Lascia una risposta

rock bottom 2 (by Angelo Abbate)

http://vimeo.com/53277837

Angelo ha mantenuto la promessa .

Torno ancora a parlare del rapper del momento e del suo sodalizio con Ryan Lewis
perche’ nell’ultimo singolo Same Love si è aggiunta Mary Lambert, un’artista totale che non conoscevo.
Mary è cantautrice, produttrice molto accreditata, regista.
in questo brano dedicato all’omosessualità, canta ‘My love, my love, she keeps me warm’
non è solo difesa e orgoglio di un’identità saffica,
è un tocco di grazia.
grazia divina.
lasciatevene permeare, anche se siete atei o agnostici come me.


Lascia una risposta

Uno spot lungo 40 anni: la comunicazione politica in Italia

Ieri, all’Università di Roma Tre, è stato presentato il sito www.archivispotpolitici.it.

Si tratta del primo archivio online che raccoglie 40 anni di spot politici italiani:
sono circa 450 spot politici, realizzati tra il 1974 e il 2012.

L’iniziativa è nata da un progetto di ricerca di Interesse Nazionale (PRIN 2008) finanziato dal ministero dell’Istruzione e della Ricerca.

(via ilpost)


Lascia una risposta

Buon lunedì, le segnalazioni di Claudia Neri

Indispensabile per la sopravvivenza quotidiana, la radio di Monocle magazine

Christoph Niemann, illustratore americano noto per il libro sul lego e la collaborazione con il New York Times

Graphic Design dalla A alla z nel progetto di Dario Russo e Pasquale Volpe

Il progetto Pro/Contra dei tedeschi Serviceplan, 2009, che non smette di ispirare


Lascia una risposta

Eurobest 2012 visto da Anita Giavoni

L’Eurobest è propedeutico alla creatività. Lo dico per chi, come me, ha inserito un solo mignolo del piede nel mondo della pubblicità, ma anche per tutti i veterani assenti. Philip Thomas ha introdotto la venticinquesima edizione del Festival ricordando a tutti i presenti l’importanza di partecipare. “Dovete esserci!”, ha detto. “Iscrivete le vostre campagne, entrate per vedere i lavori, passate intere giornate dentro il building a respirare l’aria del Festival. Non pensate soltanto a bere e andare in spiaggia”. E con un grafico ha poi dimostrato come le agenzie europee stiano perdendo quota nel mercato dei Leoni rispetto al resto del mondo.
Ricapitolando i seminari di quest’anno,
“Best stuff come with simple ideas and simple ideas don’t cost much money” e visto che non lo dico io, ma David Droga, credeteci. Dopo aver riassunto un’intera vita di campagne semplici e vincenti in una case history di un minuto e la sua carriera professionale in meno di trenta secondi, ha presentato il suo Pling. Un sistema di messaggistica vocale istantanea che diventerà presto un “must have” tra tutti i creativi. Ne sono certa.
John Hegarty, dall’altro lato, ha convinto l’intera platea del teatro a trovare la giusta dose di energia nel svegliarsi la mattina eccitati all’idea di affrontare una giornata rischiosa.
Ha vietato, però, la parola “rischio” nel vocabolario comune perché dannosa al raggiungimento degli obiettivi e ci ha liquidati con un saggio consiglio. “Cominciate a chiamarlo Entusiasmo.“
Niels Shoe Meulman ha lasciato un suo Calligraffitto come opera d’arte permanente, accessibile a tutti a costo zero sui muri di Lisbona. Ha poi inforcato una scopa per ripetere le gesta della campagna “The Greatest Word” in tempo reale all’interno del Cinema Sao Jorge.
L’ultima sera ci sono state le premiazioni e qualcosa è andato storto. Uno, forse due soli giudici italiani e un’unica vittoria nazionale. Montblanc e Leo Burnett Milano ci hanno fatto sentire a casa per qualche minuto.
Se avete del tempo che avanza tornate su e rileggete le prime righe di questo post fino alla parola “mondo”.
Io nel frattempo, concludo qui, ringraziando la mia agenzia per avermi dato la possibilità di esserci, consapevole degli stimoli ricevuti per ottenere il massimo dal mio lavoro.

Anita Giavoni, stagista copywriter in Draftfcb Milano.


Lascia una risposta

Saggezza della folla: criteri di validità, esempi e applicazioni di una teoria che nasce dalla diversità.

prontoraffaella-fagioli-intelligenza-collettiva-saggezza-della-folla-via-partecipactive

La teoria sociologica della Saggezza della folla non è solo una delle più affascinanti, ma è anche una di quelle più vicine ai fenomeni partecipativi e al coinvolgimento di gruppi di individui.

Studiata da oltre un secolo e a volte definita Intelligenza della folla, è una teoria ha trovato una vasta applicazione in Internet: Yahoo! Answers e Wikipedia si basano su di essa. Ma anche nella soluzioni di problemi estremamente complessi, di altri all’apparenza irrisolvibili e persino nel Gioco dei fagioli di Pronto Raffaella.

Di questa teoria – che permette di scoprire il peso di un bue, la posizione di un sottomarino affondato, ma anche motivi che danno origine alle bolle speculative – si parla nel lungo articolo di Partecipactive.

Clicca qui per proseguire la lettura.