, design e nuovi media.