Condividi:

Prevenire è meglio che litigare. “La tutela delle idee creative”, un seminar organizzato da ADCI.

Sembra che il metodo Cappuccetto Rosso non sia il migliore per passeggiare nel bosco dove cresce la creatività.
Si possono avere idee fresche e innovative nel proprio cestino delle vivande e proteggere loro e sé stessi dall’incontro con il Lupo Cattivo.
Il lupo in questione sarebbe anche una bestia mansueta e piacevole se non fosse che siamo proprio noi produttori di idee a mettergli il capino nelle fauci.
Lo facciamo ogni volta che non proteggiamo adeguatamente le nostre idee prima di esporle e ogni volta che crediamo che il loro valore desti tale apprezzamento nel lupo da non fargli nemmeno pensare di poterne fare un solo boccone senza pagar dazio.
Mezze idee presentate in gare in cui si perde e poi risorte lontano nel tempo e nei luoghi, timore di procedure di tutela complesse, o totale misunderstanding sul loro funzionamento, spesso ci lasciano con l’amara rassegnazione che ormai le idee appartengano alla pancia del lupo. E non ci sarà nessun taglialegna coraggioso a liberarle per restituirle a un mercato più trasparente.

Proprio per questo, il 4 giugno, l’Art Directors Club Italiano organizza un incontro con l’avv. Giovanni Maria Riccio, docente universitario e socio dello studio legale e-Lex di Roma, sul tema della tutela delle idee creative.
Un appuntamento importante per tutti gli attori della filiera creativa offline e online: agenzie, freelance e, perché no, clienti.

In uno scenario tecnologico ed economico che cambia con velocità, non è più possibile regolarsi con norme e comportamenti nati per contesti epocalmente superati, come una fiaba d’altri tempi.

Si parlerà di creative commons, tutela della pubblicità e dell’idea creativa, script, bozzetti, deposito e SIAE, pubblico dominio, instagram, flickr, licenze, beni culturali, strumenti di tutela, discutendo della più recente giurisprudenza.
Un evento imperdibile per tutti i professionisti che hanno bisogno di chiarezza nell’impostazione di un corretto rapporto professionale per la produzione di creatività: una parola che può risultare evanescente e soggettiva, e che proprio per questo necessita di un approccio il meno “creativo” possibile.

La tutela del lavoro presentato in fase di gara e i complessi rapporti che regolano la proprietà intellettuale delle idee creative, saranno tra i temi al centro dell’incontro.

Con questa iniziativa, prosegue l’impegno dell’ADCI nel sostenere e perseguire la trasparenza dei rapporti professionali e la corretta concorrenza, a vantaggio di tutte le parti interessate alla produzione e all’utilizzo della creatività di qualità.

In un prossimo post, l’ADCI comunicherà come seguire il seminar ovunque voi siate.
Live a Roma, fuori Roma o a passeggio nel bosco.

Data: giovedì 4 giugno 2015
Dove: Studio Legale E-Lex Belisario Scorza Riccio & Partners, Via dei Barbieri 6, Roma
Orario: 18:00 – 20:00