1 Reply

GIOVANI LEONI 2016 – AND THE WINNER IS…

Non ancora, non ancora. Scherzavo ;)

Non sono ancora stati incoronati i leoncini che ci dovranno rappresentare a Cannes ma, tra pochissimi giorni, le giurie ADCI si riuniranno per trovare i Re della stampa, della tv, del cyber e del design.

La cosa impressionate di questa annata è stata sicuramente l’affluenza.
(una vera novità per noi italiani, vero?!)

Sono stati ben 440 creativi ad aver risposto con un SI.
Un record che batte quello dello scorso anno.
Ma la cosa che mi fa davvero piacere e che mi fa ben sperare per il futuro creativo di questo Paese è che ai Giovani Leoni 2016 non hanno solo partecipato giovani provenienti da Milano, Roma o Torino.
Il 16 e il 17 aprile erano a spremersi le meningi giovani creativi provenienti dal profondissimo Sud, dall’altissimo Nord e dal centrissimo Centro Italia.

Nuovi punti di vista quindi ma, soprattutto, un bel po’ di lavoro in più per i giurati ADCI che dovranno analizzare centinaia di board, video e stampe.

Le giurie si riuniranno lunedì 2 maggio alle ore 18.30 presso Rai Pubblicità, in Corso Sempione 73.

LE GIURIE DEI GIOVANI LEONI 2016

STAMPA

Nicola Lampugnani – Presidente di Giuria
Luca Pedrani
Pasquale Frezza
Anita Rocca
Daniele Dionisi
Gaetano Del Pizzo
Polina Zabrodskaya

 

DESIGN

Federico Pepe – Presidente di Giuria
Serena Di Bruno
Matteo Civaschi
Luca Fontana
Francesco Grandazzi
Marzia Marcolini 
Arturo Dodaro

 

CYBER

Davide Boscacci– Presidente di Giuria
Massimilano Maria Longo
Domenico Manno
Alessandro Orlandi
Michele Picci
Mirco Pagano

Roberto Ottolino

 

FILM

Sergio Spaccavento – Presidente di Giuria
Karim Bartoletti
Alessandro Sabini
Carlo Migotto
William Tattoli
Cristian Comand
Nicoletta Zanterino

Seguiteci su questo Blog per scoprire di chi saranno le criniere d’oro 2016.

 

 

 


Leave a reply

L’Art Directors Club Italiano proroga i termini di pagamento della quota di rinnovo. Merkel critica.

Con un blitz compiuto durante l’ultima riunione del nuovo Consiglio Direttivo dell’ADCI presieduto da Vicky Gitto, è stata approvata all’unanimità una modifica che fa slittare al 10 giugno il termine oltre il quale il rinnovo della quota associativa 2016 per i ritardatari passa alla ciclopica somma di 520 euro.

La storia.
Il provvedimento che stabilì la severa lievitazione della quota associativa – per i soli soci da oltre due anni e over 30 in grave ritardo con il pagamento dell’anno in corso – fu proposto dal passato Consiglio Direttivo e approvato dall’ultima Assemblea dei Soci.
Una scelta dettata dalla necessità di arginare un malcostume diffuso tra alcuni soci: pagare la propria quota annuale solo se e quando fossero convocati alle giurie degli ADCI Awards.
Una prassi scorretta, riprovevole dal punto di vista etico-professionale e deleteria per la stabilità finanziaria del Club.
Grazie a questa nuova norma, fare i furbi costerà caro. Letteralmente.
Infatti, per partecipare alle giurie, è obbligatorio essere iscritti al Club.
Quindi i soci che saranno convocati per le giurie di ottobre e non fossero regolarmente iscritti entro il 10 giugno dovranno scegliere se pagare 520€ per l’iscrizione o rinunciare alla partecipazione alle giurie. Dura lex, sed lex.

Perché lo slittamento al 10 giugno?
Essendo il primo anno di applicazione della norma, il Consiglio ha valutato la possibilità che esistano dei ritardatari all’oscuro della sua applicazione, nonostante la pubblicità che essa ha avuto.
Inoltre, fino al 10 giugno non avverrà alcuna selezione o preselezione di giurati ADCI e quindi il provvedimento manterrà intatta la sua carica deterrente.

Ma come sono strutturate le quote quest’anno?
La quota ordinaria, immutata da secoli, è di 260 euro.
La grande novità di quest’anno è stata la possibilità, per i soci ordinari, di rinnovare la propria iscrizione con un inusitato sconto del 50% fino al 31 gennaio, grazie alla formula Early Bird, che aveva causato le prime frizioni sotterranee con la signora Merkel.
Ma, come lo stesso premier tedesco disse in uno storico intervento al Parlamento Europeo, “Vale più una tabella di mille parole”.
Eccola qua.

- Soci Under 30                                                  50€
- Soci Ordinari di nuova nomina                     130€   (per i primi due anni)
- Rinnovo Soci Ordinari dal 3° anno               260€   (130€ se entro il 31 gennaio)
- Rinnovo Soci Ordinari dopo il 10 giugno     520€

Le quote, ovviamente, non possono subire sconti al di fuori delle ipotesi presenti nella tabella.
Né se si è militari, né se ci si presenta in comitiva.

La reazione di Angela Merkel.
Informata anzitempo da una talpa attiva all’interno del Consiglio ADCI, la signora Merkel ha minacciato di far espellere l’Art Directors Club Italiano dalla zona Euro.
Dura reazione unanime del Club Italiano: “Obama ci ama. Convertiremo la quota in dollari.”

 

Photo by https://www.flickr.com/photos/eppofficial/ [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 17_04_016

twitter: @claudianeri

Lo spazio astratto di Sou Fujimoto, architetto giapponese presente al Fuorisalone appena concluso con una istallazione per COS

Junyeon Roh, giovane illustratrice sud coreana di base a New York.

Il mondo e suoi conflitti nei reportage di Massimo Berruti, giovane fotografo di Roma

Da New York, illustratrice e graphic designer extraordinaire Kelly Blair


Leave a reply

Google & ADCI: YouTube Ads Leaderboard Italia (#ytali S2 E9/12)

In una Milano tutta vestita a festa per il Salone del Mobile, come potevamo mancare noi?

Non potevamo.
Infatti eccoci qui, a parlare di tutt’altro.

Tra un happening nel design district, un free drink e altre parole a casaccio, scopriamo insieme i video più visti su YouTube negli ultimi due mesi.

Eccovi il nono episodio della seconda stagione della YouTube Ads Leaderboard Italia, per gli amici #ytali. 

FEBBRAIO

Fiat 500X | 1.3 diesel Multijet, questo piccolo-grande common rail

Dopo aver visto il video su “Questo piccolo grande common rail”, non ci resta che fare come Baglioni.

Coca-Cola: Coke Mini (Hulk vs. Ant-Man)

Sometimes you just want a little Coca-Cola.
Ed è subito team building.

Margot vs Lily – “Beginners” by NikeWomen (2 of 8)

Margot e Lily sono due sorelle. Fanno una scommessa che le porterà oltre la loro comfort zone.
E, francamente, anche oltre la nostra.

GoPro: Bobby Brown and the Karma Drone

Un nuovo strumento per gente che vuol fare vedere al mondo che fa cose matte.

Samsung Galaxy S7 and S7 edge: Official Introduction

Un nuovo modo di pensare il telefono. Il telefono più telefono di tutti gli altri telefoni.
Una nuova idea di telefono. Come sempre.

MARZO

Juan Cuadrado, Álvaro Morata, David Alaba — Gamedayplus Episode 10 — adidas Football

Players gonna play.

Moon Shot | Official Trailer | Google Lunar XPRIZE

Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda la NASA.

Audi quattro challenge – The Steepest Street

Bla Bla car goes wild.

IGNITE DISC | TURN IT ON

Sono tutti Bolt con le scarpe degli altri.

FIFA 16 Ultimate Team – Alex Del Piero vs Rohn

È che ti aspetti sempre che alla fine esca il logo del Cepu.

***

La classifica è mensilmente pubblicata su Think With Google.
Ricordiamo che la classifica #ytali non si limita alle view assolute, bensì viene determinata da Google utilizzando alcuni dei segnali di gradimento più significativi espressi dagli utenti su YouTube tra cui: il numero di visualizzazioni nel nostro Paese, la percentuale di visualizzazione di ciascuna pubblicità e il rapporto tra visualizzazioni organiche e visualizzazioni a pagamento.


Leave a reply

Save the date: Google Mobile Academy 19 aprile 2016

La prossima settimana si terrà presso Google la sessione dedicata interamente dedicata al mobile e alla progettazione degli assets per i vostri clienti - non mancate.

Il contenuto, come al solito di grande valore, è indicato per i account, planner, creativi, designer e project manager.

La sessione si terrà presso la sede Google Italia di via Federico Confalonieri 4 a partire dalle ore 15.30 del 19 aprile 2016, con la seguente agenda:

  • 15:30 – 16:00 Welcome Coffe
  • 16:00 – 18:00 presentazione:
  • scenario mobile
  • mobile assets design
  • best practices
  • case histories
  • introduction to Progressive Web Apps
  • 18.00 – 19.00 aperitivo

Registratevi a questo link (fino a esaurimento posti). Aggiornamento al 13.04.2016: non sono più disponibili posti.

Questa sessione sarà di introduzione alla prossima, più tecnica che si terrà il 4 Maggio e che sarà dedicato alle nuove tecnologie web che permettono di integrare in siti desktop e mobile alcuni elementi dell’esperienza d’uso offerta dalle app native.

Progressive Web Apps, un set di strumenti che aggiungono funzionamento offline, notifiche push, icone nell’home screen, pagine immersive e molto altro. Per questa seconda sessione verrà pubblicato prossimamente un aggiornamento e il link a cui registrarsi.


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri 11_04_016

twitter: @claudianeri

Dagli Stati Uniti landscape e umanità varia di Kevin Cooley, talento originale della fotografia.

Il graphic design dei norvegesi di Heydays

Il talento eclettico Julia Rothman, affermata illustratrice americana

Norvegese con base a Londra, Solve Sundsbo fotografo di moda Solve Sundsbo


Leave a reply

“UPCYCLED WORDS” BY DANIELE CIMA, ALTRO CHE SCORIE.


Inauguro questo spazio volendo parlare bene di un art director al quale devo il fatto di essere diventato un copywriter, oltre a dovergli buona parte di un fortunato percorso professionale. Un momento delle mie vite che dura da 42 anni.

Il lato più appariscente era stato fin dal principio – per uno nuovo del mestiere – l’enorme dispendio di energie mentali profuso per produrre le creazioni di un’arte applicata, tanto combinatoria quanto effimera, come la pubblicità.

Quando lavoravo in Leo Burnett correva voce che nelle cantine dell’agenzia fossero sepolti centinaia di layout – gli art director degli anni 80 li incollavano ancora sui cartoni “Schoeller” –  un triste destino  solo in piccola parte riscattato dalle campagne che invece avevano visto la luce: queste erano appese in bella mostra alle pareti dei corridoi negli uffici di via Fatebenefratelli, appagando l’orgoglio dei loro autori, tra l’altro molto bene pagati in quegli anni e anche perciò facilmente dimentichi delle sconfitte subite.

Chissà quante altre cantine di agenzie si saranno riempite di cadaveri, anche eccellenti, perché il livello di molte di quelle campagne era di tutto riaspetto; e chissà oggi quanti bei progetti non approvati continuano ad essere archiviati sotto forma di pdf, condannati all’oblìo o in qualche caso accantonati con la speranza in un futuro migliore.

Ora però Daniele Cima, art director non banale, anche lui autore di progetti finiti in un cassetto, è andato molto aldilà del principio fin troppo ovvio per il quale “del maiale non si butta via niente”.

Con il suo “Upcycled Words” è intervenuto in modo del tutto inedito e si è tolto – per dirla con un’espressione che nessuno ha usato prima – un sassolino dalla carpa (sic!).

Ha preso 55 headline di 55 celebri copywriter che da tempo erano rimaste mute come pesci, e le ha fatte riaffiorare a nuova vita; le ha rimesse al mondo operando come graphic-artist in solitario, poi ne ha fatto una mostra e anche un libro. Queste 55 headline tornano a parlarci in una ricomposizione più elevata, “ad alto impatto visivo senza impatto ambientale”, attraverso  l’eccellente Design of Words che Daniele ci fornisce col suo talento. Un tema attuale, il Design of Words, di cui oggi si interessa anche l’ADCI, partner insieme al Consorzio Imballaggi Alluminio di un’altra mostra-evento aperta nella stessa settimana di aprile, organizzata da Acqua su Marte e Calligraphy Masters nel contesto della Tortona Design Week.

La mostra “Upcycled Words” di Daniele Cima si inaugurerà alla Cascina Cuccagna lunedì 11 aprile alle ore 18 e durerà fino a domenica 17.

Io ci andrò, e consiglierei a tutti di andare a vederla. La Cascina sarà una Cuccagna anche perché l’autore riserva a noi soci un particolare sconto del 20% per invitarci a conoscere il suo bellissimo libro.

Daniele Ravenna


Leave a reply

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia neri 04_04_016

twitter: @claudianeri

Dalla Malesia, il talento iconoclasta dei Amy Chew, art director di Esquire Magazine

La giungla urbana di Hong Kong nella fotografia di Andy Yeung

Dalla Finlandia, in bilico tra design e arte, la scultura della giovane designer/artista Caroline Slotte

Il silenzio e lo spazio nei “photo essays” di Kai M Caemmerer giovane talento americano