Leave a reply

“Non compro più” – il convegno contro gli stereotipi di genere nella pubblicità

Giovedì 18 come ADCI interverremo al convegno “Non compro più”.

Un progetto ambizioso, forte e radicale in cui si pone al centro il nostro potere d’acquisto. L’invito è ad usarlo. Come? Non acquistando più prodotti e servizi creati da brand che nella loro comunicazione utilizzano linguaggi e rappresentazioni lesive della dignità delle donne.

In collaborazione con Samanta Giuliani, socia del nostro club, abbiamo mappato i casi più significativi di brand e Publisher che stanno concretamente modificando l’immaginario globale grazie a progetti capaci di dare una nuova dignità alle donne: non perché diano loro più spazio, ma soprattutto spazio a nuovi ruoli e nuove rappresentazioni. La nostra ricerca su scala globale ha portato a esiti sorprendenti: un fermento, un’urgenza, il risveglio di una grande consapevolezza.

[Stefania Siani]

Il comunicato stampa ufficiale del convegno:

“Non compro più” è il titolo del convegno contro gli stereotipi di genere nella pubblicità, organizzato da FIDAPA, sezione Torino, giovedì 18 maggio 2017, ore 16,  a Palazzo Lascaris, via Alfieri 15 – Torino.

All’incontro, aperto dalla presidente Fidapa della sezione Torino, Giuseppina Sabatucci, partecipano esperti, giornaliste, professioniste del settore pubblicitario.

Obiettivo del progetto “Non compro più” ideato e voluto da Fidapa, BPW Italy, sezione Torino: contrastare la violenza sulle donne e gli stereotipi di genere. In che modo? Con una semplice azione: non acquistare i prodotti reclamizzati con pubblicità lesive della dignità delle donne per diventare consumatrici e consumatori consapevoli.

La nascita dell’Associazione Protocollo contro la pubblicità sessista avvenuta nel 2009 non ha frenato la creazione di campagne pubblicitarie diffuse attraverso vari mezzi e affisse anche in luoghi pubblici che trasmettono messaggi discriminatori verso le donne.

Il Codice di Autodisciplina della Pubblicità dice: “i messaggi devono rispettare la dignità della persona in tutte le sue forme ed espressioni e devono evitare ogni forma di discriminazioni”. Tuttavia la legislazione italiana è permissiva e, soprattutto, scarseggia la sensibilità sul tema.

Spontanea la domanda: perché tante immagini sessiste in un momento nel quale le donne, nel mondo occidentale, Italia compresa, sono più libere e occupano con crescente determinazione lo spazio pubblico?

Numerose ricerche dimostrano che più cresce l’esposizione di donne e ragazze a messaggi sessualizzanti o che le trasformano in oggetti, meno saranno le loro aspirazioni a ruoli importanti, mentre aumentano i loro disagi psicologici e le loro insicurezze.

Certo non sempre le donne sono innocenti.  Il 60% del pubblico televisivo è composto da donne, stessa cosa per i  giornali.

L’obiettivo è indurre la pubblicità a cambiare, diventare rispettosa della figura, della stima, della considerazione delle donne. Con la consapevolezza degli addetti ai lavori e delle imprese committenti migliora la sensibilità del pubblico e dunque l’equilibrio del sistema sociale in termini di parità di genere.

Nessuna invocazione alla censura, ma piuttosto la consapevolezza della necessità di cercare un punto di incontro fra la libertà di espressione e il rispetto della dignità delle donne troppo spesso offese da un esagerato uso del loro corpo a fini politici e commerciali.


Leave a reply

DMA Awards Italia – Deadline prorogata al 27 aprile

Per permettere a tutti i candidati di presentare le proprie campagne ai DMA Awards Italia 2017, DMA Italia ha esteso la deadline spostandola al 27 aprile 2017.

Possono partecipare tutte le campagne realizzate, completate e misurate nel periodo che va dal 1 ottobre 2015 al 30 giugno 2017. 

Grazie al patrocinio di ADCI e AssoCom anche i loro associati beneficiano – come quelli di DMA Italia – di iscrizione agevolata.

Registrati qui >>


Leave a reply

Giovani creativi, il programma per il 2017/2018

Il nuovo programma dedicato ai giovani creativi è stato presentato ai soci durante l’assemblea ADCI del 25 marzo. Lo riproponiamo qui a beneficio di chi non era presente ma anche di chi non è socio: molte iniziative riguardano infatti tutti i creativi italiani under 30, non solo quelli associati.

I grandi obiettivi di questo biennio sono due: “allenare” i nostri giovani talenti e coinvolgerli di più nella vita del Club.

Negli ultimi anni abbiamo riscontrato un calo di qualità nei progetti proposti durante i contest rivolti ai creativi under 30. Per questo abbiamo deciso di aprire tanti nuovi momenti di confronto con i professionisti senior e con i direttori creativi, alcuni dedicati ai soli soci per accrescere il valore della loro iscrizione.

Ci aspettiamo che questi confronti da un lato siano una buona palestra per i giovani, dall’altro aiutino a creare una rete di contatti per i ragazzi spesso lontani dalla vita del Club “perché tanto non conosco nessuno”.

Continueranno anche le attività degli anni precedenti, prime tra tutte i contest. Dietro l’angolo abbiamo già due appuntamenti molto importanti: i Giovani Leoni del 6 e 7 maggio e il Grande Venerdì di Enzo del 9 giugno, che quest’anno verrà organizzato contemporaneamente in diverse città grazie all’aiuto dei Local Ambassador.


Leave a reply

Condivido – Il Manifesto della comunicazione non ostile nelle scuole

Scuole superiori a lezione di educazione digitale con Condivido

  • Evento gratuito il 15 maggio in contemporanea tra Milano, Trieste, Matera e Cagliari per combattere i linguaggi ostili
  • Diretta streaming in tutte le scuole aderenti
  • Presenti tra gli altri la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, Paolo Ruffini, le cantanti Chiara Galiazzo e Lodovica Comello, un calciatore dell’AC Milan,il sito satirico Lercio e il direttore di Fanpage Francesco Piccinini

Trieste, 10 aprile – Parole O_Stili, la prima community in Italia contro la violenza nelle parole, ha presentato oggi “CondividoIl Manifesto della comunicazione non ostile nelle scuole”, un evento di sensibilizzazione realizzato in partnership con MIUR, Università Cattolica del Sacro Cuore, UniCredit, Gruppo Newton e SpazioUAU per contrastare l’utilizzo e la diffusione di linguaggi ostili. L’evento, aperto gratuitamente a docenti e studenti delle scuole superiori, si svolgerà il 15 maggio dalle ore 10 alle ore 11:30 in contemporanea tra l’UniCredit Pavilion di Milano, l’Università degli studi di Trieste, l’auditorium Gervasio di Matera e la Fiera di Cagliari grazie al supporto di Fondazione Matera 2019, Regione Friuli-Venezia Giulia, Università degli studi di Trieste e Regione Autonoma della Sardegna.

Al centro dell’evento ci sarà il Manifesto della comunicazione non ostile, una carta che raccoglie i 10 princìpi proposti e votati dalla Rete negli scorsi mesi per ridurre, arginare e combattere i linguaggi negativi che si propagano facilmente in Rete. La carta, che è stata presentata lo scorso febbraio alla presenza della Presidente della Camera Laura Boldrini e di oltre 500 giornalisti, manager, politici, docenti, comunicatori e influencer è stata subito adottata in molte scuole italiane da docenti e genitori. Un virus positivo che Condivido vuole alimentare grazie alla partecipazione della Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli e dei tanti personaggi pubblici che hanno scelto di intervenire contro la violenza nelle parole, tra cui Paolo Ruffini, le cantanti Chiara Galiazzo e Lodovica Comello, un calciatore dell’AC Milan, il sito satirico Lercio e il direttore di Fanpage Francesco Piccinini. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming a tutte le scuole interessate.

Per assistere alla diretta streaming gratuita, i docenti dovranno registrare la propria classe
sul sito web dell’iniziativa (www.paroleostili.com/condivido). Durante l’evento sarà chiesto a tutti i partecipanti di interagire in tempo reale con i relatori, attraverso la Web App che sarà indicata dall’organizzatore. Per introdurre l’argomento e preparare gli studenti all’incontro, i docenti potranno inoltre scaricare dal sito web di Parole O_Stili alcuni materiali didattici utili a sviluppare un dibattito a lezione.

Per ulteriori informazioni: scuola@paroleostili.it.

Rosy Russo, ideatrice di Parole O_Stili, ha commentato: “Questo evento nasce dal desiderio di mostrare ai giovani che un altro modo di stare in Rete è possibile. Perché ci sia un vero cambiamento è importante proporre dei modelli positivi, anche con leggerezza, come proveremo a fare noi con il contributo di tutti i partner e i personaggi pubblici che credono in questo progetto. La diffusione che ha avuto il Manifesto nelle sue prime settimane di vita dimostra che c’è una grande voglia di reagire ai linguaggi ostili che inquinano le relazioni e la Rete”.

Parole O_Stili è la prima community in Italia contro la violenza nelle parole, capace di raggiungere oltre 7 milioni di persone su Facebook e 5,5 su Twitter. È un progetto sostenuto da oltre 500 giornalisti, manager, politici, docenti, comunicatori e influencer della Rete. 


Leave a reply

Giovani Leoni, preparate il vostro migliore ruggito.

6 e 7 maggio. Questo è il weekend che tutti gli aspiranti Giovani Leoni devono artigliare sul calendario.

I terreni di caccia per i nostri under 30 sono quelli di sempre: PRINT, CYBER e DESIGN da divorare in 24 ore, mentre per i FILM – da sempre più dura da masticare – avranno a disposizione 48 ore.

Ogni categoria vedrà trionfare una coppia che rappresenterà la creatività italiana alla Young Lions Competition del Festival di Cannes, dove si sfideranno i migliori giovani creativi di tutto il mondo.

Il format lo conoscete già ma per qualsiasi dubbio qui potete vedere i regolamenti completi, categoria per categoria. Ma soprattutto potete iscrivervi.

Quest’anno segnaliamo due piccole ma importanti modifiche:

1. il contest è aperto ai creativi in generale, non più solo a copywriter e art director. In un panorama come quello odierno pensiamo che siano tante le figure professionali della creatività che possono fare la parte del leone in un contest come questo;

2. nella categoria CYBER non ci sarà più l’obbligo di proporre esattamente tre social media. Abbiamo uniformato il regolamento a quello della Young Lions Competition di Cannes, che parla di MASSIMO tre social media per la campagna integrata.

Per qualsiasi domanda potete scrivere a info@adci.it. Ora non vi resta che preparare il vostro migliore ruggito!


Leave a reply

DMA Italia annuncia la Giuria dei DMA Awards Italia 2017

DMA Italia è lieta di annunciare la formazione della giuria dell’edizione 2017 dei DMA Awards Italia, le cui Call for Entry sono aperte. Patrocinatori ADCI e AssoCom. 

Fabio Paracchini, executive creative director a DigitasLBi Italy e socio ADCI, è il nuovo presidente di giuria di questo premio che ha al suo centro la misurabilità dei risultati e il direct & data driven marketing.

La giuria è così composta:

Carla Leveratto, creative director di Gruppo Roncaglia e socia ADCI; Cristina Ziliani docente di Database and Internet Marketing e di International Branding and Retailing presso l’Università di Parma; Daniela Radice, executive creative director presso J. Walter Thompson Milan; Davide Boscacci, group creative director di Leo Burnett, socio ADCI e consigliere AssoCom; Enrico Meacci, VP strategy di Alkemy; Marco Rosso, CEO di DM Group e past president DMA Italia; Marzia Curone, partner Relata, rappresentante di Assocom e madrina del premio Freccia D’Oro; Mirco Pagano, creative director di Integer Italy  presso TBWA\Italia  e socio ADCI; Nicola Rovetta, direttore creativo di Golin e socio ADCI; Raffella Lebano, paid content marketing manager, Corriere della Sera; Rossella Ferrara, digital strategy & innovation director presso The Big Now; Sergio Mandelli, digital marketing e customer engagement manager Europe di Eni – divisione retail gas e luce; Sergio Müller, Creative and Planning Director di A-Tono e socio ADCI.

Il Presidente di giuria ha così commentato il lavoro che ha portato a questo panel di esperti:
I DMA Awards hanno una sorta di missione implicita che mi affascina molto: far interagire nel migliore dei modi l’emisfero sinistro e quello destro del cervello collettivo del nostro settore. Ragione e sentimento, insomma. Per comporre la giuria di quest’anno mi sono messo alla ricerca di persone che rispondessero a due requisiti. Il primo era che provenissero da ambiti molto diversi: agenzie indipendenti, network internazionali, una multinazionale dell’energia, un grande quotidiano, università, altre strutture in velocissima crescita che non si definiscono nemmeno più agenzie. L’altro requisito era che tutti i giurati fossero persone che – una volta di fronte ai lavori iscritti – avessero un punto di vista unico e interessante proprio riguardo a quell’interazione tra ragione e sentimento, tra emisfero sinistro e destro. Credo di averle trovate.

La giuria valuterà le 10 categorie in gara ai DMA Awards Italia: Automotive, Business and Consumer Services, Energy and Utilities, Business and Consumer Products, Insurance and Financial Products and Services, Not-for-Profit, Publishing / Entertainment / Media, Retail and Direct Sale, Technologies and Communications, Transportation & Hospitality / Travel.

A discrezione dei giurati sarà l’assegnazione dei premi speciali.

Si ricorda che le Call for Entry sono aperte e che l’unico requisito è avere realizzato campagne costruite sui dati tra il 1 ottobre 2015 e il 30 giugno 2017. Le campagne potranno essere presentate entro il 18 aprile 2017 e la deadline dell’Early Bird è l’8 aprile.


Leave a reply

Sabato 25 marzo alle ore 10 – Assemblea Soci


Cari Soci,

vi aspettiamo domani alle 10,00 per l’Assemblea Generale del Club presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano – Edificio B2 – Aula 1.1, ingresso da Via Giuseppe Candiani, 72, oppure da Via Schiaffino 20158 – Milano.

Prevediamo Live Streaming salvo imprevisti – Il link verrà comunicato via mail + gruppo riservato ai Soci su Facebook sabato mattina.

NOTA BENE:
Chi non avesse ancora rinnovato ricordi di farlo in tempo utile prima dell’Assemblea Soci per poter partecipare alla stessa, versando la propria quota* tramite bonifico bancario:

Banca Prossima, Milano
Iban: IT19V0335901600100000119579 
BIC/SWIFT:  BCITITMX (Solo per l’estero)
Causale: Quota Socio 2017 Nome – Cognome

 


Leave a reply

Nicola Rovetta e Luca Pedrani nuovi consiglieri del club

Siamo lieti annunciare la nomina all’interno del Consiglio Direttivo del Club di Nicola Rovetta – Direttore Creativo di Golin – e di Luca Pedrani – Senior Copywriter in H-ART / AKQA Italy – quest’ultimo con specifica delega sui giovani creativi. Pedrani e Rovetta si uniranno agli altri membri del Consiglio in sostituzione di Matteo Maggiore e Mauro Manieri impegnati in nuove e importanti occasioni professionali. 

Vicky Gitto: “Sono felice che Nicola e Luca abbiano accolto con passione ed entusiasmo l’invito a partecipare mettendo le proprie idee e le proprie forze a disposizione del Club. Dall’inizio di questo mandato abbiamo già fatto molto per far evolvere l’immagine del Club e della professione sul mercato ma tanto ancora resta da fare e in questo senso sono convinto che i nuovi consiglieri sapranno rafforzare il lavoro del team con nuove proposte e progetti. Ringrazio molto Matteo e Mauro per le energie messe a disposizione; sono sicuro che continueranno a contribuire al lavoro del nuovo Consiglio per cui il supporto di tutti i soci è fondamentale per portare il Club verso il futuro”.


Leave a reply

Ultima chiamata per New Orleans al gate 5

Tutti sanno che 5 è un numero dispari, primo, difettivo, pentatopico, congruente e idoneo. Molti sanno anche che 5 è un numero di Fermat, di Catalan, di Eisenstein e di Perrin. Pochi invece sanno che 5 è il numero delle coppie creative che l’ADCI anche quest’anno iscriverà a “The Call for the Call for Entry”, il contest promosso da DMA per realizzare la campagna di comunicazione dei DMA Awards Italia 2017, il più prestigioso riconoscimento nazionale riservato a Data-Driven Marketing, CRM e Programmatic Advertising.

La partnership tra DMA e ADCI si rinnova quindi all’insegna della continuità, offrendo anche quest’anno ai vincitori due biglietti per la DMA Global Conference, in programma in Autunno a New Orleans. Un’occasione da non perdere.

Chi può partecipare?
Il contest è aperto ai creativi delle agenzie associate alla DMA, ma come detto possono iscriversi fino a 5 coppie creative (anche miste) provenienti da agenzie non associate, purché entrambi i componenti siano soci ADCI under 30 (nati cioè dopo il 28 Febbraio 1987).

Come ci si iscrive?
È sufficiente mandare un’email a info@adci.it con oggetto ISCRIZIONE DMA 2017, indicando nomi, date di nascita e agenzie di appartenenza. Il club verificherà il rispetto dei requisiti e invierà alle coppie idonee un’email di conferma con le istruzioni per completare l’iscrizione. I posti saranno assegnati in ordine di iscrizione, quindi: sbrigatevi a fare check in!

Quando è la deadline?
I progetti dovranno essere inviati entro il 19 Marzo.

Qual è il tema?
I numeri, se usati bene, illuminano la creatività. Per questo nella produzione dei materiali cartacei sarà indispensabile utilizzare un “quinto colore”, scegliendo tra Bianco, Trasparente e Giallo Neon. Il brief completo è disponibile qui.

Buon viaggio!


Leave a reply

ADCI e la Scuola Internazionale di Grafica Venezia


ADCI ha il piacere di comunicare la collaborazione con la Scuola Internazionale di Grafica Venezia in merito al progetto MAD – il nuovo Master in Art Direction con l’obiettivo di instaurare una collaborazione continuativa.

Nell’ambito della collaborazione saranno presenti 3 docenti soci dell’Art Directors Club Italiano; inoltre, tutti gli iscritti U30 al master potranno beneficiare dell’iscrizione annuale in omaggio all’ADCI. Per informazioni, basta inviare una mail a: info@masterartdirection.it

 

MAD: il nuovo Master in Art Direction
Ne avevamo davvero bisogno?

Sì.
Perché il master organizzato dalla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia con il patrocinio di ADCI e UNICOM è qualcosa di completamente diverso rispetto alle altre offerte sul mercato.

MAD è un corso strano. Punta ad offrire ai giovani grafici tutti gli strumenti più importanti per qualificarsi ai colloqui come Art Director attraverso un monte ore complessivo (e, conseguentemente, un costo) contenuto, grazie a un programma focalizzato sulle esercitazioni pratiche, in aula e a casa.

Partecipare al MAD infatti potrebbe essere molto impegnativo, ma consente di produrre un restyling completo del proprio Portfolio, come rimarcato dalla campagna di comunicazione.

I docenti sono tutti affermati professionisti della comunicazione. È una frase abusata, ma questa volta è vero. Nella line-up compaiono tra gli altri Adriano Lubrano (Consulente di Social Media Marketing), Federico Rossi (Head of Strategy Sintesi Comunicazione), Danilo Fragale (Creative Director & Copywriter di Studio CO.ME), Francesco Guerrera (Partner and Creative Director di Acqua su Marte), Marco Geranzani (Client Creative Director di Ogilvy & Mather), Paolo De Riz (Digital Advertising Specialist di MOCA Interactive), Annmaria Giarolo (Esperta di creatività e lavoro di gruppo).

Per scoprire il programma completo del MAD e prenotare un colloquio (sono solo 15 i posti disponibili!) basta andare su masterartdirection.it