Condividi:

Google & ADCI : YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S1 E2/12)

Il supereroe, l’eroe quotidiano, un Diesel spompato, e Nike intanto piazza il double – Pressure Shapes Legends.

Il secondo episodio di #ytali lo commenta Federico Russo, direttore creativo di Metaphora – Alphaomega Group (Roma).

La classifica delle pubblicità più popolari su YouTube in Italia nel mese di aprile vede Nike leader indiscusso con ben due soggetti della stessa campagna Risk Everything. Seguono un filmato per Diesel, un film tailandese per Thai Life Insurance e quello che è diventato ormai un classico contemporaneo, uno spin-off della campagna Baby&me di Evian.

Spider-Man – The Amazing Baby & me 2
EvianBabies
Agenzia creativa: Betc Paris
Centro media: Mec

La campagna originale “Baby&me” con il suo primo soggetto ha vinto un Film Silver Lion e un Film Craft Silver Lion nel 2013 e toccato quasi quota 90 milioni di views su YouTube, 130 milioni su tutte le piattaforme secondo Filip Nilsson, il direttore creativo esecutivo dell’agenzia BETC Paris, autrice dello spot (fonte). Era inevitabile che uno spin-off raggiungesse immediatamente il successo virale. Stavolta il protagonista che vede se stesso da bambino riflesso su uno specchio è Peter Parker nei panni di Spider Man. Per la campagna sono state realizzate 5000 bottiglie da collezione e creatività sui social network Instagram, Twitter, Facebook e Pinterest con l’hashtag #evianSpiderMan.
La colonna sonora è “Here comes the Hotstepper – Evian remix”, di Yuksek, supervisionata da BETC Music dal direttore creativo Christophe Caurret. (fonte).
Il successo della campagna è cominciato nel 1998 con lo spot Water Babies ed è proseguito con Roller Babies nel 2009. Anche se, a quanto pare, non sempre il successo virale è sinonimo di successo commerciale. Probabilmente troppa popolarità non fa bene a un brand premium, come sostengono Business Insider e Daily Mail.

Unsung Hero
thailifechannel
Agenzia creativa: Ogilvy Bangkok
Centro media: Ogilvy

La pubblicità tailandese da una decina di anni a questa parte riserva delle belle sorprese ed è riuscita spesso ad imporsi a Cannes come una delle più all’avanguardia in termini creativi. Per rimanere in tema con lo spot in classifica, ricordiamo ad esempio la campagna di Bangkok Insurance, che ha vinto il Gold Lion for the Campaign 2006, regia del visionario Thanonchai Sornsriwichai.
Recentemente la creatività tailandese, quanto meno quella che in questo periodo è più virale, ha dato una sterzata creativa in tutt’altra direzione, facendo dello storytelling il suo cavallo di battaglia. Ecco quindi un prodotto creativo ben confezionato da Ogilvy Bangkok – regia sempre di Thanonchai Sornsriwichai – che ci racconta la storia di un ragazzo che aiuta gli altri con generosità senza aspettarsi nulla in cambio, se non per il piacere di fare del bene. Un eroe non celebrato, come recita il titolo “Unsung Hero”. Per chi ama il genere, consigliamo la visione di un’altra campagna tailandese bella e strappalacrime per Wacoal “My Beautiful Woman”.
La creatività tailandese resterà comunque nella nostra memoria per spot di tutt’altro genere. Qui una bella, esaustiva e spassosissima selezione.

A-Z of Dance
DieselPlanet
Agenzia creativa: Diesel + i-D Diesel

Siamo distanti anni luce dal linguaggio pubblicitario che, con autoironia e intelligenza, nel corso degli anni ’90 ha accompagnato Diesel al successo planetario, facendone il brand di abbigliamento più all’avanguardia al mondo in termini di creatività.
L’ultimo capitolo della Diesel di un tempo è stato la campagna Be Stupid, che ha chiuso un ciclo nel 2010. Si è aperto un nuovo corso che in questo commercial “A-Z Dance” vede protagonista un mondo di “coolness” più competitivo e che si prende forse troppo sul serio – “troppo” in relazione a come il brand ci aveva abituato – mostrando una serie dei balli più in voga del momento, dal krumping al twerking, dalla rumba al bangra. Ogni stile si riferisce a una lettera dell’alfabeto, reiterando il concetto che il modo in cui il corpo si muove rappresenta un linguaggio e uno strumento per esprimere se stessi. Ovviamente tutti i protagonisti indossano i nuovi Jogg jeans Diesel, probabilmente il jeans più confortevole mai realizzato dal brand italiano.
Il video è stato creato grazie a una collaborazione i-D/Diesel e diretto da Jacob Sutton, è ambientato a Los Angeles e vede protagoniste alcune star della pop dance: Nicole ‘The Pole’ Williams, Levanna McLean e il Twerk Team Atlanta, Mizz Twerksum e Lady Luscious. La campagna è stata pensata anche in chiave crowdsourcing e invita gli appassionati del genere a caricare i propri video con le proprie performance sulle piattaforme social – usando gli hashtag #joggjeans e #iDdance – per diventare le star dei nuovi video.
La campagna non emerge in termini di innovazione: c’è un precedente illustre del brand Puma, con il progetto Puma Dance Dictionary. Lo stile disincantato, magico ed esilarante della Diesel di un tempo fa sentire la propria mancanza e dà la percezione di un brand che ha drasticamente cambiato il proprio DNA per percorrere strade già battute e linguaggi già esplorati.

Risk Everything. Cristiano Ronaldo, Neymar Jr. & Wayne Rooney
NikeFootball
Agenzia creativa: Wieden+Kennedy Portland
Centro media: Mindshare

La campagna Write The Future già nel 2010, in occasione del mondiale in Sud Africa, introduceva in comunicazione il lato psicologico delle star del calcio che, nei momenti decisivi della loro carriera – come i mondiali – si trovano a combattere con la paura di non riuscire ad attendere ed a superare le aspettative. Risk Everything è una variazione sul tema e ci mostra Cristiano Ronaldo, Neymar Jr. e Wayne Rooney nei momenti che precedono la loro discesa in campo.
Uno speaker sportivo pone delle questioni: riuscirà Wayne Rooney a fare il suo primo goal in un mondiale? Può Neymar diventare una leggenda con il numero 10? È all’altezza di questa maglia così importante? Chi altri se non Ronaldo può trascinare il Portogallo alla vittoria? Domande che pesano come macigni sulla psiche dei giocatori che però proprio sull’incertezza e sul rischio hanno costruito la loro carriera e il loro successo. Come recita il copy “Pressure Shapes Legends”, le leggende prendono forma nei momenti decisivi. A differenza di “Write The Future”, in questo spot la comunicazione Nike non è spiritosa e si presenta più cupa e intimista. Un tono che è stato stemperato nel prosieguo della campagna con “Winner Stays”, che trovate di seguito, in prima posizione.
La regia stavolta è di una stella nel firmamento del mondo pubblicitario: Jonathan Glazer, che da quasi vent’anni ci delizia con i suoi capolavori. In molti ricorderanno i suoi spot entrati nella storia, tra questi segnaliamo Nike Guerrilla Tennis, l’insuperabile Guinness Surfer, Levi’s Strauss Odissey e Sony Bravia Paint. Ma la lista è parziale e non è esaustiva. Quest’anno quasi sicuramente lo vedremo ancora protagonista a Cannes sia con il commercial Nike di cui sopra, che con il bellissimo Audi “The Ring”.

Winner Stays. ft. Ronaldo, Neymar Jr., Rooney, Ibrahimović, Iniesta & more
NikeFootball
Agenzia creativa: Wieden+Kennedy Portland
Centro media: Mindshare

La comunicazione di Nike Football si fa sempre più spettacolare, forte quest’anno della creatività di Wieden+Kennedy Portland, gli autori, fra le altre, della campagna Nike – Find Your Greatness, pluripremiata a Cannes 2013 (Jogger è probabilmente il soggetto più interessante della campagna). La regia di Ringan Ledwidge, il regista con cui ogni creativo vorrebbe lavorare*, ci porta in un campo di calcio di periferia dove due squadre di amici si affrontano in un match via via sempre più spettacolare. L’immaginazione dei ragazzi che sognano di essere le loro star preferite del calcio si tramuta in realtà: mentre giocano, i ragazzi si trasformano in Cristiano Ronaldo, Neymar Jr., Wayne Rooney, Zlatan Ibrahimović, Gerard Piqué, Gonzalo Higuaín, Mario Götze, Andrés Iniesta, David Luiz, Tim HowardEden Hazard e Thiago Silva, nel massimo della loro forma fisica e della loro capacità di fare i trick calcistici più incredibili. Nel sogno torna un pezzo di realtà nel momento finale del rigore decisivo: Cristiano Ronaldo viene letteralmente scansato da uno dei ragazzini che vuole prendersi l’onere del tiro che può riportare la partita in parità. Il ragazzo segna e avvalora con il suo gesto il claim finale: Risk Everything, perché nel calcio, come nella vita, se non sai prenderti le tue responsabilità e non sei disposto a correre dei rischi, non vai da nessuna parte.
La campagna si pone in continuità con la creatività di “My Time Is Now” di Wieden+Kennedy London, spot vincitore lo scorso anno di un Cannes Silver Lion nella categoria Film, e con quella di “Write The Future” di Wieden+Kennedy Amsterdam, vincitore del Cannes Film Grand Prix 2011.

*Ringan Ledwidge è il regista di alcune campagne passate alla storia, come Three Little Pigs di The Guardian/Grand Clio 2013, Puma After Hours / Film Craft Grand Prix Winner 2011, e Lynx Getting Dressed / Cannes Gold Lion 2004 solo per citarne alcuni.

Federico Russo

***
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.