Condividi:

6 Replies

And the winner is…

Domenico Greco.
Il giovane copywriter è stato selezionato per partecipare al workshop ADC*E che si terrà ad Amsterdam il 13 e il 14 marzo.
Spesso si dice che noi italiani ci facciamo sempre riconoscere quando andiamo in giro per il mondo. Anche in questa occasione non siamo stati da meno.
Ma l’accezione, questa volta, è solo positiva.

La giuria ADCI, infatti, ha selezionato due portfolii tra i 40 arrivati.
Due e non uno come richiesto. Perchè?
Semplice, per un parimerito. Due portfolii, alla fine della votazione, si sono visti assegnare lo stesso punteggio.

Come fare? Chi mandare allora ad Amsterdam?
Ad Amir Kassaei la decisione. Proprio così.
Il candidato italiano è stato scelto da mister Chief Creative Officer DDB Worldwide in persona.
Un’ occasione davvero unica e un prestigio per noi che, anche se in modo rocambolesco, siamo riusciti a portare due portfolii sulla scrivania di uno dei Top Chief Creative Officer del mondo.
Me la sto tirando troppo?
Forse sì, ma la cosa più importante è che i riflettori internazionali continuino ad essere ben puntati sul talento italiano.

Buona fortuna, Domenico!

  • Panzo

    Almeno la soddisfazione di essere citato, la vogliamo dare al secondo?

    • http://www.thecopyfighter.blogspot.com Matteo Maggiore

      giusto!

      Il secondo classificato dall’ADC*E, nella figura di Amir Kassaei, ma ribadisco il primo, a parimerito, per l’Adci è Enrico Pasquino. Complimenti anche a lui!

  • Giorgia Fattoracci

    E devo dire che la scelta è stata ottima. Vai Mimì!
    E complimenti anche al secondo ovviamente!

  • http://blog.adci.it/ Massimo Guastini

    aggiungo che il giovane Pasquino è una “vecchia” conoscenza. Oro a Eurobest YC nel 2011: http://www.slideshare.net/kttb/grecopasquino-gold-eurobest-2011

  • Valerio Le Moli

    La cosa divertente è che Enrico Pasquino lavora con un altro Domenico Greco, se non sbaglio. Il mondo è proprio bislacco. Comunque complimenti a Mimì.

    • http://www.pasquinogreco.com Giovanni Greco

      Stesso cognome, ma nome diverso.