Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S3 E1/12)

Signore e Signori, le mezze stagioni sono tornate – con jet lag autunnale – e con esse anche la nuova stagione di #ytali.

Cosa guardano gli italiani su YouTube?

Scopritelo nel primo episodio della terza stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

LA RICETTA MILLENNIALS

Una soluzione intelligente che crea un nuovo problema: trovare argomenti di conversazione.

IPHONE 7 + AIRPODS – PASSEGGIANDO – APPLE

Beh, con i fili mica si possono fare tutte quelle cose pazze.

UNLEASH YOUR CREATIVITY – ADIDAS

Il duro lavoro da solo non basta. È la creatività che fa la differenza.
Certo, anche essere Karlie Kloss un po’ di differenza la fa.

3 THE FUTURE YOU WANT

Il problema dei bambini è che poi crescono.

È BELLO AVERE MINA!

Ci sarà un motivo se Mina non si fa vedere da anni.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E10/12)

Papaveri ai bordi delle strade, fragole a manciate e gelsomini. Gelsomini ovunque.

Maggio ci lascia così. Addio maggio.
Ma, soprattutto, benvenuti venerdì brevi.

Ecco la top 5 dei video più visti su YouTube lo scorso mese.

Signore e signori, godetevi il decimo episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

TU AL MEGLIO – LA STORIA DI ALICE

Come in quei film americani in cui la ragazza bruttina si toglie gli occhiali, la felpa XXL, si pettina e si trucca.
Miracolo.

Replay Hyperfree: a new dimension in active denim

Se solo Lazzaro avesse saputo.

IVY PARK | 2016 | #mypark | Zalando Italia

Best use of parchètto.

The Conductor

Kobe sucks. Speriamo ci sia qualcun altro da odiare.

Nike Football Presents: Spark Brilliance ft. Blaise Matuidi

Tutti i bambini sono speciali. Ma alcuni sono più Blaise Matuidi di altri.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E9/12)

In una Milano tutta vestita a festa per il Salone del Mobile, come potevamo mancare noi?

Non potevamo.
Infatti eccoci qui, a parlare di tutt’altro.

Tra un happening nel design district, un free drink e altre parole a casaccio, scopriamo insieme i video più visti su YouTube negli ultimi due mesi.

Eccovi il nono episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

FEBBRAIO

Fiat 500X | 1.3 diesel Multijet, questo piccolo-grande common rail

Dopo aver visto il video su “Questo piccolo grande common rail”, non ci resta che fare come Baglioni.

Coca-Cola: Coke Mini (Hulk vs. Ant-Man)

Sometimes you just want a little Coca-Cola.
Ed è subito team building.

Margot vs Lily – “Beginners” by NikeWomen (2 of 8)

Margot e Lily sono due sorelle. Fanno una scommessa che le porterà oltre la loro comfort zone.
E, francamente, anche oltre la nostra.

GoPro: Bobby Brown and the Karma Drone

Un nuovo strumento per gente che vuol fare vedere al mondo che fa cose matte.

Samsung Galaxy S7 and S7 edge: Official Introduction

Un nuovo modo di pensare il telefono. Il telefono più telefono di tutti gli altri telefoni.
Una nuova idea di telefono. Come sempre.

MARZO

Juan Cuadrado, Álvaro Morata, David Alaba — Gamedayplus Episode 10 — adidas Football

Players gonna play.

Moon Shot | Official Trailer | Google Lunar XPRIZE

Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda la NASA.

Audi quattro challenge – The Steepest Street

Bla Bla car goes wild.

IGNITE DISC | TURN IT ON

Sono tutti Bolt con le scarpe degli altri.

FIFA 16 Ultimate Team – Alex Del Piero vs Rohn

È che ti aspetti sempre che alla fine esca il logo del Cepu.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Una Hall of Fame da Oscar.

Alla sua sesta nomination finalmente si aggiudica un Oscar.
No, non Di Caprio.

Siamo qui per celebrare un’eccellenza tutta italiana.

Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte, Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Non solo. Ha ottenuto nei giorni scorsi la stella sulla Walk of Fame, gli è stato dedicato un asteroide, detiene la seconda categoria nazionale negli scacchi.

Fatto ancor più sorprendente, è uno dei pochi uomini al mondo che si ricorda di ringraziare la moglie.

Ma, soprattutto, dal 1998 è membro della Hall of Fame dell’ADCI.

Signore e signori, il Maestro Ennio Morricone.

“Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito. E quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema, ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert.”, ha dichiarato Quentin Tarantino.

E il suo primo Oscar è arrivato proprio grazie al suo lavoro per l’ultimo film di Tarantino, The Hateful Eight.

A dire il vero un Oscar lo aveva già vinto nel 2007. Quello alla carriera.
Più che meritato, ma non abbastanza.

Dagli inizi con Sergio Leone, un sodalizio artistico destinato a fare la storia, alla collaborazione con Tornatore, le sue musiche sono state protagoniste dei migliori film. Ha anche composto per Cronenberg, De Palma, Malick, Argento, Bertolucci e molti altri.

Un’infinita tensione alla ricerca, per creare sempre qualcosa di nuovo. Anche a 87 anni.
“Ho scritto per Tarantino una musica che non avevo scritto mai. Ho cambiato strada. Quentin ha girato un western, ma io non potevo riallacciarmi a 50 anni fa, alla musica che facevo con Sergio Leone. Non volevo ripetermi e non avrei mai scritto una cosa già fatta nel passato. Ho detto, devo inventarmi un’altra scrittura.”.

L’Oscar alla carriera non era abbastanza, perché la sua carriera non è ancora finita. Morricone ha sempre cercato e accettato nuove sfide e non ha intenzione di fermarsi.
E ha appena vinto un Oscar. Ed è membro della Hall of Fame dell’ADCI. Per dire.

Alla domanda “Progetti per il futuro?” risponde: “Torno subito a Roma perché sto lavorando a un pezzo, ma non per il cinema. Un po’ di cambiamento ci vuole!”.

E allora, andiamo avanti.
La aspettiamo a IF!, Maestro.

 


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E8/12)

Febbraio, un mese con il dono della sintesi. Purtroppo quest’anno non ha un lieto fine, visto che ha deciso di aggiungere un lunedì al nostro calendario.

Grazie febbraio, grazie.
È anche il mese che ci ha regalato la reunion dei Pooh sul palco di Sanremo. Giusto per citarne altri meriti.

Ma noi siamo qui per parlare d’altro.

Eccovi l’ottavo episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

Renault Talisman in The CONTROL Test

È ufficiale. Gli unici che fanno danni nel magico mondo della cristalleria sono gli elefanti.

Plasmon – Accanto alle mamme

Prima e dopo, è sempre una questione di biscotti.

Francesco presenta “La rivincita della nespola” per Voiello #MasterOfPasta

Perché eravamo proprio tutti lì a chiederci come mai la nespola avesse un brutto atteggiamento. Tutti lì.

Explore Mont Blanc with Kilian Jornet, Ueli Steck, Candide Thovex, and Google Maps

Spoiler alert: il Monte Bianco è davvero bianco.

L’evoluzione di Barbie | Barbie

“La vecchia Barbie non rispecchia più i canoni estetici del mondo di oggi e ci si è accorti che le giovani avevano bisogno di più modelli con cui identificarsi. Per questo motivo, Mattel ha lanciato insieme alla Barbie canonica, la Barbie Tall, Curvy e Petite.

E ora togliamo la conchiglia a Ken.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E7/12)

Senza nessun colpo di scena, all’anno vecchio segue l’anno nuovo. E siamo tutti felici.
Cambia l’ultima delle quattro cifre e ci getta in una spirale di terribile confusione.
La lunga coda del 2015 lascerà il segno per almeno un mesetto su tutti i documenti ufficiali, facendo spuntare il 6 dalle ceneri di un 5 scarabocchiato.
Tutti un poco confusi, insomma. E torna forte l’empatia verso il conduttore di Miss Universo.

Ma vediamo le preferenze del popolo di You Tube negli ultimi due mesi dell’anno passato.

Eccovi il settimo episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

DICEMBRE

Chase in Milan by TOYO TIRES

Leggiamo: “Il video mostra due ladri che vengono inseguiti e fermati dal tecnico e dai calciatori del Milan. L’inseguimento è avvenuto in collaborazione con la “Race Queen” di Toyo Tires, alla guida di una AUDI R8 attrezzata con gli esclusivi pneumatici ad alte prestazioni PROXES T1.”

Pensiamo: “Perché?”

Tom Clancy’s The Division – Official Live Action Trailer “Silent Night”

Well, that escalated quickly.
Va bene, il ragazzino non canta benissimo. Ma francamente la reazione è esagerata. Dai.

GoPro: Danny MacAskill – Cascadia

Un video ben fatto per sensibilizzare il grande pubblico circa l’annoso problema della mancanza di piste ciclabili a Las Palmas.

YouTube Rewind: Now Watch Me 2015 | #YouTubeRewind

Un efficace riassunto per chi ha finito i Giga il 1 Gennaio 2015 e non ha più potuto usare l’internet fino ad oggi.

20 anni di noi – guarda il video

“È sempre tutto intorno a te”. Lei se ne era chiaramente andata per passare a un altro operatore.

NOVEMBRE

John Lewis Christmas Advert 2015 – #ManOnTheMoon

Un film crudo e amaro, di denuncia. John Lewis ci regala uno sguardo su quello che saranno i pensionati fra qualche anno. Ricordiamo il primo film della serie, in cui una vecchina veniva scippata fuori dalle poste. Bei tempi.

Turkish Airlines Euroleague | Enjoy the Flight

È per questo che il biglietto costa tanto. Per lo spettacolo.

Emirates: #HelloJetman

Ecco dove ti porta la paura che smarriscano i tuoi bagagli.

BOND GIRL e 007 per un giorno!!!

E ti viene subito voglia di usare le lamette.

The Jackal per Huawei Mate S – REALTA’ vs MAMMA parte 2

Bello. E ora spiegateci come si pronuncia Huawei.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E6/12)

Ottobre, un mese bellissimo, ma infinitamente sottovalutato.
Così sottovalutato che ne parliamo solo ora che è finito quel bomberino di novembre.
Tant’è, non tutti i numeri 10 possono essere capitani.

Eccovi il sesto episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

Display a prova di… sushi – ZenFone 2 Laser e ZenFone Selfie | ASUS

Progresso, meh.
Si poteva fare anche sul Nokia 3310. Anzi, si poteva fare col Nokia 3310.

Imagine The Possibilities | Barbie

Dopo 56 anni di sessismo e rassegnazione, eccoci qui.

Le bambine possono finalmente pensare liberamente al loro futuro. Finalmente potranno essere future donne, insegnanti, dottoresse, Marò.
Le bambine devono poter essere ciò che vogliono. Bambine, per esempio.

Bella mossa della Mattel, comunque.

The New Microsoft Surface Book

Tutti gli spot su computer e cellulari sono uguali. Ma alcuni sono più uguali di altri.

LEGO® Star Wars™ – BB-8 – Millennium Falcon™

Che dire, qualsiasi cosa fatta con i lego è la vita.
Next step: il video di una “canzone” di Gigi D’Alessio.

Something big is coming…

Le parole sono importanti.
Ecco.
E i titoli dei video ancora di più.
Overpromising, per rimanere in tema.
W la Triumph.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


1 Reply

What IF! la smettessimo di lamentarci? – Un pensiero.

Si è conclusa sabato sera la seconda edizione di IF! Italians Festival.

Tre giorni densi di creatività allo stato puro, ospiti da tutto il mondo, discorsi illuminanti.
Tre giorni di saluti baci e strette di mano. Di gente che non vedevi da tempo e che ti ha fatto piacere riabbracciare, di persone che avresti preferito evitare e di strani esseri che parlavano per ore chiamandoti con dei nomignoli di grande intimità mentre dentro di te una sola domanda: “ma questo chi minchia è?”.

Tre giorni quasi perfetti, mancavano solo i Marò.

Bene, in questi tre giorni non ho mai sentito nessuno, e ho ascoltato molto, chiedere: “Come stai?”.
Un come stai sincero, intendo. Un come stai che se fosse la scena di un brutto film sarebbe il viso paonazzo di un bambino col fiatone che puntandoti contro la sua felicità ti chiede: “Quante cose belle ti stai schiacciando negli occhi in questo Festival?”.

No.

Le domande ricorrenti erano sostanzialmente 3:
-       Dove lavori adesso?
-       Perché non ti licenzi?
-       Perché non ci licenziamo da ‘sta merda e andiamo ad aprirci un chiosco di banane?

Questa cosa delle banane che dicono tutti, poi, mi ha sempre incuriosito molto. Ma mai quanto le risposte più o meno standard a queste domande.
-       Lavoro sempre nel solito inferno, ma appena riesco me ne vado.
-       Io valgo molto di più della merda che devo fare tutti i giorni.
-       Guarda, parliamo d’altro perché il lavoro mi rovina già abbastanza le giornate, dai.

Sarò solo una piccola fiammiferaia con l’ambizione del tedoforo, ma davvero non capisco questo atteggiamento.

Faccio questo lavoro solo da pochi anni e ne sono innamorata, è vero. È vero anche che ogni volta che dico questa cosa mi si guarda come se fossi un’Anna dai capelli rossi un po’ scema.
E io odio Anna dai capelli rossi.
Ma con una logica da cinquenne sarei intervenuta nell’80% dei discorsi rispondendo con un candido: “Non ti piace questo lavoro? Mollalo.”.
Oppure “Fai un po’ quello che ti pare ma smettila di lamentarti”. Purtroppo quest’ultima è una cosa molto difficile da dire a persone che amano tanto sentire il suono della propria voce.

Eh sì, perché se è vero che c’è grossa crisi e le risposte dentro di noi sono tutte sbagliate, dubito la soluzione sia nelle stesse bocche che ruttano ego e lamentele poco costruttive.

Ma in questi tre giorni ho anche visto una cosa straordinaria. Non una soluzione, ma una proposta. Molte proposte. Idee, discorsi, tentativi concreti di ripartire da dove siamo e farlo con nuovo entusiasmo.

IF! è il modo migliore per smetterla di lamentarsi che mi sia mai capitato di vedere.
È una demo di proattività. È il brief delle 19,30 del venerdì prima delle ferie estive. Una grande opportunità che tutti hanno paura di cogliere. Ma poi qualcuno lo fa, perde ferie, weekend, ore di sonno, anni di vita, realizza un progetto incredibile e vince.

E vinciamo tutti.


Leave a reply

IF! Italians Festival – Day 01

Sì, è successo.

La seconda edizione di IF! è finalmente cominciata, e lo ha fatto in grande stile.

Inaugurano una tre giorni densa di eventi due masterclass: quella a cura di OBE e quella della Berlin School di Creative Leadership.

La serata è cominciata con un tributo a Oivers Sacks con Daniele Ornatelli.

A seguire la Welcome Ceremony, presentata dal fidato Lele Sacchi con l’intervento di Nicola Lampugnani (IF!Festival/ ADCI/ TBWA), Emanuele Nenna (IF! Festival/ ASSOCOM/ The Big Now) e Paola Marazzini (Google).

Apre le danze Nenna, parlando di stimoli che accendono il cervello, come fosse una lampadina. Stimoli audio, video e di molti altri tipi. Stimoli che accendono l’immaginazione, e che ci accompagneranno durante il Festival.

La parola passa a Lampugnani, che comincia il discorso dicendo che un creativo deve essere anche e soprattutto pragmatico, perché “un’idea che non succede, poi in comunicazione non conta nulla”. Continua sottolineando l’importanza delle collaborazioni, soprattutto fra clienti e agenzie, perché ” per essere pragmatici bisogna creare sodalizi”.

Infine la parola a Paola Marazzini che, scherzando con Sacchi, ricorda l’importanza della creatività nel magico mondo dell’innovazione, soprattutto digitale, chiedendo “cosa sarebbe Youtube senza youtubers?”.

Dopo la Welcome Ceremony è la volta di un intervento decisamente insipiring. Sale sul palco Conn Bertish, presentandosi con il suo motto “happy people are harder to kill”. Creativo, sopravvissuto a una forma molto rara di cancro al cervello, ci ha presentato un nuovo modo di guardare a una malattia che fa paura anche solo nominare.

Che forma ha la pubblicità del futuro? Questa è la domanda a cui ha risposto ieri Lars Bastholm di The Zoo davanti al pubblico di IF!
Durante il suo speech, Lars si è focalizzato sui nuovi tipi di interfaccia che si stanno facendo largo nella nostra quotidianità, per poi concludere con nuove tecnologie ancora in fase di sviluppo. Ecco i progetti presentati.

Molson Canadian Beer. Per migliaia di anni il linguaggio ha diviso intere popolazioni. Ora, grazie allo speciale frigo di Molson Canadian, il linguaggio diventa un elemento d’unione. Basta pronunciare correttamente la frase “Io sono canadese” in sei lingue diverse e TA-DAAA il frigo si apre e tutti possono ubriacarsi in tutte le lingue del mondo.

Clever Buoy. Lo sapevate che i selfie fanno più vittime degli attacchi di squali? (lascio immaginare a voi modalità e dinamiche). La Boa Intelligente è stata ideata per la sicurezza di surfisti e bagnanti ed è destinata a sostituire le reti di protezione, spesso letali per gli squali. Grazie a un utilizzo incrociato di sonar e satelliti, la boa è in grado di riconoscere il predatore e mandare immediatamente l’allarme ai bagnini sulla costa.

 

Google Cardboard: Expeditions Pioneer Program. Grazie alla tecnologia di Google e alla realtà virtuale, gli studenti possono esplorare ogni angolo del mondo rimanendo seduti al proprio banco. Un’esperienza decisamente coinvolgente.

ILMxLAB. Lucasfilm e Industrial Light & Magic hanno un ambizioso progetto: rompere la quarta parete e fornire esperienze d’intrattenimento immersivo (realtà aumentata e cinema in real-time). Il solo pensiero di vedere il Risveglio della Forza vi elettrizza? Tra qualche anno potrete camminate sulla superficie del pianeta Tatooine in compagnia di R2-D2 e C-3PO. 

 

Magic Leap. Grazie a un proiettore speciale, la realtà aumentata non sarà più proiettata intorno a noi, ma direttamente sulla nostra retina, rendendo praticamnete impercettibile la differenza tra oggetti reali e oggetti virtuali.

A seguire, è stato il turno di Giovanni Perosino, Head of marketing di Audi.
Nel corso dello speech Perosino ha illustrato le sfide che l’industria dell’automobile si trova ad affrontare.

L’esperienza di guida oggi non si limita al spingifrizionecambiaaccelerafrena. Ogni brand, insieme al veicolo, offre un mondo, fatto di offerte e servizi collaterali, utili ad assistere il cliente in ogni momento della vita della propria auto.
Questa è l’era delle auto connesse. Da un lato i grandi brand d’automobili offrono software e interfacce sempre più raffinate per offrire un’esperienza immersiva. Dall’altro lato i brand di software iniziano a manipolare il metallo e produrre i primi prototipi di automobili. Chi vincerà questa sfida?

E mentre le case automobilistiche si focalizzano sulla strada, Audi alza lo sguardo. Con Mission to the Moon, in collaborazione con i Part Time Scientists, il marchio si prepara a implementare la tecnologia Quattro in un rover che verrà lanciato in orbita e attraverserà la superficie lunare.

La serata si conclude in musica, con Daniele Bossari che discute di processi creativi con Malika Ayane e, a seguire, una performance musicale dei C’mon Tigre.


Leave a reply

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E5/12)

Ci sono argomenti scomodi, difficili da affrontare. Quando si toccano certe corde emotive e un velo di tristezza satura il volto, la via più comoda è fare finta di niente. Ma la fine delle vacanze è ormai lontana e possiamo finalmente parlare di settembre.

Sì, settembre. Un mese di natura matrigna, che si ostina ad arrivare sempre dopo agosto. Che ci chiede di tornare a lavorare, di fare il bilancio delle nostre esistenze. Che ci costringe a cambiare pelle, e quindi a fare un po’ schifo.
Un capodanno senza botti. Sì, quel settembre.

Non ci resta che capire cosa hanno preferito le persone che hanno guardato gli spot sull’internet in questo tristo mese.

Eccovi il quinto episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

Concept Study: Mission E – Tribute to tomorrow.

Questo video è parecchio enigmatico, nel senso che è proprio difficile capire quale sia il prodotto.
Pensi che parlino dei Marò ma alla fine è Porsche.

QUECHUA – Zaino Arpenaz 10

Un prodotto testato sul campo, mica venduto così, a casaccio.

Forse non è adatto per gli escursionisti della domenica, e nemmeno per quelli che fanno gite a livello agonistico.
Sembra però perfetto per chi assume droghe sintetiche. Un trip merita il giusto equipaggiamento.

FIFA 16 – Gioca con Stile – Spot TV Ufficiale – ITALIANO

È incredibile vedere ciò che possono fare gli arti inferiori. Pensare che c’è chi li usa solo per camminare.

Ed è subito Best Use Of Legs.

Huawei Mate S: Product Video

Si era già parlato nelle puntate scorse di quanto sia curioso il fatto che alcuni utenti abbiano bisogno di una musichetta per capire come funziona il proprio telefono.

Però questa volta si percepisce la nostalgia del vecchio telefono a rotella, quando per capire se stavi facendo una minchiata avevi dieci giri e un dito esausto e violaceo.
Non fanno più le dita di una volta. Ora ci sono i telefoni intelligenti che hanno fatto diventare le dita touch.

Il primo giorno per #ANDARELONTANO

Back to school. Per i pubblicitari è un brief, per le persone normali è profumo di cartoleria.
E qualche lacrima, per mille motivi.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.